Lega DNC – Tutta la 4a Giornata, del Girone A

Lega DNC – Tutta la 4a Giornata, del Girone A

Commenta per primo!

Olimpo Basket Alba – Spezia Basket Club 73-55 (15-13, 19-13, 21-12, 18-17)

Olimpo Basket Alba: Rossi 11 (2/7, 1/2), Brando 4 (2/2), Bergui 3 (0/1 da tre), Francone 7 (2/6), Amoruso 7 (1/4, 1/4), Piano 7 (3/5, 0/3), Gallo 18 (6/9, 1/3), Zanelli 5 (1/5 da tre), Negro 10 (1/2, 2/4), Rampone 1 (0/3, 0/1)

Tiri Liberi: 21/31 – Rimbalzi: 35 22+13 (Negro 8) – Assist: 18 (Rossi 6)

Spezia Basket Club: Massari, Pipolo 12 (3/8, 1/4), Elia Mencarelli 10 (2/5, 1/1), Santoni S. 13 (5/7, 0/7), Gianluigi 9 (3/12, 1/1), Caluri 1 (0/2 da tre), Fazio 8 (1/5), Manzini, Nebbia Colomba 2 (0/2, 0/1) N.E.: Santoni T.

Tiri Liberi: 18/23 – Rimbalzi: 24 18+6 (Nebbia Colomba 9) – Assist: 5 (Elia Mencarelli 3)

Arbitri:Belcuore,Longhini

 

===============================================

Aurora Desio 94 – Basket Follo 90-83 dts (16-18, 22-18, 19-21, 19-18, 14-7)

Aurora Desio 94: Lanzoni, Villa 12 (0/1, 4/7), Bernardi 3 (0/1, 1/2), Rossetti M. 7 (2/4, 1/4), Rossetti P. 12 (4/7, 1/3), Bonvino 2 (0/4), Gallazzi 22 (8/13, 2/7), Colombo 2 (1/6, 0/1), Grassi 2 (1/1, 0/1), Marino 28 (10/13, 1/1)

Tiri Liberi: 8/14 – Rimbalzi: 32 25+7 (Rossetti P., Colombo 6) – Assist: 17 (Marino 6)

Basket Follo: Valenti 21 (4/6, 3/6), Leonardi 5 (0/2, 1/3), Marchetti 14 (2/10, 2/4), Steffanini 2 (0/1), Rege Cambrin 4 (1/1), Ferrari 25 (8/12, 2/4), Benites Vivente Jose, Casettari 12 (2/3), Giacomo Rinaldi N.E.: Vercellotti

Tiri Liberi: 25/31 – Rimbalzi: 28 28+0 (Ferrari 7) – Assist: 5 (Valenti, Leonardi 2)

Arbitri:Ringoli,Fiannaca

Un’incredibile rimonta negli ultimi 150″ di gara, in cui Desio piazza un break di 12-0, regala all’Aurora prima l’overtime e poi la vittoria contro Basket Follo. La Rimadesio, che recupera Bernardi ma deve ancora fare a meno di Meregalli, non disputa una gran partita e deve inseguire gli ospiti per lunghi tratti ma stavolta ha il merito di crederci fino alla fine, anche quando sul 64-76 del 37′ 30″ la gara era saldamente nelle mani dei liguri: due triple di Villa, poi Marinò e Gallazzi ad una manciata di secondi dalla sirena firmano il clamoroso pareggio a quota 76. Follo ha nelle mani l’ultimo tiro, Marchetti in penetrazione viene stoppato da Colombo ed in un primo momento l’arbitro fischia il fallo per poi, dopo essersi consultato con l’altro direttore di gara, cambiare decisione assegnando solamente la rimessa a Follo. Il tiro di Ferrari non tocca nemmeno il ferro e si va ai supplementari in cui capitan Marinò si carica sulle spalle la squadra fino al 90-83 finale.
Follo parte meglio e dopo 1′ conduce 0-7 costringendo coach Villa al time-out. Desio reagisce ed impatta con una tripla di Villa per poi mettere la testa avanti con Grassi sul 20-19 dell’11’. Le bombe di Bernardi, Marco Rossetti e Marinò scavano il solco sul 38-32 del 18′ ma dall’altra parte i canestri di Valenti ed una tripla sulla sirena di Marchetti fissano il punteggio sul 38-37 della pausa lunga.
Dopo il cambio di campo le iniziative in serie di Ferrari riportano Follo avanti e sono i liguri a fare l’andatura (42-47 al 25′, 59-71 al 35′), Desio litiga col ferro e non mette in campo l’energia necessaria a riaprire l’incontro ma negli ultimi minuti cambia tutto ed alla sirena finale l’Aurora può festeggiare un successo che vale il quarto posto in classifica con Borgosesia e Gazzada.
Prossimo impegno domenica 3 novembre alle 18.00 sul campo di Bra.

===============================================

Basket Pool 2000 Loano – Oleggio Magic Basket 51-60 (15-17, 7-17, 18-17, 11-16)

Basket Pool 2000 Loano: Villa 8 (4/10, 0/2), De Ninno, Pichi 1 (0/3, 0/2), Cerutti 6 (2/8, 0/1), Bussone 4 (0/1, 1/5), Zavaglio 5 (1/2, 1/2), Prato 7 (1/5, 1/2), Cacace 16 (5/10, 0/3), Nicoletti, Alberto Guida 4 (2/2)

Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 32 26+6 (Cacace 7) – Assist: 6 (Cacace 2)

Oleggio Magic Basket: Remonti P., Mecca 2 (1/3), Ferrari 16 (5/7, 0/5), Marini, Kapedani 11 (4/6, 0/1), Sacco 8 (0/8, 2/4), Negri 17 (7/9, 0/1), Biganzoli 6 (0/1, 1/5) N.E.: Remonti M., Ragazzini

Tiri Liberi: 17/22 – Rimbalzi: 48 33+15 (Kapedani 17) – Assist: 8 (Ferrari 3)

Arbitri:Langella,Sironi

E’ la corazzata Oleggio, con il roster pieno di giocatori di categorie superiori tra cui gli ex Kapedani e Sacco (ex Vado), a far visita al Pool in DNC in una partita dal pronostico chiuso. Lo spirito dei ragazzi loanesi è però quello giusto e malgrado la poca efficacia in fase offensiva il ritmo alto e l’ardimento permettono di tenersi costantemente a contatto con Oleggio che porta a casa la partita con la maggiore esperienza del proprio organico. Primo quarto in equilibrio con la difesa allungata del Pool che alza il ritmo della partita generando molti errori da entrambi i lati. Ne escono meglio i padroni di casa che a fine quarto piazzano un 5-0 con Guida e Zavaglio che li porta all’intervallo sul +5. Nel secondo quarto i padroni di casa producono uno dei loro quarti in singola cifra producendo solo 7 punti e con gli ultimi 6 minuti del quarto senza andare a tabellone contengono i danni con la difesa e all’intervallo solo 5 punti dividono le due squadre. Al rientro Oleggio prova a scappar via sino al +11 ma Villa e Cacace riportano sotto il Pool e si entra nell’ultimo quarto ancora a contatto ma quì entra in gioco la diversa esperienza delle due compagini con i padroni di casa che pur mantenendo l’impegno mentale non riescono a concretizzare le opportunità dell’aggancio e permettono ai sornioni avversari di portare in porto la partita con relativa tranquillità. Si torna in campo Sabato a Boffalora contro i pari età dell’Olimpia Milano.

===============================================

Amatori Basket Savigliano – Basket Team 71 74-51 (20-15, 18-15, 19-12, 17-12)

Amatori Basket Savigliano: Sena, D’Arrigo 10 (4/8), Marcello 15 (4/11, 1/3), Boella 9 (1/4, 2/3), Sacco 6 (3/8), Rispoli 10 (1/2, 2/3), Testa, Abdogan 4 (2/2), Mondino 5 (1/4), Beccaria 15 (6/7, 0/3)

Tiri Liberi: 15/22 – Rimbalzi: 42 30+12 (Boella 11) – Assist: 22 (Boella 9)

Basket Team 71: Giusto 15 (2/4, 3/6), Rinaldi 7 (3/4, 0/5), Tunzi 10 (2/3, 2/6), Maffeo, Gatto, Agazzani, Cirla 2 (1/2, 0/3), Carchia 13 (3/9, 1/4), MacCagno 4 (2/5), Cortese

Tiri Liberi: 7/8 – Rimbalzi: 20 16+4 (Giusto 7) – Assist: 13 (Carchia 6)

Arbitri:Colombo,Falcetto

Si ritorna in campo, ma ancora una volta in trasferta, questa volta in quel di Savigliano per il derby cuneese.
Lazzari questa sera raggiunge le 131 presenze come coach bianco blu, superando Valenti con 130.
Assenti di turno Cagliero e Gramaglia (distorsione alla caviglia per entrambi) e dalla parte opposta un ritorno per Rispoli, ex Abet e gran giocatore che ha portato la nostra squadra alla C1 e hai playoff della scorsa stagione.

IMG_8007
Il Passato Rispoli e il Presente Giusto a confronto

Lazzari schiera in campo Giusto, Carchia, Rinaldi, Tunzi e Maccagno, mentre coach Testa risponde con Marcello, Rispoli, Beccaria, Boella e Sacco.
E’ Maccagno a aprire le marcature con un appoggio e Rinaldi segue a ruota. Marcello non ci sta a lasciare scappare gli ospiti e con la bomba realizza e subito dopo con il jumper dice 5-4 locali.
Forte equilibrio a metà della frazione 10-9, con un buon Marcello per Savigliano, incontenibile da ogni posizione e per Bra è Carchia, ben imbeccato da Giusto a far filare la squadra.
Bra fatica a trovare il canestro, mentre Savigliano con semplici giocate intense, si portano avanti sul 20-12, registrando negli ultimi 5’ un parziale di 10-3.
Seconda frazione sulla falsariga della prima, i locali con intensità fanno girare la palla con Boella e Rispoli, mentre Bra fatica a trovare la via del canestro soprattutto sotto le plance con Maccagno che subisce molto la fisicità dei saviglianesi. Boella e compagni allungano dopo 4’ sul +11, 27-16. Due soluzioni forzate da parte di Agazzani e i rimbalzi concessi in attacco lasciano spazio a un nuovo parziale di 8-0 per i locali, 35-16.
Tunzi prova a fermare l’inerzia locale con una bomba, Rispoli risponde dalla lunetta, ma per l’Abet sembra essere cambiato qualcosa, 8-0 di parziale dal duo Cirla-Giusto, e più intensità in fase difensiva permette di ricucire a -10, 37-27. A pochi secondi dalla fine Beccaria con un 1 su 2 dalla linea della carità chiude la frazione sul 38-27.

Al rientro dagli spogliatoi è Boella a riaprire le marcature con un circus shot. Un 6-0 iniziale per Savigliano, dimostra la maggior energia e reattività rispetto ai braidesi. Dopo 4’ il parziale dice 12-2 con una buona prestazione di D’Arrigo che raggiunge il +21, 50-29. Savigliano raggiunge anche le 22 lunghezze, 53-31 e il solo Carchia prova a tirare su la baracca. Savigliano dimostra di avere energia e fame di vittoria, buttandosi su ogni pallone vagante contribuendo a secondi possessi.
Terza frazione che si chiude sul 57-39.
Ultima frazione di totale amministrazione per il locali saviglianesi, che allungano ancora con spettacolari giocate offensive da parte di Marcello-Boella-Sacco sul 71-47 a due minuti dal termine.
In questa giornata amara da segnale l’esordio in prima squadra di Cortese, giovane classe 1996.
Risultato finale 74-51.

“Prestazione non all’altezza per un derby così sentito – commenta lo staff tecnico braidese – abbiamo concesso loro troppo in fase offensiva, senza lottare con la giusta energia e intensità. I nostri avversari erano molto più tonici e agguerriti, facendo la differenza in questa partita. Lavoreremo sodo in settimana per capire cosa è successo e per farci trovare pronti per la prossima difficile gara.”

Prossimo appuntamento domenica 3 novembre al palazzetto dello Sport di Bra alle ore 18 contro Desio.

===============================================

Team Abc Cantù – Don Bosco Crocetta Torino 72-54 (22-16, 17-16, 13-14, 20-14)

Team Abc Cantù: Pagani 7 (1/4 da tre), Carpani 13 (3/4, 2/3), Molteni M. 6 (3/7, 0/4), Molteni M. 8 (1/3, 2/2), Pifferi 15 (3/5, 3/6), Pedala’ 1 (0/1, 0/1), Scuratti 3 (0/5, 0/1), Zugno 13 (4/5), Siberna 4 (2/5), Ukaegbu 2 (0/5)

Tiri Liberi: 16/18 – Rimbalzi: 45 33+12 (Molteni M. 12) – Assist: 12 (Pagani, Molteni M. 3)

Don Bosco Crocetta Torino: Berta 6 (2/6, 0/4), D’Affuso 4 (2/3, 0/6), Giordana 6 (0/2, 1/7), Ceccarelli 7 (1/6, 1/3), Vetrone 8 (2/6, 0/3), Tarditi 15 (6/8, 1/1), Francione, Riviezzo 6 (3/7), Antonietti 2 (1/4) N.E.: Bonelli

Tiri Liberi: 11/19 – Rimbalzi: 40 24+16 (Vetrone 11) – Assist: 12 (D’Affuso 4)

Arbitri:Jurina,Mauri

Non vede la luce in fondo al tunnel la squadra di Tassone che da ultima in classifica affronta la difficile trasferta a Cantu’ con l’assenza di Chirio per infortunio. Una squadra giovane con i senatori giusti e una intensita’ assente nelle file crocettine. Al Palazzetto Parini si vede solo una squadra in campo nel primo periodo che con 5 bombe facili (tre di Pifferi) chiude un 22-10 che sarà decisivo. Le mille prove in campo per coach Tassone non bastano per trovare i riferimenti del gioco della squadra le cui percentuali di tiro risultano a momenti imbarazzanti. Tocca il turno al giovane Molteni a punire la Named SAT con due bombe consecutive che fa un -18 allarmante. Vetrone si rivede in attacco e prova a ribaltare le cose con 7 punti nel secondo periodo. Ma non basta, le percentuali di tiro da tre sono 8 bombe per Cantu e zero per la Crocetta. Si va all’intervallo a -13.
La ripresa cambia le carte in tavolo e suppone un risveglio per Tarditi che diventa il miglior uomo della Crocetta ancora una volta. Si tiene il gap fino all’ultimo quarto dove si arriva a otto lunghezze dopo due canestri e bomba di Tarditi che fa intimorire per qualche momento Cantu’ che infila un determiante 13-5 negli ultimi cinque minuti. La serata era tutta per i padroni di casa che avevano più intensità e sicurezza, migliori percentuali di tiro e tanta più grinta. Zero punti dopo quattro gare decisamente si rivela un bottino ingiusto ma senz’altro dovrà cambiare rotta urgentemente tutto il gruppo altrimenti la stagione diventerà troppo in salita.
E’ cosa gradita un cambiamento, di atteggiamento, di riferimenti, che ricordi almeno un po’ quello vissuto la scorsa stagione che comincia ad essere troppo esempio di caratteristiche perse, speriamo momentaneamente.
Cosa dicono i numeri: che Tarditi è diventato miglior uomo della Crocetta in questo periodo buio, mvp di questa gara con 15 punti, 6/8 da due e 3 stoppate, diventando ormai miglior stoppatore della Dnc. Che migliorano le prestazioni del giovane Antonietti che prende sempre più fiducia in campo aumentando il minutaggio. Che non basta la sola doppia cifra di Vetrone ai rimbalzi , che non serve a niente vincere nelle voci stoppate o palla recuperate se la palla non entra: 3/26 da tre e 11/19 ai liberi sono percentuali che richiedono ore di tiro supplementari in palestra. Per migliorare c’è solo una strada: lavorare, lavorare lavorare, con questo l’anno scorso ci siamo divertiti e solo con questo potremo tornare a sorridere.

===============================================

7 Laghi Gazzadaschianno – Valsesia Basket 53-58 (15-7, 12-7, 7-16, 19-11)

7 Laghi Gazzadaschianno: Savelli 4 (1/4), Passerini 7 (2/4, 0/6), Spertini 11 (3/4, 1/5), Muraca, Cappellari 16 (5/12), Nalesso 2 (0/1 da tre), Fedrigo 2 (1/1, 0/7), Padova 11 (3/5, 1/4) N.E.: Montin, Moalli

Tiri Liberi: 17/31 – Rimbalzi: 40 29+11 (Cappellari 13) – Assist: 6 (Padova 2)

Valsesia Basket: Taffettani 9 (3/8, 1/5), Gallina, Picazzio 13 (4/8, 0/7), Barbero 15 (3/4, 2/3), Somaschini E. 5 (2/4), Radovanovic 4 (2/9), Somaschini U., Vercellino 6 (3/6, 0/1), Giadini 6 (3/4, 0/3) N.E.: Zaccarelli

Tiri Liberi: 9/14 – Rimbalzi: 39 28+11 (Vercellino 9) – Assist: 8 (Radovanovic, Giadini 3)

Arbitri:Zuccarello,Spinello

Ogni tanto capita la “serata no”, quella in cui devi giocare senza il tuo centro titolare e dall’altra parte hai un armadio a quattro ante, oppure quella in cui i tuoi tiratori non la metterebbero nemmeno in una vasca da bagno, o quella in cui i tuoi giovani si trovano di fronte gente che ha l’età dei suoi genitori e quindi il doppio d’esperienza, o peggio ancora: quella in cui tutte queste possibilità decidono di farti visita in contemporanea. Tutto ciò è successo sabato sera a Gazzada, nel match tra la 7 Laghi e Valsesia. Quelle appena elencate non vogliono essere scuse, ma semplicemente ipotesi per spiegare una partita brutta, giocata sottotono da entrambe le parti.

Il primo quarto inizia con il quintetto di Zambelli che prende subito il largo grazie alle triple di Barbero, mentre dall’altra parte Gazzada non riesce a far girare la palla e si ritrova a costruire tiri impossibili andando a sbattere contro i colossi avversari; dopo aver chiesto un minuto ed aver effettuato un paio di cambi, il quintetto gialloblu prova a ricucire lo strappo e si riporta al primo timeout tecnico a -9 (15-24).
La formazione di Garbosi sembra aver preso finalmente le misure agli avversari, e nel secondo quartocon un parziale di 8-0 frutto di una buona difesa, e di una serie di errori commessi da Giadini e compagni, l’incontro si riapre, e le due formazioni rientrano negli spogliatoi sul 31-27 per gli ospiti.
Al rientro in campo Padova illude il pubblico con una tripla che riporta Gazzada a -1, ma da qui in poi per la formazione varesina cala il sipario: la difesa neroarancio ha i suoi meriti, ma i padroni di casa sbagliano canestri da qualsiasi punto del campo, compresi gli appoggi, dimostrando una volta in più che quella di oggi è davvero una partita stregata. La difesa a zona chiamata da Garbosi rallenta notevolmente la corsa di Picazio e compagni, ma l’attacco resta bloccato così il terzo periodo si chiude con un netto 34-47.
Gli ultimi dieci minuti continuano con lo stesso copione, fino a quando Valsesia, consapevole di avere la vittoria in pugno inizia ad allentare un po’ la morsa difensiva, permettendo ai padroni di casa di recuperare parte dello svantaggio e chiudere 53-58.

Rosmini Domodossola – Sportiva Boffalora 95-88 dts (16-26, 21-26, 20-15, 21-22, 17-10)

Rosmini Domodossola: Foti 29 (4/6, 5/9), Petricca 6 (3/8, 0/5), De Tomasi 5 (1/1, 0/1), Villani 28 (9/14), Cerutti 13 (2/7, 2/3), Frank, Gjinaj, Maestrone 5 (1/3, 1/2), Cedri, Tommasiello 9 (2/5, 1/1)

Tiri Liberi: 24/39 – Rimbalzi: 32 21+11 (Petricca 11) – Assist: 18 (Foti 5)

Sportiva Boffalora: Buzzini 6 (1/2 da tre), Hamadi 20 (2/4, 4/9), Fumagalli 22 (8/11, 2/4), Riva 4 (2/3, 0/2), Villa 7 (2/2, 1/3), Restelli 3 (0/2, 1/4), Toia, Pastori 14 (4/7, 0/1), Di Meco, Vercesi 12 (1/4, 2/4)

Tiri Liberi: 17/22 – Rimbalzi: 37 30+7 (Pastori 7) – Assist: 16 (Buzzini, Villa 5)

Arbitri:Falletta,Gonella

Partita non adatta ai cardiopatici quella svoltasi al Pala Raccagni di Domodossola tra Poliopposti Cipir Domo e Sportiva Boffalora, che ha visto vincere i padroni di casa 95-88 dopo un tempo supplementare e non senza difficoltà. Boffalora, composta esclusivamente dall’under 19 dell’Armani Jeans Milano, mette in netta difficoltà i domesi nel primo tempo, con tanto agonismo e percentuali eccellenti al tiro (parziale 37-41). Domo ritorna dagli spogliatoi più grintosa e con un parziale di 5-0 equilibra la situazione. Boffalora non si fa intimorire dalla maggiore età dei padroni di casa e rimane a contatto alla fine del terzo quarto (57-56). Il match non riesce a trovare un padrone e si arriva ad un finale in volata: Domo ha sulla racchetta il match ball, ma, a differenza di Torino, il tiro di Petricca non trova il fondo della retina e tutto è rimandato ai supplementari. Nel prolungamento il Domobasket ne ha di più: fondamentali le giocate di Villani e Tommasiello che regalano la quarta vittoria in fila agli ossolani. Per gli amanti dei numeri non sono bastati i 20 di Hamadi e 22 di Fumagalli, mentre per la sponda Domo 28 di un roccioso Max Villani e 29 di un grande Fabrizio Foti.

LA CLASSIFICA

TEAM ABC CANTÙ 8 4 4 0
OLEGGIO MAGIC BASKET 8 4 4 0
ROSMINI DOMODOSSOLA 8 4 4 0
7 LAGHI GAZZADASCHIANNO 6 4 3 1
VALSESIA BASKET 6 4 3 1
AURORA DESIO 94 6 4 3 1
BASKET FOLLO 4 4 2 2
AMATORI BASKET SAVIGLIANO 4 4 2 2
OLIMPO BASKET ALBA 2 4 1 3
SPEZIA BASKET CLUB 2 4 1 3
SPORTIVA BOFFALORA 2 4 1 3
BASKET TEAM 71 0 4 0 4
BASKET POOL 2000 LOANO 0 4 0 4
DON BOSCO CROCETTA TORINO 0 4 0 4
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy