Serie B: Aquila Palermo ad Agropoli per fare la storia

Serie B: Aquila Palermo ad Agropoli per fare la storia

Commenta per primo!

Ancora una trasferta, ancora un’impresa da cogliere lontano da casa. L’Aquila Palermo si ritrova in Campania, ad Agropoli, sul parquet della squadra che ha dominato indiscutibilmente il girone D di Serie B in stagione regolare e che ha saputo spazzare via agevolmente tutto ciò che gli si è parato davanti lungo il cammino nei playoff. Questa sera, però, in palio non ci saranno i due punti, ma il primo atto di una finale storica per i palermitani, raggiunta meritatamente e con sacrificio.

E’ tutto pronto al PalaDiConcilio per il primo dei due confronti in tre giorni tra la Bcc Agropoli di coach Paternoster e l’Aquila Palermo di coach Gianluca Tucci. Le due squadre arrivano a questa serie finale dopo percorsi assai diversi tra loro: i cilentini non hanno faticato contro Martina Franca (2-0) e Pescara (3-0), mentre i biancorossi sono reduci dall’avvincente semifinale contro Bisceglie, strappata grazie a due vittorie esterne in Gara5 e, soprattutto, in Gara5.

Una macchina quasi perfetta Agropoli in campionato, chiuso al primo posto con 22 vittorie e sole 4 sconfitte, dati che non devono spaventare un’Aquila che ha già dimostrato di poter superare ogni ostacolo, anche quelli apparentemente insormontabili: “Ci crediamo fortemente – dichiara l’allenatore dei palermitaniGianluca Tucci a poche ore da Gara1 -. Non siamo paghi di quanto fatto finora, pur sapendo che la finale promozione per la Serie A rappresenta già di per sé un risultato storico per Palermo”.

Le differenze, nei playoff di pallacanestro, sembrano create apposta per annullarsi nella post season, dove a contare è soprattutto la condizione fisica, quella mentale e la preparazione delle varie sfide: “Dobbiamo far fruttare le cinque gare dalle quali proveniamo – rimarca coach Tucci, tornando alla serie con Bisceglie -, perché ci hanno dato la certezza di saper lottare. Fisicamente abbiamo recuperato le forze in questi otto giorni e tatticamente speriamo di aver fatto un ulteriore passo in avanti. Dovremo essere quasi perfetti per vincere fuori casa, ma se siamo in finale dopo tre vittorie in trasferta vorrà dire che abbiamo le possibilità di vincere ancora lontano da casa. E sappiamo che tutta Palermo ci segue”.

Palla a due questa sera, al PalaDiConcilio di Agropoli, dalle 20,30, in un primo atto di una finale dal sapore storico per la pallacanestro palermitana. Un’altra occasione di scriverne una nuova pagina.

La gara sarà arbitrata da Mauro Pansecchi di Pavia e Aydin Azami di Bologna

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy