Lega DNC – Tutta la 4a Giornata, del Girone E

Lega DNC – Tutta la 4a Giornata, del Girone E

Commenta per primo!

Basket S.Orsola – Virtus Tsb 2012 Cassino 83-78 (20-20, 15-20, 19-18, 29-16)

Basket S.Orsola: Pilo 9 (3/6, 0/1), Piras 2 (1/3), Desole 18 (6/9, 0/1), Brembilla 9 (2/4, 1/3), Cordedda 7 (3/6, 0/1), Pisano 26 (3/5, 5/7), Masu 12 (6/8), Merella N.E.: Spano, Doro

Tiri Liberi: 17/23 – Rimbalzi: 32 28+4 (Brembilla 14) – Assist: 8 (Pilo, Merella 2)

Virtus Tsb 2012 Cassino: Trionfo 12 (2/4), Bertoldo 12 (1/1, 3/8), Fontana 9 (1/2, 2/9), De Monaco 2 (1/2, 0/1), Raskovic 16 (5/10, 2/4), Ausiello 6 (1/3, 1/6), Speranza, Pignalosa 21 (4/7, 2/8) N.E.: Scarpelli, Roffi Isabelli

Tiri Liberi: 18/28 – Rimbalzi: 35 22+13 (Raskovic 13) – Assist: 10 (Fontana 6)

Arbitri:Basso,Farinetti

Straordinaria vittoria per il Sant’Orsola, che al PalaSerradimigni batte con una prova di grande carattere una delle favorite del campionato: Cassino. Una vittoria maturata nell’ultimo quarto di gioco, con una superba rimonta che ha portato i ragazzi di coach Pietro Carlini dalla doppia cifra di svantaggio fino alla vittoria.

E dire che nelle prime battute di gioco gli ospiti avevano dimostrato tutta la loro grande organizzazione di gioco, spingendo subito sull’acceleratore  e guadagnando 9 lunghezze di vantaggio al termine del primo tempo (35-44). Alla ripresa delle ostilità gli ospiti sembravano indirizzare definitivamente a proprio vantaggio la contesa, grazie alle bombe di Raskovic e Pignalosa (41-58). Una volta toccato il fondo, però, i sassaresi risalivano lentamente la china, riportandosi sul -9 in chiusura di terzo parziale con l’ottimo Pisano, autore di ben 26 punti. A metà dell’ultimo quarto Desole completava la rimonta riportando il match in parità a quota 65 e regalando successivamente ai suoi il primo punto di vantaggio dalla lunetta. Una mazzata per Cassino, incapace di riprendere in mano le redini della gara di fronte a un Sant’Orsola scatenato, che con i soliti Pisano e Desole scappava fino al +5 finale (83-78).

===============================================

Pirates Accademia Basket – Pall. Stella Azzurra 74-76 (24-14, 13-14, 14-20, 23-22)

Pirates Accademia Basket: Graviano 6 (3/9, 0/2), Elia 14 (4/7, 1/3), Villani 17 (7/10), Cuccu 5 (2/5, 0/1), Passa 26 (11/17, 1/6), Melis D. 3 (1/1), Melis E. 3 (1/2) N.E.: Passaretti, Spampinato

Tiri Liberi: 10/19 – Rimbalzi: 24 19+5 (Passa 8) – Assist: 17 (Elia 7)

Pall. Stella Azzurra: Chiatti 15 (4/9, 1/3), Rossetti 7 (3/5, 0/6), Ottocento 25 (8/9, 2/5), Paolo Basili 6 (0/1, 2/4), Giganti 12 (6/12), Rogani, Brunelli 2 (1/2), Gori 9 (2/5) N.E.: Meroi, Ripamonti

Tiri Liberi: 13/16 – Rimbalzi: 43 29+14 (Gori 10) – Assist: 10 (Gori 5)

Arbitri:Paccarie’,De Filippo

Al PalaMellano la compagine sestese inizia come suo solito: molta grinta e velocità. A conferma ci sono subito due canestri in terzo tempo di Villani su assist di Elia. I Pirates vanno a +4 momentaneo, ma la carica iniziata dal capitano sembra non dover dar scampo agli avversari.

I viterbesi non si lasciano intimidire e replicano cercando di tenere il passo dei padroni di casa, e passano  avanti al 4° minuto (6-8) e subito ripresi dalla bomba di un infaticabile Elia.
Da inizio gara e per i successivi 29 minuti, a parte una brevissima pausa, non c’è storia, la gara sembra prendere una sola piega. Accademia Su Stentu si porta a un massimo vantaggio di +7 con gli ineccepibili tiri indietreggiando di Passa, penetrazioni di Graviano e Villani, assist (7) e organizzazione  di Elia e supporto sotto canestro dei lunghi Cuccu e Melis E.
Stella Azzurra è una corazzata  sotto canestro, lo dimostrano i 43 rimbalzi di cui 14 in attacco , contro i 24 di Accademia (solo 5 in attacco), ma i ragazzi di Sassaro tengono ancora banco con le realizzazioni dai diversi punti dall’area (42 contro i 26 di Viterbo).
Si va al riposo lungo con Accademia sopra di 3 e con l’ultimo canestro realizzato in terzo tempo da Melis D. con un eccellente penetrazione.
Al rientro in campo i padroni di casa continuano a gestire un buon basket, le gambe iniziano a cedere, ma la determinazione è ancora viva. La panchina corta di Accademia però da ragione a Viterbo e alla fine del 3/4 Su Stentu cede il passo agli ospiti che si riportano in vantaggio e salvo un episodio, lo mantengono fino al fischio finale.  La panchina ospite ha contribuito con 15 punti contro gli 8 dei padroni di casa.
L’ultimo quarto si gioca ad inseguire. Viterbo ottiene il massimo vantaggio  con +8: merito, le bombe di Ottocento e Basili. Gli Accademici risentono di un calo e la media di realizzazione si abbassa notevolmente, nel momento in cui Stella Azzurra inizia a fervere per la rimonta. Con il solito colpo di reni, a cui siamo abituati, Villani & co. riagguantano  il pareggio e passano su di 1 punto con un tiro libero dello stesso capitano a 50 secondi dal termine.
A 17 secondi dal termine, dopo un importantissimo rimbalzo in difesa di Passa,  di seguito al tiro sbagliato di Giganti, Accademia ha la possibilità di passare a +3, ma Graviano, nel tentativo di penetrare commette l’infrazione di passi.
Al contrattacco Chiatti realizza da 2 punti e porta i laziali a +1 a 9 secondi dal termine, cosi Accademia ha ancora a disposizione un azione d’attacco, che non concretizza, sbagliando il tiro da 2 a 3 secondi dal termine. Sembrerebbe tutto perso, ma in soli 3 secondi i ragazzi di Sassaro riescono ancora a motivare una partita mai scontata.
Rimbalzo e contropiede immediato di Viterbo, dove Elia nel tentativo di fermare Rossetti commette fallo e manda l’avversario alla lunetta. Rossetti realizza 1 tiro su due liberi a disposizione, sbagliando l’ultimo: + 2 Stella Azzurra (74-76). Rimbalzo difensivo di Graviano che, mentre prova a lanciarsi nell’ultimo disperato  tentativo di recupero con eventuale tiro da metà campo, viene ostacolato da Giganti che commette un ingenuo fallo. Accademia ha la possibilità a meno di un secondo dal fischio finale di portarsi all’overtime, ma Graviano, ormai stremato, pecca su entrambe i tiri liberi a disposizione. Viterbo porta a casa il risultato utile

===============================================

Polisportiva Petriana – Virtus Basket Aprilia 67-71 dts (23-20, 7-20, 19-11, 10-18, 8-12)

Polisportiva Petriana: Nero, Franze’ 15 (4/11, 1/4), Melillo 2 (1/5), Lombardi 10 (2/5, 2/3), Fiori 4 (2/4, 0/1), Martongelli 9 (1/3, 2/6), Ferrrarese 12 (3/6, 2/9), Lorenzi 9 (2/6, 1/9), D’Onofrio 4 (2/7), Scappini 2 (1/4, 0/1)

Tiri Liberi: 7/11 – Rimbalzi: 55 38+17 (Franze’ 21) – Assist: 11 (Franze’, Ferrrarese 3)

Virtus Basket Aprilia: Micheletto 6 (3/9), Coppa 7 (3/11), Di Gioirgio 2 (1/1, 0/1), Rosichini 4 (2/6), Gentili 8 (0/6, 1/5), Rhodes 10 (2/9, 2/8), Lucibello 17 (5/8, 0/2), Pitton 15 (2/7, 2/4), Milani 2 (1/2) N.E.: Gabanella

Tiri Liberi: 18/30 – Rimbalzi: 50 36+14 (Rhodes 17) – Assist: 8 (Coppa, Rhodes, Pitton 2)

Arbitri:Cassiano,Fornaro

===============================================

Vis Nova Basket – Us Tiber Basket 79-59 (16-14, 17-14, 22-14, 24-15)

Vis Nova Basket: Procaccio 9 (4/6, 0/4), Ugo Marini 13 (3/5), Moretti 8 (1/3, 2/5), Fillari 7 (2/3, 1/3), Chirichilli 7 (2/3, 0/1), Argenti 4 (2/2, 0/3), Massari 12 (5/9, 0/2), De Santis, Teofili 17 (7/16), Hunt 2 (1/2)

Tiri Liberi: 16/34 – Rimbalzi: 49 35+14 (Teofili 15) – Assist: 20 (Ugo Marini, Fillari 5)

Us Tiber Basket: Dal Sasso 7 (3/6, 0/2), Pugliese 11 (2/6, 1/4), Donati 7 (2/6, 0/2), Ridolfi 9 (4/6, 0/2), Ambrosi 5 (1/4, 1/4), Ricciardi, Gugliotta 9 (4/9), Meschini 5 (2/6), Cipriani 6 (3/6), Piccagli

Tiri Liberi: 11/21 – Rimbalzi: 40 31+9 (Gugliotta, Meschini 11) – Assist: 8 (Dal Sasso, Donati 2)

Arbitri:Suriani,Collura

Dopo tre giornate di attesa è arrivata la prima vittoria dei leoni che dopo uno sfortunato inizio di campionato ritrovano il sorriso nello scontro casalingo contro la TIBER. I presupposti anche per questa gara non erano dei migliori vista la perdurante assenza di Santilli (febbre dopo il recupero dell’infortunio al gomito) e di Antognozzi ancora out per guai muscolari a cui si è aggiunto Moretti che, per lo stesso problema, viene convocato anche se non al top della condizione. Anche per la TIBER c’è l’importante defezione di Padovani ed un Ricciardi che dopo l’infortunio sembra ancora un po’ in ritardo di preparazione.
La partita inizia all’insegna dell’equilibrio e del bel ritmo con un Teofili che parte bene con un paio di azioni nel pitturato ma che poi perde in precisione al tiro anche perché ben contenuto da Gugliotta che mette in difficoltà la difesa gialloblù e porta avanti i suoi segnando 4 punti e portando i suoi avanti. Procaccio è come sempre in evidenza con 6 punti segnati a cui risponde Dal Sasso che pareggia il conto. Il primo quarto termina in parità sul 16-16.
Il secondo quarto vede Gugliotta in panchina carico già di 3 falli e con il giovane Cipriani che lo fa ben poco rimpiangere visti i 6 punti segnati in pochissimi minuti. Coach D’Annibale da’ indicazione di passare a zona 1-3-1 e Moretti e Massari ( quest’oggi in ottima vena) mettono a segno i tiri liberi ottenuti dal bonus che consentono ai casalinghi di andare a riposo sul +3.
Nella ripresa D’Annibale schiera gli stessi uomini della fine del 2 quarto e prova a dare la svolta della partita dando indicazione di alzare la difesa . La TIBER dal canto suo rimane con la testa negli spogliatoi e perde fluidità nel gioco e così i leoni cominciano a macinare azioni e contropiedi che li portano avanti di 8 punti . Teofili rimedia il 4 fallo di Gugliotta a cui segue poco dopo quello di Cipriani e la TIBER rimane così a corto di lunghi ed inizia a subire la presenza al rimbalzo dello stesso Teofili e di Massari. La svolta decisiva alla partita arriva con l’ingresso di Marini che quest’oggi è in supervena ed infila una serie di soluzioni offensive unite a numerosi assist che mettono le ali alla sua squadra. Per lui 13 punti e svariate ottime azioni nella sola seconda metà della partita. I ragazzi di Montesacro sono ormai sulla gambe e lasciano il passo ad un fine partita tutto gialloblù come non si vedeva da qualche mese. La partita finisce con un secco 79-59, con i nostri ragazzi che ottengono la prima meritata vittoria di questa difficile stagione. Era una partita da vincere a tutti i costi sia per l’aspetto psicologico, visto che la TIBER era l’unica ancora a 0 punti, e sia per quello della classifica. Coach D’Annibale aveva chiesto assoluta concentrazione per questa partita e i suoi ragazzi hanno risposto alla grande. Finalmente il campionato della Vis Nova ha avuto inizio e questa vittoria infonde una fondamentale iniezione di fiducia nei nostri ragazzi che troveranno anche un aiuto dai probabili rientri di Santilli e di Antognozzi. Domenica prossima si vá a giocare a Cassino contro un’altra squadra ben attrezzata che gravita nelle zone alte della classifica, ma ormai almeno l’aspetto psicologico é stato sbloccato e chissà se i nostri ragazzi non daranno filo da torcere anche ai ciociari. Staremo a vedere. Forza leoni

===============================================

Pall. Sora – Asd Luiss 66-75 (18-25, 11-25, 20-15, 17-24) (A CURA DI DANILA DI BIASE, UFFICIO STAMPA ASD LUISS ROMA)

Pall. Sora: Laudoni 26 (0/1, 8/14), Vrenozzi 4 (1/3 da tre), De Santis 6 (2/5 da tre), Porta 6 (1/1, 1/4), Rea 16 (2/2, 4/5), Fiorlette, Velocci 7 (2/7 da tre), Esposito 1 (0/1 da tre) N.E.: Tatangelo, Catallo

Tiri Liberi: 6/13 – Rimbalzi: 18 10+8 (Laudoni 9) – Assist: 3 (De Santis, Fiorlette, Velocci 1)

Asd Luiss: Di Giuseppe, Marzoli 9 (3/7 da tre), Di Pasquale 6 (1/1, 1/8), Mori 5 (1/3 da tre), Polselli 3 (0/1, 1/4), Di Fabio 9 (3/6 da tre), Kavaric 18 (5/14 da tre), Fabrizio Smorto 6 (0/4 da tre), Stijepovic 19 (2/2, 4/12) N.E.: Cassi

Tiri Liberi: 15/23 – Rimbalzi: 35 21+14 (Stijepovic 10) – Assist: 3 (Mori, Polselli, Stijepovic 1)

Arbitri:Cattani,Marinelli

Quarto successo consecutivo per l’ASD LUISS che espugna il Pala Di Poce di Sora battendo i padroni di casa con il risultati di 75-66. Una partita incredibile quella andata in scena in terra ciociara, dove le due squadre si sono date battaglia fino alla fine, rispondendosi con una serie pazzesca di triple: 18 sono state quelle messe a segno da entrambe le squadre, con Laudoni che per i padroni di casa ne ha messe a segno 8 chiudendo con 26 punti personali, mentre 5 sono state quelle realizzate da Kavaric, anche se il miglior marcatore degli universitari è stato Stijepovic che ha messo a referto 19 punti. Vittoria quindi importantissima quella ottenuta dalla truppa di Briscese che perfeziona quindi il poker in questo primo mese di campionato guidando quindi a quota 8 punti la classifica del girone E del campionato DNC.

Parte subito bene la LUISS che dopo 2’30’’ si pota sul 9-3 grazie ai canestri di tre uomini della vecchia guardia: Mori, Polselli e Di Pasquale. Mori, assente nell’ultimo turno per il turnover messo in atto da Coach Briscese, si prende la scena iniziale e realizza i canestri che danno il +6 ai luissini dopo il canestro di Velocci che aveva provato a riavvicinare i suoi. A 90’’ dalla prima sirena un incredibile Laudoni realizza dalla lunga distanza tre volte consecutive trovando quindi il pareggio e il sorpasso per i padroni di casa: 15-12. Sora nel primo quarto va a segno solo dai 6,75mt ed è Rea a portare i suoi sul +6 (18-12) prima di due tiri liberi di Smorto che mandano in archivio la frazione sul 18-14 in favore dei ciociari.

Il secondo quarto ricomincia con i primi tre punti di Stijepovic, ma Sora risponde ancora con una tripla di Velocci e con il primo canestro da due messo a segno da Rea: 23-17 dopo 1’ di gioco. La LUISS però reagisce subito e lo fa con Kavaric che dopo la super-prestazione della scorsa settimana, realizza dalla lunga distanza (23-20), ma i padroni di casa con Porta ed Esposito riescono a tenere 6 punti di vantaggio a metà quarto: 26-20. Gli universitari però non demordono e, confermando il trend della partita, continuano a segnare da oltre l’arco con Kavaric, Di Fabio e Stijepovic che quindi consentono alla squadra di Briscese di rimettere il naso avanti a 3’ dal rientro negli spogliatoi: 26-29. Dusan Stijepovic realizza ancora, seguito da un’altra tripla del suo connazionale Kavaric e la LUISS tocca il +12 (26-35), ma gli uomini di Maglio non mollano nonostante il parziale subìto e restano agganciati al match con la tripla di Porta, Smorto segna ancora a cronometro fermo e il primo tempo si chiude quindi sul 36-29 in favore dei capitolini.

Al rientro in campo Laudoni realizza subito il suo 15° punto personale con la LUISS che per due minuti non trova la via del canestro e Sora ne approfitta per tornare sul -5 (34-39) con Rea. Dopo 4’ la formazione universitaria riesce a sbloccarsi e lo fa con Riki Marzoli che, quasi ovviamente, realizza dai 6,75mt e riporta i suoi sul +8: 34-42. La Pallacanestro Sora realizza con Rea il 30° punto da oltre l’arco sui 37 realizzati in 25 minuti di gioco (37-42), poi è Mori a segnare due liberi per il +7 LUISS (37-44), ma Rea è implacabile da oltre l’arco e Sora resta sul -4 a 3’ dalla penultima sirena: 40-44, con Coach Briscese costretto a chiedere il time-out. Kavaric e Smorto vanno a segno con quattro tiri liberi, ma Laudoni e Rea, rispettivamente con la sesta e quarta tripla personale, tengono Sora a due sole lunghezze di distanza a 90’’ dalla fine del terzo quarto: 46-48. Anche Di Pasquale e De Santis si aggiungono alla lista dei marcatori da tre per il 51-49 che chiude quindi la frazione in favore della squadra universitaria.

Marzoli nell’ultimo quarto sblocca subito il risultato segnando, neanche a dirlo, dalla lunga distanza ma Sora non molla e con un libero di Velocci e la settima tripla di Laudoni si porta sul -1 dopo 2’ di gioco: 53-54. Il duo montenegrino Stijepovic-Kavaric torna a referto portando la LUISS sul +8 a 6’ dall’ultima sirena: 62-54. La formazione di Briscese a questo punto, e come successo anche con la Vis Nova Roma, prova a prendere il largo e lo fa con le ennesime triple messe a segno da Di Fabio e Kavaric che portano i romani sul 68-54 a metà frazione. Laudoni e Vrenozzi però non ci stanno a far scappare gli universitari e, dopo una tripla di Di Fabio, ne realizzano altre due tenendo Sora a 10 lunghezze di distanze: 61-71 a 3’ dalla sirena finale.  De Santis, Porta e Vrenozzi permettono ai ciociari di restare in vita quando però è ormai troppo tardi e il match va così in archivio sul 75-66 per l’ASD LUISS grazie agli ultimi tiri liberi di Stijepovic.

Dopo questo successo tornerà ad allenarsi martedì la formazione bianco blu che sabato 2 novembre affronterà tra le mura amiche la Fortitudo Viterbo.

===============================================

Virtus Valmontone – Calasetta Basket 88-53 (16-11, 19-11, 28-12, 25-15)

Virtus Valmontone: Capotorto 10 (2/2, 2/2), Guadagnini 10 (3/8, 0/2), Buscaglione 18 (7/10, 1/3), Igliozzi, Cara 11 (3/3, 1/5), Barrucca, Samoggia 4 (1/5, 0/2), Cosentino 7 (3/6, 0/2), Afeltra 28 (4/6, 5/8) N.E.: Cecchetti

Tiri Liberi: 15/18 – Rimbalzi: 39 26+13 (Cosentino 13) – Assist: 19 (Buscaglione 5)

Calasetta Basket: Massidda, Fontana 2 (1/1, 0/1), Sanna 16 (6/11, 0/2), Peretti, Sarritzu 10 (5/5), Puggioni 12 (4/13, 0/1), Grosso 2 (0/1, 0/2), Morresi 4 (2/6, 0/4), Carrucciu 7 (3/4, 0/1)

Tiri Liberi: 11/18 – Rimbalzi: 35 26+9 (Puggioni 8) – Assist: 9 (Peretti 3)

Arbitri:Di Luzio,Castellan

Quarta vittoria consecutiva per l’Olimpia Cagliari, che a Viterbo domina in lungo e in largo e porta a casa altri due punti. Gli uomini di coach Grandesso si sono portati avanti fin dal primo parziale, trascinati ancora una volta dalle doti offensive di Gionatha Putignano (30 punti alla sirena). Il margine, cresciuto fino alla doppia cifra nel corso del secondo quarto, è lievitato nel terzo parziale, con i cagliaritani che hanno toccato anche il +25 grazie a Roberto Pintor. I padroni di casa hanno quindi cercato di tornare rabbiosamente in partita con Del Buono e Peroni, riducendo il parziale fino alle 10 lunghezze. Ganguzza e soci però non si sono scomposti e hanno ripreso in mano le redini della partita, allungando nuovamente fino al 71-88 che ha chiuso la contesa.

===============================================

Fortitudo Bk Viterbo – Olimpia Cagliari 71-88 (17-22, 17-22, 16-24, 21-21)

Fortitudo Bk Viterbo: Peroni M. 8 (3/11, 0/3), Billi 7 (2/5, 0/1), Baliva 2 (1/2, 0/1), Villalta 2 (1/2, 0/1), Del Buono 19 (2/3, 5/11), Toselli 16 (8/12), Nieri 2 (0/1, 0/2), Peroni G. 15 (2/3, 3/6), Preite N.E.: Tola

Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 26 17+9 (Billi, Toselli 7) – Assist: 3 (Peroni M. 2)

Olimpia Cagliari: Ganguzza 10 (4/6, 0/2), Masella, Putignano 30 (9/11, 2/8), Schiffini 20 (9/14, 0/1), Pintor R. 16 (5/8, 2/2), Chessa 3 (0/1, 1/4), Cocco, Pintor M. 9 (4/7) N.E.: Porcu, Margini

Tiri Liberi: 11/19 – Rimbalzi: 31 27+4 (Pintor R. 8) – Assist: 12 (Pintor R. 9)

Arbitri:Bellamio,Marziali

Ancora una sconfitta esterna per il Calasetta, battuto nettamente a Valmontone. Dopo un primo quarto equilibrato, chiuso in svantaggio di un solo punto (16-15), i sulcitani hanno progressivamente mollato la presa, staccandosi di nove lunghezze alla fine del secondo parziale (35-26) e di 25 al 30’; (63-38), con i laziali che hanno potuto contare su uno straordinario Afelatra (28 punti con 5/8 da tre). Nell’ultimo quarto Valmontone ha nuovamente allungato fino al +35 finale, mentre Calasetta ha trovato risposte solamente da Davide Sanna (16 punti) e Stefano Puggioni, protagonista ancora una volta di una solida prestazione in odore di doppia doppia (12 punti, 8 rimbalzi).

LA CLASSIFICA

OLIMPIA CAGLIARI 8 4 4 0
ASD LUISS 8 4 4 0
PALL. STELLA AZZURRA 6 4 3 1
VIRTUS BASKET APRILIA 6 4 3 1
VIRTUS TSB 2012 CASSINO 6 4 3 1
BASKET S.ORSOLA 4 4 2 2
CALASETTA BASKET 4 4 2 2
VIRTUS VALMONTONE 4 4 2 2
PALL. SORA 2 4 1 3
PIRATES ACCADEMIA BASKET 2 4 1 3
VIS NOVA BASKET 2 4 1 3
FORTITUDO BK VITERBO 2 4 1 3
POLISPORTIVA PETRIANA 2 4 1 3
US TIBER BASKET 0 4 0 4

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy