Serie B: Aquila Palermo a Scafati per riprendere la corsa alla A.

Serie B: Aquila Palermo a Scafati per riprendere la corsa alla A.

Commenta per primo!

Palermo – L’attesa è terminata. L’Aquila Palermo di coach Gianluca Tucci vola verso l’esordio di Scafati, in programma domani alle 18 al PalaMangano della cittadina campana, contro la neopromossa Cesarano. L’Aquila cerca di riprendere da dove ha terminato la scorsa stagione, la finale promozione in A/2 persa proprio contro un’altra squadra campana e sempre della provincia di Salerno, Agropoli,

Una squadra più lunga, duttile, quella palermitana, con giocatori capaci di sdoppiarsi in più ruoli e di cambiare tanto anche in difesa, l’Aquila Palermo versione 2015/16. Abbassata anche l’età media, con l’inserimento di giovani prospetti, con un passato recente in categorie superiori. Confermato, invece, un blocco sostanzioso di quelli che in finale c’erano e che, quest’anno, vogliono assolutamente tornare a giocarla.

A Scafati, l’unico assente sarà il neo capitano Nelson Rizzitiello, al quale però sono giunte buone notizie in vista del recupero dal suo serio infortunio al ginocchio: in settimana, infatti, l’ala piccola potrà tornare progressivamente al lavoro agonistico coi compagni, essendo riuscito col duro lavoro a fianco del preparatore Salvatore Poma ad accorciare drasticamente i tempi di rientro.

“Siamo contenti e carichi per questo inizio di campionato, lo aspettiamo dalla finale contro Agropoli – esordisce il coach biancorosso Gianluca Tucci -. Sarà un inizio abbastanza complicato, le squadre si conoscono poco, e noi abbiamo cambiato la metà del nostro roster. Ci vorrà del tempo. Però sappiamo anche che, almeno per il primo mese, saranno i nervi la chiave di lettura di ogni gara. E’ molto importante arrivare con la concentrazione giusta e la sostanziale conoscenza degli avversari. Abbiamo studiato Scafati, dovremo metterli in difficoltà per far valere la nostra panchina lunga”.

Torna sul luogo che lo ha visti protagonista di una grande stagione culminata con la promozione in A/2 con la Givova Scafati, il centro biancorosso Riccardo Antonelli che insieme al neoavquisto Requena costituiva l’asse vincente di quella squadra e che conosce molto bene l’ambiente che troverà l’Aquila in terra di Campania.

“Sarà una partita difficile, loro sono una buona squadra – spiega il centro Riccardo Antonelli -. Hanno un quintetto base molto forte e validi elementi in panchina. La preparazione è stata dura, ci siamo impegnati al 100% per arrivare ad inizio stagione con una forma fisica decente. A Scafati troveremo un ambiente caldo, lo so bene. Dovremo restare calmi e concentrati, anche nelle situazioni arbitrali che magari ci vedranno a sfavore, bisognerà essere tosti e duri fisicamente tutta la partita perché noi siamo più lunghi”.

“Abbiamo puntato molto sulle motivazioni dei ragazzi che sono rimasti, ma anche su quelle di chi è arrivato – prosegue coach Tucci -. Tutti giocatori che, per un motivo o per un altro, vengono da belle esperienze vissute non esattamente da protagonisti e che giustamente hanno gran voglia di mettersi in gioco in Aquila. Sappiamo di aver generato aspettative nei nostri tifosi e nella città dopo il finale dello scorso campionato, e quindi abbiamo impostato tutto sull’etica del lavoro. Non siamo ancora al top della forma, ma all’esordio non sarebbe neanche giusto né normale averla. Quello che dobbiamo pretendere da noi stessi il rispetto per quella che è l’ambizione, e se vogliamo difendere questo concetto dovremo essere subito pronti a sbucciarci le ginocchia e andare su ogni pallone”.

Palla a due ore 18. Arbitri dell’incontro saranno da Marco Guarino di Campobasso e Biagio Napolitano di Acerra (Na).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy