Lega DNC – Tutta la 4a Giornata, del Girone B

Lega DNC – Tutta la 4a Giornata, del Girone B

Commenta per primo!

Pall. Crema – Robur Basket Saronno 83-75 dts (9-17, 10-17, 20-12, 20-17, 8-8, 16-8)

Pall. Crema: Galiazzo 33 (3/7, 3/9), Tagliaferri, Bosio 10 (4/11, 0/2), Persico 6 (2/5), Anzivino 16 (5/7, 2/2), Cardellini 13 (2/6, 2/4), Degli Agosti 3 (1/3, 0/2), Colnago 2 (1/4, 0/2) N.E.: Mainardi, Dedda

Tiri Liberi: 26/33 – Rimbalzi: 41 24+17 (Persico 9) – Assist: 11 (Degli Agosti 4)

Robur Basket Saronno: Minoli 3 (1/5), Gorla, Bossola 19 (7/9, 1/3), Leva 21 (2/2, 4/11), Mario Albani 12 (3/7, 1/3), Borroni, Villa 7 (1/8, 1/6), Bianchi 3 (0/3, 1/4), De Piccoli 10 (4/10, 0/3) N.E.: Mercante

Tiri Liberi: 15/23 – Rimbalzi: 45 25+20 (De Piccoli 12) – Assist: 15 (De Piccoli 5)

Arbitri:D’Angelo,Bertani

Tre vittorie di cuore permettono all’Erogasmet Crema di mantenere la scia delle capoliste Imola e Bologna nel girone B di Divisione Nazionale C. Questa volta sono serviti due supplementari ai cremaschi per avere la meglio della forte Robur Saronno e conquistare così la prima vittoria casalinga della stagione. Vittoria arrivata nonostante le difficoltà di Crema nella costruzione del gioco già palesate anche nelle precedenti uscite. L’Erogasmet si trova a rincorrere l’avversario già nel primo quarto terminato sul punteggio di 9 a 13 per gli ospiti. Nel secondo quarto sale in cattedra Leva (21 punti) che nel finale di tempo dà il là al primo break della partita (19-30 al 20′). Ospiti che arrivano al massimo vantaggio ad inizio terzo quarto con l’appoggio del capitano De Piccoli per il 21 a 35. A questo punto coach Galli riorganizza la difesa e sulle ali della fiducia Crema incomincia un lento quanto inesorabile recupero. La bomba di Cardellini (13 punti, 2/4 da 3) è la ciliegina sulla torta di un’Erogasmet che in tre minuti con un parziale di nove a zero torna prepotentemente in partita. Sarà ancora una tripla del giovane play pesarese a chiudere il terzo quarto con Crema sotto di tre (39 a 42). L’ultimo quarto si sveglia il giocatore che sarà decisivo per le sorti del match. Andrea Galiazzo (33 punti, 18/21 ai liberi), già eroe delle due precedenti vittorie all’over time per Crema, incomincia il suo show personale consistente in frecciate dall’arco dei tre punti, pennellate dalla media e recuperi difensivi. È lui che farà pendere l’ago della bilancia in favore dei cremaschi da qui alla fine. In un finale di quarto quarto arroventato dove le due squadre si alternano velocemente nel vantaggio, Bosio impatta a due secondi dalla fine per il 59 pari. È overtime. Crema prende subito il comando del match ma nel finale un’ottimo attacco gestito dagli uomini di coach Biffi porta Bossola libero sotto canestro per schiacciare il pareggio che manda le squadre al secondo supplementare.’Erogasmet parte forte coi canestri di Cardellini e Galiazzo e da quel momento Saronno vedrà i cremaschi fuggire inesorabilmente verso la vittoria. Finisce 83 a 75 con l’Erogasmet che nonostante una costruzione di gioco che tarda ad arrivare porta a casa altri punti pesanti in classifica.

===============================================

Pall. Bernareggio – Milanotre Basket 51-68 (10-19, 12-19, 13-12, 16-23)

Pall. Bernareggio: Bonomi, Cacciavillani 16 (4/9, 1/3), Bardotti 2 (1/3), Farinatti 2 (1/2), Motta, Villa 2 (1/3, 0/4), Spinelli 6 (2/3), Pizzul, Quartieri 8 (4/9, 0/4), Taborelli 15 (7/11)

Tiri Liberi: 8/15 – Rimbalzi: 29 22+7 (Quartieri 8) – Assist: 14 (Quartieri 5)

Milanotre Basket: Tandoi 12 (6/10, 0/2), Giocondo 11 (4/6, 1/2), Iacono 11 (3/7, 0/6), Delmenico 2 (1/1), Darwish 4 (2/6), Carlo Colombo 18 (2/3, 4/7), Piva 4 (2/3), Maffezoli 2 (1/2, 0/3), Soresina 4 (1/2) N.E.: Picco

Tiri Liberi: 9/14 – Rimbalzi: 35 25+10 (Tandoi 10) – Assist: 12 (Delmenico, Soresina 3)

Arbitri:D’Avanzio,Nalesso

Vittoria esterna molto importante per il Milano3 Basket che ritrova subito il successo ed espugna il campo della Pallacanestro Bernareggio con il punteggio di 51-68. Basigliesi in vantaggio per 39 minuti su 40 grazie ad una difesa ai limiti della perfezione che ha limitato uno degli attacchi più talentuosi del campionato.

Arriva il secondo successo consecutivo in trasferta in questo scorcio di inizio campionato per il Milano3 Basket che supera la Pallacanestro Bernareggio a casa proprio con il punteggio di 51-68.

Una prestazione leonina per gli uomini di coach Sandro Pugliese che difendono alla grande e in attacco migliorano quelle percentuali che settimana scorsa avevano impedito la vittoria.
I biancorossi partono subito forte con le iniziative di Tandoi e Giocondo toccando il 6-14 al 7?, ma proprio a cavallo dei primi due periodi arriva la reazione dei padroni di casa che prima chiudono il primo quarto sul 12-14, poi ribaltano il punteggio fino al 20-16 sfruttando i canestri prima di Taborelli e poi di Cacciavillani.
E’ una tripla di Colombo a sbloccare i biancorossi di Basiglio (20-19) che poi ritrovano subito il vantaggio con Delmenico sul 20-21 per non perdere più il comando della partita. Il parziale va avanti fino allo 0-17 toccando il 20-33 quando Iacono realizza un “2+1? in contropiede al 19?.
La ripresa inizia con una maggiore energia offensiva da parte di Bernareggio che torna a farsi sotto pericolosamente (31-36), ma 4 punti in fila di Darwish e un’altra bomba di Colombo ridanno serenità sul 35-45 con il quale si chiude il terzo periodo.
Quartieri prova a caricarsi i suoi sulle spalle, con un appoggio arriva fino al 47-53 al 35?, ma poi la difesa biancorosso non concede assolutamente più nulla, mentre in attacco sono i canestri di Giocondo e Tandoi a chiudere definitivamente la pratica fino a toccare il massimo vantaggio sul +17 finale.
Prossimo impegno sabato 2 novembre al PalaBasiglio contro il Castiglione Murri Bologna.

Rosmini Domodossola – Sportiva Boffalora 95-88 dts (16-26, 21-26, 20-15, 21-22, 17-10)

Rosmini Domodossola: Foti 29 (4/6, 5/9), Petricca 6 (3/8, 0/5), De Tomasi 5 (1/1, 0/1), Villani 28 (9/14), Cerutti 13 (2/7, 2/3), Frank, Gjinaj, Maestrone 5 (1/3, 1/2), Cedri, Tommasiello 9 (2/5, 1/1)

Tiri Liberi: 24/39 – Rimbalzi: 32 21+11 (Petricca 11) – Assist: 18 (Foti 5)

Sportiva Boffalora: Buzzini 6 (1/2 da tre), Hamadi 20 (2/4, 4/9), Fumagalli 22 (8/11, 2/4), Riva 4 (2/3, 0/2), Villa 7 (2/2, 1/3), Restelli 3 (0/2, 1/4), Toia, Pastori 14 (4/7, 0/1), Di Meco, Vercesi 12 (1/4, 2/4)

Tiri Liberi: 17/22 – Rimbalzi: 37 30+7 (Pastori 7) – Assist: 16 (Buzzini, Villa 5)

Arbitri:Falletta,Gonella

Partita non adatta ai cardiopatici quella svoltasi al Pala Raccagni di Domodossola tra Poliopposti Cipir Domo e Sportiva Boffalora, che ha visto vincere i padroni di casa 95-88 dopo un tempo supplementare e non senza difficoltà. Boffalora, composta esclusivamente dall’under 19 dell’Armani Jeans Milano, mette in netta difficoltà i domesi nel primo tempo, con tanto agonismo e percentuali eccellenti al tiro (parziale 37-41). Domo ritorna dagli spogliatoi più grintosa e con un parziale di 5-0 equilibra la situazione. Boffalora non si fa intimorire dalla maggiore età dei padroni di casa e rimane a contatto alla fine del terzo quarto (57-56). Il match non riesce a trovare un padrone e si arriva ad un finale in volata: Domo ha sulla racchetta il match ball, ma, a differenza di Torino, il tiro di Petricca non trova il fondo della retina e tutto è rimandato ai supplementari. Nel prolungamento il Domobasket ne ha di più: fondamentali le giocate di Villani e Tommasiello che regalano la quarta vittoria in fila agli ossolani. Per gli amanti dei numeri non sono bastati i 20 di Hamadi e 22 di Fumagalli, mentre per la sponda Domo 28 di un roccioso Max Villani e 29 di un grande Fabrizio Foti.

 

Basket Save My Life San Lazzaro – Corona Platina 85-76 (18-18, 22-18, 24-16, 21-22)

Basket Save My Life San Lazzaro: Gianasi 27 (10/15, 0/2), Fabbri, Pancaldi 6 (2/2 da tre), Burresi 3 (1/4, 0/2), Rambelli 21 (1/1, 5/17), Rossi 17 (8/13), Bianchi 8 (3/9), Governatori, Maria Sgorbati 3 (1/2 da tre) N.E.: Capobianco

Tiri Liberi: 15/26 – Rimbalzi: 34 28+6 (Rambelli 13) – Assist: 22 (Gianasi 11)

Corona Platina: Vacchelli 9 (3/6 da tre), Casali 7 (2/3, 1/5), Moscatelli 12 (6/12, 0/1), Castagnaro 11 (3/8, 1/6), Lottici 6 (0/1, 2/6), Malagutti 7 (0/4, 1/1), Grobberio 22 (9/12, 1/6), Paolo Marenzi 2 (1/4, 0/2) N.E.: Bigot, Toninelli

Tiri Liberi: 7/9 – Rimbalzi: 48 35+13 (Moscatelli 16) – Assist: 17 (Casali, Lottici 3)

Arbitri:Trombin,Giovanetti

 

===============================================

Virtus Bergamo Terno – Pall. Pisogne 69-51 (15-16, 19-16, 13-8, 22-13)

Virtus Bergamo Terno: Castelletti, Drusin 12 (2/8, 2/7), Mercante 13 (5/6, 0/4), Beretta 2, Deleidi 8 (2/6, 0/1), Masper 21 (9/18, 0/2), Guffanti 11 (1/2, 3/5), Ghislandi, Perdon 2 (1/2) N.E.: Bernardi

Tiri Liberi: 14/18 – Rimbalzi: 38 29+9 (Masper 14) – Assist: 12 (Drusin, Masper 3)

Pall. Pisogne: Leone 13 (5/8, 1/2), Salvetti 5 (1/7, 1/1), Perazzi 11 (4/14, 1/3), Finulli 4 (2/2), Nava 4 (2/4, 0/1), Filippi 2 (0/5, 0/3), Acquaviva 4 (1/1, 0/6), Olivieri 8 (3/5, 0/1) N.E.: Bianchi, Maranta

Tiri Liberi: 6/8 – Rimbalzi: 35 23+12 (Perazzi 11) – Assist: 6 (Filippi 3)

Arbitri:Marzulli,Mignogna

Come sperava Mazzoli, in quel di Bergamo non è stato della partita Bernardi (in panchina solamente per onor di firma), ma ciò non è stato comunque sufficiente per consentire all’Iseo Serrature Pisogne di espugnare l’Italcementi: dopo un primo tempo all’insegna di un serrato testa a testa, la Virtus inizia a prendere il largo nel terzo settore di gioco per poi esplodere nel finale e condannare i bresciani al -18 finale. Partita, come detto, molto equilibrata nei primi frangenti, con i padroni di casa che in più occasioni tentano l’allungo con un paio di canestri di vantaggio sugli ospiti, che puntualmente però rintuzzano: a dare i maggiori grattacapi ai sebini è il pivot Masper, ma il 15-14 di fine primo quarto viene dalle mani di Guffanti. Nel secondo parziale l’Iseo Serrature riesce per due volte a mettere il naso avanti, sebbene di una sola lunghezza, prima con Perazzi (primo canestro del periodo, 15-16) e poi di nuovo al 14’ con Leone (19-20): ciononostante Bergamo trova nuovamente in Masper un’arma preziosa, mantenendo la gara in perfetto equilibrio sino all’acuto finale di Drusin che vale il 34-30 dell’intervallo. Al rientro gli spogliatoi la Virtus inizia a prendere il largo: dopo un parzialino di 6-6, al 26’ Guffanti piazza la bomba del 43-36. Per la prima volta Bergamo si trova quindi a più di due possessi di distacco da Pisogne, gap sotto il quale i sebini non riusciranno più a scendere: il terzo quarto si chiude sul +9 per i locali, ma i veri problemi per l’Iseo Serrature devono ancora arrivare. Nell’ultimo periodo infatti la gara scivola completamente dalle mani degli ospiti, con gli uomini di coach Pasqua che, lentamente ma con costanza, pongono sempre più punti tra loro e gli avversari: Mercante sale in cattedra, realizza una schiacciata e quindi il canestro del massimo vantaggio per i bergamaschi (+23, 65-42 al 37’). Dopo aver realizzato solamente 4 punti in 7’, i ragazzi di Mazzoli hanno un sussulto d’orgoglio e ne realizzano 9 nei restanti tre minuti di gioco: la gara è però già abbondantemente compromessa, e ciò che ne risulta è l’amaro 69-51 finale. Per i sebini si prospetta dunque una settimana di duro lavoro in vista della sfida esterna con Calolziocorte, formazione che come Pisogne occupa la penultima piazza della classifica con 2 punti raccolti in 4 giornate.

===============================================

Carpe Diem Basket Calolziocorte – Pall. Lissone 45-59 (13-12, 8-12, 19-14, 5-18)

Carpe Diem Basket Calolziocorte: Casati 2 (1/6, 0/1), Paduano, Amadio 3 (0/1, 1/6), Brambilla, Borghi 12 (4/6), Milan 7 (1/4, 0/2), Corbetta 14 (2/6, 3/5), Giacchetta 3 (1/4), Floreano 4 (2/3) N.E.: Frigerio

Tiri Liberi: 11/17 – Rimbalzi: 28 21+7 (Borghi 9) – Assist: 5 (Corbetta 2)

Pall. Lissone: Galimberti, Radaelli 7 (3/5, 0/5), Ballarate 5 (1/3, 1/2), Pietrobon, Vigano’ 7 (2/4, 1/2), Meroni 12 (3/6, 1/5), Formentini 4 (2/3, 0/2), Orsemiso 2 (1/1, 0/1), Enrico Danelutti 19 (9/9, 0/2), Cacciani 3 (0/3, 1/5)

Tiri Liberi: 5/10 – Rimbalzi: 40 31+9 (Enrico Danelutti 12) – Assist: 9 (Formentini 5)

Arbitri:Poulidis,Martinelli

===============================================

Basket 2000 Reggio Emilia – Virtus Spes Vis. Pall. Imola 75-83 (18-13, 21-13, 20-15, 16-33)

Basket 2000 Reggio Emilia: Astolfi 21 (2/2, 5/7), Codeluppi 12 (4/7, 1/4), Brogio 4 (2/4), Bartoccetti 16 (4/8, 0/2), Spaggiari, Ganapini, Montanari 9 (0/1, 3/7), Levinskis 3 (0/1), Gruosso 10 (2/7, 1/1)

Tiri Liberi: 17/24 – Rimbalzi: 26 17+9 (Astolfi, Brogio 7) – Assist: 11 (Astolfi 4)

Virtus Spes Vis. Pall. Imola: Pieri 15 (4/4 da tre), Sabattani 13 (6/8, 0/4), Corazza, Grillini 3 (0/2, 1/6), Di Placido, Preti 3 (1/4, 0/2), Carlos Massari 11 (2/3, 1/1), Guglielmo (k) 3 (0/1, 1/1), Porcellini 35 (8/8, 1/4) N.E.: Dall’Osso

Tiri Liberi: 25/30 – Rimbalzi: 27 21+6 (Porcellini 6) – Assist: 2 (Sabattani, Guglielmo (k) 1)

Arbitri:Brini,Monni

Che peccato. Una Bmr generosa cede in casa di fronte alla capolista Imola (quattro vittorie su quattro match giocati), collezionando il terzo ko di fila. La squadra di coach Spaggiari gioca una gara coraggiosa, nonostante l’assenza dell’infortunato Giudici, e mette alle corde i quotati avversari: dopo il 18-22 del primo quarto, i padroni di casa prendono decisamente in mano le redini dell’incontro e si portano avanti con decisione, chiudendo il terzo periodo sul +9. A quel punto Imola alza l’intensità, trova percentuali molto alte dalla lunga distanza, col solito Porcellini a colpire con continuità, e rimonta: la Bmr va sotto anche di otto lunghezze, ma grazie alla caparbietà di Astolfi e Bartoccetti, riesce a tornare a -1. Nel finale la precisione dalla lunetta dei bolognesi, in particolare di Pieri, fa la differenza. Sabato prossimo, alle 21, trasferta a Piadena.  Imola quindi espugna il difficile campo di Reggio Emilia e si concede una notte da primatista solitaria in attesa della partita di domani del Castiglione Murri.
Porcellini sale sul trono dei marcatori con una partita da 35 punti e la solita, grande generosità. Sugli scudi anche Pieri – un giocatore completamente trasformato rispetto alla passata stagione – con 15 punti e un quattro su quattro da tre nell’ultimo parziale.
Una partita che Imola ha rischiato di perdere, visto l’inizio veemente dei padroni di casa che, per più di due quarti, hanno tenuto in mano il pallino del gioco. Un plauso a coach Solaroli che, nel momento più difficile della partita, quando i suoi erano sprofondati a -9 a fine terzo parziale, ha scelto di cambiare difesa e passare all’1-3-1. Da lì, Imola non si è più fermata, recuperando lo svantaggio e portando a casa la vittoria.
«Non è stato facile, ma, a conti fatti, abbiamo meritato di vincere – il commento a fine partita del gm Carlo Marchi -. La zona di Reggio Emilia ci ha messo in seria difficoltà, specie nel terzo quarto. Bravo il coach e bravi i ragazzi a reagire e a portare a casa i due punti. Godiamoci il primato in classifica, ma da martedì si ricomincia a lavorare».

CASTIGLIONE MURRI – NERVIANO QUESTA SERA ORE 21.00

LA CLASSIFICA

VIRTUS SPES VIS. PALL. IMOLA 8 4 4 0
CASTIGLIONE MURRI BK2012* 6 3 3 0
PALL. CREMA 6 4 3 1
MILANOTRE BASKET 6 4 3 1
VIRTUS BERGAMO TERNO 6 4 3 1
BASKET SAVE MY LIFE SAN LAZZARO 4 4 2 2
PALL. LISSONE 4 4 2 2
ROBUR BASKET SARONNO 4 4 2 2
BASKET 2000 REGGIO EMILIA 2 4 1 3
CARPE DIEM BASKET CALOLZIOCORTE 2 4 1 3
PALL. PISOGNE 2 4 1 3
PALL. BERNAREGGIO 2 4 1 3
NERVIANESE* 2 3 1 2
CORONA PLATINA 0 4 0 4
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy