Serie B. Basket Scauri. Trasferta insidiosa a Catanzaro.

Serie B. Basket Scauri. Trasferta insidiosa a Catanzaro.

Dopo la sconfitta interna con Teramo, il Basket Scauri vuole riprendere il percorso iniziato a Viterbo.

Commenta per primo!

Sarà uno Scauri voglioso di rifarsi quello che domenica scenderà sul campo di Catanzaro. Dopo la sconfitta interna della scorsa settimana, frutto di una gara approcciata molto male dalla compagine tirrenica, dove è stato subito il gioco avversario, ecco l’occasione per rifarsi immediatamente.
La trasferta non è delle più agevoli, anche perché Scauri troverà un Catanzaro ancora a zero punti e desideroso, a sua volta, di trovare quella vittoria che possa dare morale alla squadra.

Fino ad oggi il Basket Scauri ha incontrato Viterbo e Teramo. Nella prima giornata i delfini del Presidente Roberto Di Cola hanno sciorinato una prestazione superlativa, vincendo in Tuscia con 27 punti di scarto, frutto di un ottima prova del collettivo. Lo stesso che invece è mancato nella successiva partita interna con il Teramo Basket 1960, dove a parte le prove di Daniele Mastrangelo e Luca Antonietti, poco altro si è visto da parte del gruppo, nonostante le diverse soluzioni provate da Enrico Fabbri. Per quanto riguarda le statistiche, anche se dopo due giornate è ancora presto per fare delle valutazioni, Santiago Boffelli è il migliore realizzatore della squadra, con 18 punti di media (e il 50% da tre punti), seguito a ruota da Daniele Mastrangelo (15,5) e Luca Antonietti (14 oltre a 7 rimbalzi), mentre Dante Richotti si conferma il migliore distributore di assist (4,5). Quello che salta all’occhio è lo spazio che Enrico Fabbri ha concesso a tutti i suoi giocatori, scesi in campo per almeno 10 minuti in media.
La squadra nel frattempo si è allenata in settimana con grande intensità, con doppie sedute giornaliere, per migliorare le proprie prestazioni, sia sotto l’aspetto tattico che psicologico. Si tratta di un gruppo giovane, di prospettiva, e come tale sarà solo con l’allenamento e la dedizione che potrà perseguire gli obbiettivi che si è prefissata la Società nel nuovo progetto che ha ora intrapreso. “Dobbiamo dimenticarci i fasti dello scorso anno. I tifosi devono pensare che abbiamo un progetto i cui risultati non si vedranno immediatamente, ma nel lungo periodo. Far crescere i giovani e conservare la permanenza in Serie B, questa è la nostra missione. Raggiungere i play-off sarà il premio per il lavoro svolto“, così il Presidente Roberto Di Cola.

Dal canto suo la Mastria Vending Catanzaro, che in estate ha visto partire Giacomo Sereni, il suo elemento più rappresentativo, approdato al Basket Barcellona nello stesso girone C, ha iniziato male il campionato con due sconfitte (Luiss e Patti), al quale si è affacciata con la prospettiva di migliorare la posizione dello scorso anno, nel quale ha sfiorato per pochissimo la qualificazione ai play-off promozione. L’uomo di punta è il capitano, la guardia Gianluca Carpanzano, che già nelle prime due uscite ha dimostrato tutto il suo valore con una media di oltre 20 punti a partita, ben supportato dal neo arrivato Dario Guadagnola, un’ala-centro di 201 cm dalla mano calda, che lo scorso anno ha contribuito in modo determinante alla salvezza di Venafro, dalla guardia Tomas Di Dio, dal giovane e talentuoso italo-argentino Nicolas Morici e dall’esperto Davide Naso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy