Pallacanestro Chieti, la fine di un’era

Pallacanestro Chieti, la fine di un’era

Commenta per primo!

A2 SILVER - GIORNATA 3 - CHIETI VS LATINA

Dopo dodici anni al timone della Pallacanestro Chieti, il presidente Gianni Di Cosmo ha deciso di cedere il titolo e di non iscrivere la squadra retrocessa in serie B dopo i playout persi lo scorso 21 Maggio al PalaFiera di Forlì.  Grazie proprio agli sforzi e alla passione del presidente Di Cosmo, la città abruzzese è tornata a vivere di basket dopo i famosi anni d’oro degli anni ’70. Dodici anni intensi, con svariate soddisfazioni (tra cui la promozione in LegaDue nel Giugno del 2011 contro Fabriano) e la fortuna di vedere formazioni che, specie negli ultimi anni, hanno militato nell’Olimpo della Pallacanestro italiana. La retrocessione è stato il Requiem di un’Opera che ha divertito in tanti e fatto avvicinare a questo splendido sport anche i più scettici. E ora? Dopo la retocessione, un noto imprenditore locale (Marchesani) ha fatto sapere, dopo aver declinato la richiesta di rilevare le “Furie”, della sua disponibilità di rilevare un titolo sportivo e ripartire dalla serie B con un progetto ambiziosoA2 SILVER - GIORNATA 5 - CHIETI VS TREVISO. Missione fallita: il 7 Luglio sono scaduti i tempi per l’iscrizione e per Chieti l’avventura cestistica finisce qui. E in questo momento, le domande sorgono sportanee: si poteva fare di più? Le sorti sarebbero state le medesime se si fosse mantenuta la seconda serie nazionale? Alla classe politica, è davvero importato del prestigio che conferiva il basket nella città teatina? E soprattutto…si tornerà a sentire il rumore del pallone sul parquet? Come disse Manzoni: “Ai posteri l’ardua sentenza” e tutti i tifosi teatini, dal primo all’ultimo, sperano di riempire spalti e cuore la domenica pomeriggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy