Premio Pierfrancesco Betti. In Serie B vince Pino Corvo

Premio Pierfrancesco Betti. In Serie B vince Pino Corvo

Pino Corvo (direttore sportivo Virtus Arechi Salerno) si è aggiudicato la seconda edizione del Premio Pierfrancesco Betti per la Serie B Old Wild West.

di La Redazione

Pino Corvo (direttore sportivo Virtus Arechi Salerno) si è aggiudicato la seconda edizione del Premio Pierfrancesco Betti per la Serie B Old Wild West.

Il riconoscimento, istituito da Lega Nazionale Pallacanestro per ricordarne la figura, viene assegnato ai dirigenti finalisti della LNP Coppa Italia Old Wild West 2019 tramite votazione delle 8 squadre partecipanti alla manifestazione.

Il trofeo verrà consegnato venerdì 1 marzo prima dell’inizio della gara tra Amadori Cesena e Virtus Arechi Salerno, quarto di finale della LNP Coppa Italia Old Wild West 2019 di Serie B, a Porto Sant’Elpidio.

Di seguito una breve intervista a Pino Corvo sull’assegnazione del Premio.

– Pino Corvo, è stato eletto miglior dirigente della LNP Coppa Italia Old Wild West 2019 dalle 8 squadre partecipanti. Che importanza ha per lei questo riconoscimento, dedicato alla memoria di Pierfrancesco Betti?
“È una grande soddisfazione, soprattutto per il fatto che questro Premio venga conferito da altri addetti ai lavori. Ho avuto l’occasione di conoscere Pierfrancesco da avversario, negli anni in cui ho giocato. In carriera ha lavorato anche a Napoli. Ha fatto benissimo ed era un dirigente molto stimato. Il fatto che questo premio sia dedicato a lui mi inorgoglisce”.

– Che stagione è stata fin qui per la sua squadra?
“Il girone d’andata è stato ottimo ed in linea con i nostri programmi. Abbiamo perso solo due gare ed una di queste al supplementare. Siamo una squadra ambiziosa che da dicembre è stata condizionata da alcuni infortuni. Da quelli occorsi a Gianmarco Leggio a Paolo Paci, passando per quelli a Massimiliano Sanna e Lorenzo Tortù. Non abbiamo mai usato questa situazione come alibi e, di certo, non lo faremo adesso. La Società è stata bravissima e si è attivata da subito sul mercato per sopperire agli infortuni. Per citare un esempio, penso all’innesto di Njegos Visnjic dopo l’infortunio di Paolo Paci”.

– Come arrivate alla Coppa Italia?
“Il nostro desiderio sarebbe giocarla al completo, ma siamo consapevoli che non sarà possibile. Speriamo di poter recuperare qualcuno degli infortunati. Leggio è già rientrato in campionato e anche Tortù dovrebbe farcela. Andiamo alla Coppa Italia per giocarcela fino in fondo. Abbiamo voglia di essere protagonisti perché sarebbe il giusto premio dopo un grande girone d’andata e considerando l’importante cammino che stiamo intraprendendo”.

Area Comunicazione LNP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy