Presentata ufficialmente la nuova realtà forlivese

Presentata ufficialmente la nuova realtà forlivese

Commenta per primo!

Si è ufficialmente aperta questa mattina una nuova importante pagina del basket forlivese, una data ‘spartiacque’ che segna la rinascita della pallacanestro ad alti livelli dopo la triste vicenda targata Boccio. Nel salone comunale di Forlì, infatti, è andata in scena stamani la presentazione della nuova Pallacanestro Forlì (il nome definitivo, poi, sarà scelto direttamente dai tifosi entro il 2 giugno su www.pallacanestroforli2015.it), società proveniente dalla vicina Lugo da cui ha ereditato proprio il titolo sportivo della Orthos. Alla presenza, tra gli altri, del sindaco Davide Drei, dell’assessore allo sport Sara Samorì e ad un indimenticabile ex quale Andrea Niccolai (invitato all’evento solamente in funzione di ‘testimone’ della bontà del nuovo progetto), è Pietro Basciano, Presidente Lnp, a spiegare l’evoluzione della telenovela-Forlì fino al giorno d’oggi. “Mi sto personalmente occupando della complicata situazione forlivese fin da quando sono stato eletto Presidente, quasi sono diventato un vistro tifoso – scherza – Ad ogni modo abbiamo preso atto di quanto successo nella scorsa estate, ed a questo punto ho allacciato da subito importanti contatti con l’assessore Samorì e con il Presidente della Fip Petrucci, tentando di riportare la piazza di Forlì dove merita, vale a dire ai piani alti del basket nazionale. Tra le varie proposte giunte sul tavolo, abbiamo ritenuto che quella di Giuseppe Rossi fosse la migliore, convinti che tale proposta avrebbe portato risultati positivi sia per la città di Forlì che per il movimento nazionale”.

Proprio lo stesso Rossi, quindi, prende la parola. “Rispetto a tutte le altre piazze siamo in grandissimo ritardo, non lo metto in dubbio – spiega – Per prima cosa, comunque, dovremo sbrigare le varie questione burocratiche, e quindi comunicare entro il 9 luglio il cambio di sede, di colori sociali e di denominazione, per fare in modo che il 18 luglio il Consiglio Federale ratifichi a tutti gli effetti la ‘nascita’ della nuova Forlì. Proprio in queste settimane, inoltre, stiamo costituendo la nuova società con base in città, mentre in un secondo momento ci trasformeremo da società dilettantistica a società per capitali, aprendo di fatto la porta a tutti i forlivesi che vorranno partecipare alla nuova avventura. Attualmente io stesso sono socio unico, ma tengo a ribadire che la società dovrà essere prettamente forlivese”. Ma come sarà composta, dunque, la Pallacanestro Forlì? “Innanzitutto, una volta costituita la società per capitali, andrà necessariamente verificata l’entità del capitale sociale, e solo a quel punto vedremo chi e in che maniera vorranno partecipare. Per certo ci sarà un consiglio d’amministrazione stabile a governare il tutto, e soprattutto occorrerà l’approvazione dell’amministrazione comunale per ogni singolo nuovo ingresso. Nei prossimi giorni, infine, riempiremo le varie caselle per quanto concerne direttore sportivo e general manager, abbiamo già qualche nome ma comunicheremo il tutto in un’unica occasione”.

Passando, dunque, alla parte puramente sportiva, attualmente l’unico componente dello ‘spogliatoio’ futuro è il solo Gigi Garelli, che già da diverse settimane ha accettato il ruolo di capo allenatore della nuova realtà forlivese. “L’emozione per il ritorno nella città che oramai considero mia è davvero tanta – esordisce – Non nascondo di aver nutrito qualche dubbio negli scorsi mesi, ma poi il conforto dell’amministrazione comunale e soprattutto la spinta di Rossi, che conosco da tempo, ha alla fine prevalso su tutti i punti di domanda che mi giravano per la mente. Ovviamente partiremo completamente da zero, e questo non sarà per nulla facile rispetto ad altre realtà già affermate. Lo staff dirigenziale, come già detto dallo stesso Presidente, si andrà a comporre nelle prossime settimane, mentre a livello tecnico ho già individuato i miei due assistenti nelle figure di due forlivesi ‘doc’ quali Alessandro Tumidei ed Alberto Serra. La parte atletica, invece, sarà affidata all’esperienza di Roberto Gilli, mentre quella sanitaria vedrà il ritorno del medico sociale Franco Spadoni a cui andrà abbinato il Fisiology Center quale struttura per i vari recuperi fisici. I componenti del futuro roster? Vi sembrerà strano, ma credetemi che finora non avuto nemmeno un minuto per poter pensare alla squadra. In tempi brevi, ad ogni modo, valuterò per prima cosa i ragazzi dell’Orva Lugo dell’ultimo campionato, pur considerando che nessuno di loro è sotto contratto per la prossima stagione. Voglio però sottolineare che la piazza di Forlì non può disputare una Serie B per il gusto di farla, chiaramente vorremmo starci il meno possibile puntando fin da subito, si spera, ad una promozione”.

Lo sponsor della nuova squadra, infine, come già si vociferava da tempo, sarà ‘Unieuro’ (già associato qualche stagione fa ai colori biancorossi con la denominazione ‘marcopoloshop.it’), come dichiarato dai presenti Giuseppe Silvestrini, Presidente del gruppo Unieuro, e Giancarlo Nicosanti, Amministratore Delegato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy