Serie B – L’Amatori supera Isernia e rompe la striscia negativa

Serie B – L’Amatori supera Isernia e rompe la striscia negativa

Pescara batte la compagine molisana con 16 punti di Capitanelli e con l’importante recupero di Emidio Di Donato

Larga vittoria per Pescara, che fa il proprio dovere e si impone 74-42 nel match contro i molisani, interrompendo così la striscia negativa raccolta nell’ultimo periodo. Percentuali non eccelse per nessuna delle due squadre, ma l’Amatori da metà primo quarto in poi ha controllato la sfida, concedendo pochissimo agli ospiti. Coach Salvemini ha mandato a referto tutti e dieci i suoi atleti, tutti con un minutaggio superiore agli undici minuti.

Gli ospiti sono stati capaci di segnare 13 punti nei primi cinque minuti, ma poi hanno faticato tantissimo a centrare il canestro e a trovare tiri puliti, andando a sbattere contro la difesa pescarese e collezionando ben 19 palle perse. Per l’Amatori, il miglior marcatore è stato Andrea Capitanelli, abile a far valere il mismatch sotto canestro, firmando 16 punti.

L’Amatori presenta Di Donato e Valentini già nello starting five di partenza: il primo, al rientro da titolare dopo l’infortunio e il secondo all’esordio casalingo. Entrambi, alla fine, saranno protagonisti positivi del match. Con loro, nella formazione di partenza, Rajola, Pepe e Capitanelli. Isernia recupera Norcino e lo schiera assieme a Smorra, Patani, Sipala e Serio.

L’avvio di gara è segnato da Ferdinando Smorra, che con una stoppata e con due bombe da lontanissimo porta avanti gli ospiti (4-8). Pescara rimane in scia con quattro punti di fila di Capitanelli e con la tripla firmata Di Donato, mentre Valentini si presenta al suo nuovo pubblico sia in difesa che in veste di assistman.  Sul 7-10, comunque, Coach Salvemini decide di chiamare il suo primo time-out. Patani allunga ancora con una tripla dall’angolo, ma ormai l’Amatori si è risistemata, non si scompone e piazza un break di 9-0, facendo girare bene la palla e sfruttando la sua qualità dentro l’area. Norcino spezza il blackout, ma in realtà è solo una piccola parentesi nel monologo dei padroni di casa: Valentini dentro l’area è una sentenza e Capitanelli si presenta in lunetta per il 20-15 che chiude il primo parziale, mentre anche Ucci fa il suo esordio nel campo di casa. I venti punti dell’Amatori portano la firma di soli tre giocatori, che fanno valere la propria caratura nel pitturato.

La squadra di casa si presenta in apertura di secondo quarto con un quintetto totalmente diverso, con il solo Di Donato confermato rispetto allo starting five (anche lui, presto, rifiaterà, con Bini che prenderà il suo posto). L’Amatori, nonostante i cambi, continua a comandare, pur sfondando presto il muro dei cinque falli. Grosso appoggia al ferro il  +7, mentre Sipala rintuzza lo svantaggio ospite, prima di abbandonare definitivamente la contesa per una sfortunata distorsione alla caviglia. Pescara si lancia nuovamente in avanti con una bomba di Pepe e con un canestro di Bini, ma, ottenuto il vantaggio a doppia cifra, comincia a fare troppa fatica a segnare, pur continuando a difendere positivamente. Coach Salvemini ferma il gioco e intanto schiera di nuovo il quintetto iniziale; la circolazione di palla migliora e diventa davvero buona, ma gli errori al tiro continuano, sia da vicino che da lontano; sul finire del tempo, però, un canestro di Emidio Di Donato rompe la maledizione e poco dopo Pepe allunga sino al 36-24 che chiude il primo tempo.

Un bel canestro di Valentini, su assist di Pepe, apre il terzo quarto, anche se poco dopo l’ala deve lasciare il parquet perchè carico di falli personali (conditi anche da un tecnico). Quarto fallo e panchina anche per il molisano Patani, mentre i suoi compagni arrivano a quota 29 punti. Da lì, però, non si schiodano più: l’Amatori ne approfitta e con cinque punti di Rajola e di Pepe vola a +17. Coach Sanfilippo chiama time-out e da lì in poi Isernia riesce a segnare qualche punticino, ma senza poter accorciare le distanze in nessun modo, visto che Capitanelli continua a segnare sfruttando le sue lunghe leve e Pepe si presenta con regolarità in lunetta; il suo 3/4 ai liberi sigla il 55-34 con cui si chiude il tempino.

Anche l’ultimo parziale si apre con un canestro di Valentini, rientrato sul parquet per giocare l’intero tempino al pari di Bini, Capitanelli Ucci (che intanto firma il suo primo canestro in biancorosso). Entrambe le squadre in questa fase realizzano i propri punti da sotto, con Capitanelli a incrementare il proprio bottino e Patani e Gazineo a limitare lo svantaggio ospite. Bini firma le ultime emozioni del match, prima che le due contendenti chiudano in anticipo la sfida sul 74-42.

Il Presidente dell’Amatori Carlo Di Fabio ha scelto di commentare brevemente la gara : “Vittoria che non cambia di una virgola il senso delle cose: sono ben altri gli ostacoli da superare. Faccio i miei complimenti allo staff per il lavoro svolto in settimana, con il recupero degli infortunati“.

Amatori Pescara- Basket Isernia 74-42  (20-15; 36-24; 58-34)

Amatori PescaraPelliccione 2, Pepe 14, Rajola 5, Battaglia 2, Grosso 2, Valentini 13, Ucci 2, Di Donato 12, Bini 6, Capitanelli 16.Allenatore: Giorgio Salvemini.

Tiri dal campo: 25/72 (35%), tiri da due punti: 20/45 (44%), tiri da tre punti  5/27 (19%), tiri liberi 19/22 (86%). Rimbalzi 52.

Basket Isernia: Norcino 5, Smorra 7, Triggiani, Patani 13, Melchiorri 2, Serio, Gazineo 9, Sipala 4, Lenti Ceo 2. Allenatore: Antonino Sanfilippo.

Tiri dal campo: 16/62 (26%), tiri da due punti: 12/33 (36%), tiri da tre punti 4/29 (14%), tiri liberi 6/12 (50%). Rimbalzi 41.

Vincenzo De Fanis – Ufficio Stampa Amatori Basket

Fotogallery a cura di Daniela Tamborriello

Capitanelli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy