Qui Treviso: Pittis smorza le polemiche sulla campagna abbonamenti

Qui Treviso: Pittis smorza le polemiche sulla campagna abbonamenti

Commenta per primo!

Come tutti i neofiti e tutti gli esseri umani, abbiamo commesso degli errori. E mi dispiace annunciarvi che sicuramente ne commetteremo altri. Non cercheremo mai alibi perchè è da perdenti farlo. Non nasconderemo mai la testa sotto la sabbia, perchè è da codardi. Non incolperemo mai gli altri, perchè è da infami. Noi ci assumiamo le nostre responsabilità.
Ma l’unico modo per crescere e migliorarsi è proprio questo: sbagliare.
Nella nostra storia abbiamo vinto tanto perchè abbiamo perso tanto. E quelle sconfitte ci hanno insegnato e stimolato a vincere.
Allora, se vogliamo tornare grandi, abbiamo bisogno di un favore da parte di tutti: quando sbagliamo anzichè partire con le critiche e la protesta, dateci consigli.
Noi li ascolteremo e poi decideremo.
Dico questo perchè negli ultimi giorni ne ho lette e sentite di ogni, alcune corrette altre solo per il gusto di criticare. Il confronto è costruttivo, la critica secondo me è distruttiva e spesso diventa contagiosa, provocando disastri. Ed in un momento come questo, in cui stiamo mettendo le fondamenta per costruire qualcosa…
L’altro giorno ho molto apprezzato l’atteggiamento dei Fioi che hanno capito quanto fosse importante essere vicini alla squadra, parcheggiando la polemica fuori dalla palestra. E di questo vi ringrazio. Poi discuteremo sul merito, ognuno con le proprie opinioni e come sempre troveremo una soluzione.
Concludo dicendo la cosa più importante: di tutto quello detto sopra, cioè del diritto allo sbaglio e di conseguenza alla sconfitta, chi ne avrà più bisogno saranno prorpio i ragazzi in campo. La squadra è nuova e dev’essere costruita ed amalgamat in poco tempo. Il campionato è difficilissimo se pensate che su 54 squadre solo 3 saliranno in Silver. E tutti, per battere Treviso, daranno il 120%.
Non promettiamo vittorie, non promettiamo promozioni. L’unica cosa che possiamo promettere è impegno, che assieme al vostro entusiasmo e supporto può diventare una bomba. E allora si che potremmo divertirci..
Ciao a Tutti
Commenta così sulla pagina Facebook “Treviso: Io Ci Sono!” Riccardo Pittis in merito alle critiche emerse dopo l’apertura della campagna abbonamenti a prezzi secondo alcuni troppo alti per una DNB, e alcune lamentele raggiunte alla società in quanto i punti vendita per gli abbonamenti sarebbero raggiungibili in pochissimi luoghi della provincia oppure nel centro storico. Inoltre, i tifosi non sono rimasti contenti in quanto non è stata praticamente data alcuna prelazione a chi ha partecipato all’azionariato popolare.
Continua comunque a gonfie vele la campagna abbonamenti con oltre 150 abbonamenti venduti di 600 disponibili,a 3 giorni dall’apertura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy