Seire B. Qui Fiorentina, con Padova prova del fuoco

Seire B. Qui Fiorentina, con Padova prova del fuoco

Commenta per primo!

Sarà una prova difficile per i Viola quella che gli attende all’esordio in campionato tra le mura amiche con la solidissima Padova (orario di inizio ore 21,15 presso l’impianto di San Marcellino, zona Firenze Sud). Sebbene neopromossa la squadra veneta può vantare un gruppo solido, ben rodato, in cui ogni pedina compone con l’altra, da ormai tre anni, un mosaico perfetto sotto la guida di un esperto direttore d’orchestra, quel coach Friso che ha avuto il merito di assemblare e formare una squadra di rango assoluto. Stella della compagine il play Busca, con un illustre passato in serie A. Nessun biglietto di presentazione pare necessario per lui, come del resto per Tuci, esperto pivot di provenienza Pistoia con tanti punti nelle mani. Innesti preziosi in un complesso già insidiosissimo per qualunque avversario. Salieri conosce la difficoltà di questo confronto e sa che senza una Fiorentina ai limiti della perfezione sarà pressochè impossibile aggiudicarsi i due punti. I giovani toscani, la squadra di “Selly” vanta nelle proprie fila ben sei under, dovranno sopperire all’assenza di esperienza con tantissima volontà per poter avere la meglio sullo spessore e la fisicità dei veneti che per il loro modo di giocare lasciano pochi punti nelle mani degli avversari. D’altra parte il continuo avvicendarsi di giovani promesse, prese per provarle direttamente sul campo in una squadra realizzata in pochi giorni, ha impedito al momento la creazione di un gruppo omogeneo. Il play Mohamed Tourè, giocatore dalle potenzialità infinite secondo il Coach, la guardia di provenienza reggiana, Simone Lasagni, e l’ala piccola nonché capitano Andrea Marusic, il play/guardia Andrea Giampaoli, vecchia conoscenza del basket fiorentino, sono i cardini su cui si basa la compagine gigliata. I giovani sostiene l’esperto Salieri, hanno fatto progressi enormi in questi giorni di duro lavoro. Basteranno grinta ed entusiasmo per avere la meglio? Sarebbe l’inizio di una favola stupenda che città ma soprattutto la Società, che ha brillato in questo incipit di stagione per professionalità, serietà ed un coraggio da leoni meriterebbero davvero..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy