Serie B. A Cento arriva Cecina. PalaAhrcos vestito a festa, tutto pronto per la supersfida

Serie B. A Cento arriva Cecina. PalaAhrcos vestito a festa, tutto pronto per la supersfida

Commenta per primo!

È un PalaAhrcos vestito a festa, come nelle migliori sere di gala, quello che attende (quasi soldi out ) l’arrivo della capolista Cecina (domani sera ore 21 fischiano i veneti Gallo e Chiodi). I toscani di coach Campanella saranno accompagnati da un folto seguito di tifosi, nella tana di una Tramec decisa a far cadere la sua imbattibilità .Biancorossi che non possono perdere più terreno in classifica e che sono stimolatissimi nel cercare di bloccare un autentico rullo compressore come si sta dimostrando la compagine toscana. Il totem Michele Benfatto ha le idee chiare a tal proposito « Non parlerei di gara della svolta – annuisce il Benfa- ma di gara che deve farci capire come stiamo realmente. I pronostici estivi sono una cosa, la realtà e che in questo momento loro sono davanti a noi. Abbiamo cambiato modo di giocare, certamente- continua il gigante griffato Tramec- e in questo mese con il nuovo coach abbiamo fatto importanti progressi. Ecco: la gara di domani è importante ma sappiamo che tutti noi abbiamo un obbiettivo da raggiungere, ovvero le prime 4 posizioni dei play off per poi giocarci da aprile in avanti qualcosa di importante. Abbiamo perso già troppo tempo e troppe partite, per cui è ora di iniziare la nostra rincorsa, ovvio uscire sconfitti domani sera mi darebbe molto fastidio».

Il Benfa-pensiero è rivolto ai suoi probabili avversari, Gambolati e Medizza due lunghi veri: « Era ora- sorride il centro patavino- sono i pivot con cui riesco a confrontarmi meglio.Scherzi a parte è il gioco d’ insieme, il collettivo che fa la differenza, noi non siamo secondi a Cecina, è li con le qualità di tutti noi che possiamo batterli».

E a proposito di squadra, dall’ alto dei suoi 207 cm giudica il suo nuovo compagno Lorenzo Brighi: «Ragazzo e umile che ha voglia di imparare e che ci ha dato quella scossa che ci mancava, giocatore esplosivo di talento che ci serviva tantissimo, che inventa prima per il compagno, poi per se stesso, ed è entrato nel nostro sistema di gioco in punta di piedi con tanta umiltà e non è un dettaglio da poco».

Altro dettaglio non da poco: domani sera gli Old Lions ritorneranno ad incitare la squadra dopo lo sciopero di settimana scorsa: «Capisco la loro delusione, ma qui c’è gente che non è venuta a fare il mercenario- attacca Benfatto- siamo professionisti e stiamo lavorando duro per coltivare un sogno. Ed è nei momenti più difficili che bisogna fare quadrato tutti insieme, certo sabato scorso ha fatto effetto la curva in silenzio ma noi dobbiamo pensare al campo ».

Campo minato per Cecina quello del PalaAhrcos « Dobbiamo ancora vedere i video delle loro partite – ci dice il giocatore patavino – sappiamo che hanno qualità grinta e determinazione, sono molto aggressivi sui portatori di palla, se sono imbattuti vuol dire che sono forti.Lo siamo anche noi – annuisce il lungo patavino – lo dobbiamo dimostrare con continuità giocando di squadra.Io i giocatori non li conosco personalmente, mi parlano bene di Caroti e Fratto, ma con tutto rispetto anche noi abbiamo giocatori di talento pronti ad essere decisivi».Si, quel talento che spesso fa la differenza: ma il basket è fatto di cuore sacrificio ed umiltà. Se la Tramec lo aggiunge al talento, sono grossi problemi per gli avversari dei biancorossi. Anche per Cecina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy