Oltre 300 alla Porelli per il debutto Virtus: Cento KO

Palestra Porelli piena di tifosi e di passione in occasione della prima verifica stagionale della Virtus Segafredo di Alessandro Ramagli.

Commenta per primo!

Palestra Porelli piena di tifosi e di passione in occasione della prima verifica stagionale della Virtus Segafredo di Alessandro Ramagli. Più di 300 persone hanno riempito la casa virtussina, scaldando i cuori a una squadra appena nata, in corso di formazione, e per questo ancora più coinvolta dalla carica e dall’entusiasmo del popolo bianconero. Certamente una bella scoperta anche per Kenny Lawson, in panchina accanto ai compagni anche se non era previsto oggi il suo debutto ufficiale, come già aveva anticipato il coach durante la presentazione del giocatore alla stampa, qualche ora prima.

“Dovevamo dimostrare qualcosa a questa gente”, ha spiegato Ramagli, “dire loro in qualche modo grazie per la loro presenza e il loro sostegno. Oggi lo abbiamo fatto mostrando che siamo un gruppo, facendo vedere che abbiamo un’anima. Per parlare di basket è ancora presto, sono appena dieci giorni che stiamo lavorando insieme”.

Scrimmage classico, con punteggi azzerati dopo ogni quarto (28-10 il primo, 12-12 il secondo, 16-10 il terzo e 20-16 l’ultimo), e un risultato che va preso e raccontato senza mai dimenticare che si tratta del primo test di una squadra che cercherà presto di mostrare e dimostrare, e intanto si coccola gli “high” di Spizzichini (12), Rosselli (11, e un grande impatto nella prima frazione di gioco), Spissu e Ndoja (9). Tanto spazio anche ai giovani, su cui questa Virtus conta e nei quali Ramagli crede, come dimostra la sua storia professionale.

Prima della partita, un minuto di silenzio e raccoglimento, in una giornata di lutto nazionale, per le vittime del terremoto che ha colpito l’Italia centrale.

Dopo la partita (e anche durante) è andato in scena l’orgoglio virtussino con la festa dei Forever Boys nel cortile della sede di via dell’Arcoveggio. Grigliata e voglia di fare comunità, un momento che si è magicamente protratto fino a sera fatta, con i tifosi e i giocatori pronti a conoscersi e a stringere un legame che sarà vitale per questa stagione di rinascita. Con un occhio sensibile alla solidarietà: l’intero incasso della serata gastronomica verrà devoluto alla Protezione Civile, per le necessità delle terre colpite dal sisma.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BALTUR  CENTO 76-56

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Spissu 9, Pajola 3, Spizzichini 12, Petrovic 4, Ndoja 9, Rosselli 11, Michelori 7, Oxilia 7, Penna 7, Carella ne, Ranocchi ne, Olisemeka 7. All Ramagli

BALTUR CENTO: Bravi ne, Orsi, Farabegoli 2, Chiera 4, Andreaus 3, Bedetti 8, Pignatti 2, Da’Alessandro 2, Brighi 7, Botteghi 1, Bianchi 14, Caroldi 13. All. Giordani.

Arbitri: Vicino, Tirozzi, Saraceni.

Uff.Stampa Virtus Bologna

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy