Roma passa, ma di fronte una gran bella Palestrina

Roma passa, ma di fronte una gran bella Palestrina

Commenta per primo!

Pallacanestro Palestrina-Acea Virtus Roma 83-84 (22-14, 17-18, 29-21, 15-31)

PALESTRINA: Bisconti 15, Mattei, Rischia 7, Sale, Rossi 26, Molinari, Pecetta 1, Pierangeli 14, Brenda 3, Stirpe 6, Gagliardo 8, Pozzi 2. All. Lulli

VIRTUS ROMA: Benetti 15, Callahan 21, Meini 5, Bonfiglio 4, Leonzio 4, Maresca 6, Casagrande 14, Giampaolo, Zambon, Voskuil 12, Garofolo 2. All. Saibene

Si è svolta questo pomeriggio sul campo di Palestrina la prima partita di preseason dell’Acea Virtus Roma. Dopo una settimana intensa di lavoro atletico e solo pochi 5 contro 5 all’attivo per privilegiare l’aspetto fisico, la Virtus ha potuto testare la propria condizione in un incontro in cui entrambe le squadre hanno lottato come in una gara vera. La Virtus è cresciuta con il passare dei minuti dopo un avvio in salita in cui ha dovuto mettere in campo rotazioni anomale nel reparto lunghi, con Callahan toccato duro sul fianco destro e Zambon fuori già dal primo quarto per un problema a un piede. Finale 83-84, degne di nota le prestazioni di Callahan e Benetti, oltre a un bel canestro dalla distanza del baby Garofolo.

Al PalaIaia una buona cornice di pubblico e amichevole giocata su quattro quarti con punteggio azzerato, una prova convincente dei prenestini che nel computo finale vedono un 82-83 che rispecchia non fedelmente l’andamento generale. Primo canestro della stagione di Pierangeli, Palestrina fa suo il primo tempino (22-14) mettendo in mostra un buon gioco e col quintetto a segno al completo. Rossi inizia la sua serie di triple che lo faranno uscire dal campo tra gli applausi (26 a referto), mentre Roma si sorregge sulla freschezza del giovane Benetti e le giocate del veterano Callahan (top scorer dei romani con 21). La seconda frazione termina 17-18. Spettacolare il terzo quarto con gli attacchi che la fanno decisamente da padrone, azioni molto veloci da una parte e dall’altra e Rossi devastante. Pubblico che si diverte e applaude pure ai movimenti del neo arrivato Bisconti, Palestrina che sembra dilagare segnando la bellezza di 29 punti nel periodo, contro i 21 di una Virtus che rimane parzialmente in scia su una lunga serie di tiri liberi. Nell’ultima frazione comunque Roma è decisa a riscattarsi e, complice soprattutto l’ampia rotazione data a tutti i giovani da coach Lulli, riesce ad aggiudicarsi nettamente questo parziale (14-30) e a far arridere di un solo punto il computo totale di tutti i periodi giocati. Gloria personale pure per Pecetta che mette a segno un tiro libero, tripla per Brenda e finale in crescendo pure per Stirpe.

Il commento di coach Lulli: “Al termine di quella che era la prima amichevole mi posso ritenere pienamente soddisfatto di quanto visto. Anche dal punto di vista fisico nonostante le due settimane di preparazione ci siamo mossi bene, ma quel che contava era riuscire già a cercarci e giocare di squadra. Non ci sono altri obiettivi che potevo fissare ai miei ragazzi dopo così poco tempo, quello che volevo l’ho ottenuto e ci fa ben sperare. Ora ci aspetta ancora tanto lavoro e andiamo avanti così con questo spirito: aiutarsi sia in attacco che in difesa.”

Questo il commento di coach Saibene al termine dell’incontro: «E’ stata la prima partita dopo un’intensa settimana di lavoro atletico e tecnico. Abbiamo cominciato a giocare i primi 5 contro 5 solo due giorni fa, le difficoltà incontrate sono ovviamente legate a questa situazione ma l’andamento della partita testimonia la crescita progressiva della chimica di squadra. Abbiamo preso il giusto ritmo chiudendo in crescendo, il che è confortante dal punto di vista fisico, ma c’è ancora molto lavoro da fare sul piano tecnico sia in attacco che in difesa».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy