Matera perde la prima amichevole interna contro Taranto

Miriello: “poche rotazioni, ma ottime indicazioni dai giovani in roster”. Fermi precauzionalmente Alessandro Grande e Gianni Cantagalli, si ferma anche il giovane lungo Ba. Sabato e domenica appuntamento a Reggio Calabria.

Commenta per primo!

Torna sul parquet l’Olimpia Matera, sfidando il Taranto dinanzi al pubblico amico.
Amichevole giocata a fasi alterne, ma con tanta stanchezza sulle gambe da parte del roster di coach Roberto Miriello.
Finale che vede sconfitti i biancazzurri nel punteggio totale, 80-89. Nei singoli parziali, invece, due tempi a testa per le due squadre. I parziali della gara: 18-25, 16-23, 25-22 e 21-19.

I cestisti dell’Olimpia hanno messo carattere e determinazione, ma le rotazioni ridottissime hanno condizionato oltremodo la gara. Inoltre, la squadra di Miriello arrivava da tre gare negli ultimi cinque giorni, che hanno reso difficile il recupero fisico anche di chi è sceso in campo.
Segnali positivi sono arrivati dai giovani e giovanissimi atleti materani che completano la rosa biancazzurra.
Una prova matura e che permette al coach di prendere indicazioni molto importanti per il futuro.
Sulla gara, il tecnico materano è chiaro: “Siamo stanchi e in campo si è visto – ha commentato Miriello –. Tre partite in cinque giorni sono difficili da affrontare, soprattutto in queste condizioni. Senza dubbio è molto più difficile tirare fuori da questa situazione indicazioni tecniche e tattiche importanti. Non eravamo proprio in condizione di farlo. Ma, senza dubbio, chi è sceso in campo ha dato il massimo e mi ha permesso di trarre delle informazioni decisamente positive. I ragazzi sono tutti in crescita, e chi ha dato segni di cedimento, lo ha fatto solamente dal punto di vista fisico, ma non mentale o tecnico. Senza dubbio, le altre indicazioni, infatti, sono falsificate dallo stato di forma. Chi ha subito maggiormente la preparazione, può essere apparso in calo. Ma è solo un momento della stagione in cui bisogna pensare tanto al lavoro fisico, e va dato atto a questi ragazzi di averci messo l’anima sino a questo momento”.

Positive le note giunte da chi ha avuto più spazio, sfruttando le assenze di Grande, Cantagalli e Ba. “Bene, molto bene gli under – continua il coach dell’Olimpia –. Ho avuto risposte ottime dagli under che sono scesi in campo. Meglio di quello che mi aspettavo alla vigilia del match. E di questo non posso che esserne estremamente soddisfatto”.

Lo score, a fine gara, ha fatto registrare un Gionny Zampolli ancora in grande spolvero, 30 punti per lui. Zampolli, seguito a ruota da uno Stefano Laudoni in crescendo, soprattutto in fase realizzativa. Per lui ben 24 punti messi a referto. A referto anche Crotta, con 8 punti, Stano con 7, Lestini con 6, Loperfido con 3 e, infine, De Palo con 2 punti.

Intanto, la squadra si prepara per il torneo Sant’Ambrogio.
Appuntamento fisso dell’estate cestistica di Reggio Calabria. L’edizione 2016 accoglierà le giocate di Viola Reggio Calabria, Catanzaro, Olimpia Matera e Cuore Basket Napoli. Sabato si partirà con il derby tutto calabrese: in semifinale giocheranno i neroarancio reggini contro i giallorossi canzanzaresi.
A seguire spazio per la gara tra i ragazzi di coach Miriello e la Cuore Basket Napoli dell’ex Ciccio Ponticiello. “Si alzerà il livello delle nostre avversarie e la loro preparazione fisica.
Sicuramente sarà importante vedere all’opera singolarmente i giocatori, in cosa e come possono contribuire al gioco di squadra. Sarà un appuntamento importante e difficile – ha concluso Miriello –. Poi al rientro inizieremo il vero lavoro pre partita, aspettando solamente l’inizio del campionato”.

FONTE: Ufficio Stampa Olimpia Matera

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy