Memorial Ancione – Assaggio d’alta classifica tra Palermo ed Eurobasket, la spunta l’Aquila per il 3° posto

Memorial Ancione – Assaggio d’alta classifica tra Palermo ed Eurobasket, la spunta l’Aquila per il 3° posto

Commenta per primo!

AQUILA PALERMO – EUROBASKET ROMA 78-67

PARZIALI 19-27; 42-37; 61-51

AQUILA PALERMO Requena 5, Stella 19, Antonelli 29, Merletto 11, Di Emidio 1, Ondomengue 13, Urbani, Bruno, Azzaro, Rappa All. Tucci

EUROBASKET Gai, Dip 14, Casale, Fanti 9, Stanic 7, Righetti 18, Romeo 3, Staffieri 3, Tomasello 2, Birindelli 11 All. Bonora

Si ferma ancora una volta solo ad un passo dal traguardo la rimonta dell’Eurobasket Roma, che esce sconfitta dalla finale per il 3/4 posto del “Memorial Ancione” di Ragusa. Giulio Casale e compagni sono stati sconfitti dall’Aquila Basket Palermo, squadra che, come i biancoblu’, tra una settimana sara’ ai nastri di partenza del prossimo girone D di Serie B.

Eppure l’inizio e’ stato decisamente confortante per i romani, trascinati come ieri da un nuovo eccellente primo quarto di Righetti (11 nei primi 10′). L’Eurobasket prima “doppia” gli avversari sul 20-10, poi sembra controllare grazie anche all’ottimo impatto di Dip e alla prima sirena e’ in vantaggio 27-19. Nel secondo parziale, pero’, si scaldano le mani degli uomini di Tucci che, per nulla intimoriti dalle comunque importanti assenze di Rizzitiello e Cozzoli, piazzano un break micidiale e passano a condurre per la prima volta sul 32-29. Dip interrompe il digiuno (-1), ma il terzo e quarto fallo in rapida successione di Righetti coincidono con l’ulteriore allungo dell’Aquila, che vola fino al +9 trascinata dalle bombe di un ispiratissimo Antonelli (42-33 al 19′). Ci pensa Stanic, pero’, con quattro punti in fila praticamente a dimezzare lo svantaggio e all’intervallo lungo la Simply e’ -5.

L’inerzia, pero’, continua ad essere a favore degli isolani, che trovano stavolta in Merletto l’uomo del nuovo allungo per il primo vantaggio in doppia cifra: 50-39. La quinta bomba di Antonelli vale addirittura ill +14 (55-41), ma un canestro pesante di Righetti ed uno ravvicinato di Dip riportano lo svantaggio ai limiti della doppia cifra con dieci minuti da giocare: 51-61 al 30′. Come ieri, pero’, l’ultimo quarto e’ quello della reazione biancoblu’, ispirata interamente dai giovani prodotti di casa. Prima Fanti da due, poi Staffieri e Romeo dall’arco quasi completano la rimonta (61-63 al 35′), ma e’ di nuovo Antonelli, con quattro punti in fila, a ridare fiato al vantaggio Aquila (67-61). Uno scatenato Fanti replica firmando un 4-0 che significa -2, ma ancora il lungo ex Scafati e Varese risponde a questa interessantissima partita nella partita prima con un gioco da tre punti e con la bomba del +6 a 1.18” dalla fine (73-67). E’ il break che chiude definitivamente la contesa con cui l’Aquila Palermo si aggiudica la finalina. “Abbiamo fatto un passo indietro soprattutto dal punto di vista della concentrazione difensiva – ammette serenamente coach Bonora nel dopogara – ma anche questa partita ci e’ servita per capire il livello degli avversari che troveremo in campionato e quello su cui dovremo continuare a lavorare in settimana”.

Prima palla a due ufficiale della stagione domenica prossima sul parquet di Catanzaro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy