Serie B. Bastano tre quarti a Teramo per aver ragione della Stella Azzurra

Serie B. Bastano tre quarti a Teramo per aver ragione della Stella Azzurra

Solita grande prova per la coppia Tessitore-Papa, che insieme mettono 43 punti a referto. Per i romani bene Cassar e Pucci.

Commenta per primo!

L’impertativo categorico in casa Teramo Basket è solo uno: vincere. La delusione per aver dato la prima gioia in campionato a Viterbo è ancora impressa nella mente dei giocatori e di coach Bianchi, che in settimana ha voluto analizzare la partita di domenica scorsa per prepararsi al meglio alla sfida di oggi, soprattutto dal punto di vista mentale. Per quanto riguarda gli ospiti, il grande passivo delle ultime tre sconfitte in trasferta è un campanello d’allarme non indifferente: i ragazzi di coach Germano D’Arcangeli vogliono dimostrare che ci sono dei progressi, anche lontani dal parquet casalingo.

La Meta Teramo scende in campo con il solito quintetto titolare: Salamina, Tessitore, Lagioia, Papa e Tomasello. Risponde la Stella Azzurra con Trapani, Provenzani, Pierantoni, Nikolic e Cassar.
Inizio di partita che vede il centro della squadra ospite Kurt Cassar commettere tre falli in neanche due minuti, coach D’Arcangeli è costretto subito a richiamarlo in panchina; le differenze a livello fisico e di esperienza vengono subito a galla, Teramo va spesso in lunetta e piazza subito un parziale di 7-0; gli ospiti difendono con grinta e tenacia, ma in attacco faticano a trovare giuste spaziature e peccano anche un po’ di indecisione nelle scelte; con l’ingresso di Pucci cambia completamente la musica per la Stella Azzurra, che infatti risponde con un controparziale di 13-0; il primo quarto vede i padroni di casa avanti 24-17. Due triple di Tessitore aprono il secondo periodo, Teramo stacca nuovamente la Stella Azzurra a +15. In soccorso degli ospiti arriva la terna arbitrale che assegna un fallo tecnico alquanto dubbio a Salamina: gli ospiti continuano, però, a viaggiare ad alti e bassi nella partita; ancora problemi di falli per Cassar, che aveva avuto un buon impatto finora nella partita e che adesso è costretto a rimanere a lungo in panchina; la partita continua ad essere una sfida tra esperienza, dei giocatori teramani, ed energia della Stella Azzurra: il risultato è che i biancorossi mantengono per tutto il quarto un ampio vantaggio, e alla pausa lunga sono avanti di 17 punti. Il terzo periodo riprende con due tiri liberi e possesso per il Teramo Basket a causa di un fallo tecnico fischiato al coach ospite; Fracesco Papa è sempre un fattore per i padroni di casa, e colleziona con due azioni personali un mini parziale di 5-0; gli ospiti provano a limitare i danni in difesa inserendo la zona 2-3; coach Bianchi risponde andando small ball schierando un quintetto ultraleggero con Lucarelli e Papa da 4 e 5; il distacco nel punteggio fra le due squadre continua ad essere largo, la Stella Azzurra continua a commettere ingenuità nella metacampo offensiva e tirano con percentuali non all’altezza della categoria; i canestri da oltre l’arco di Lagioia e Tessitore portano Teramo in vantaggio di 28 lunghezze e mettono una seria ipoteca sull’incontro. L’ultima frazione è puro garbage time, La Meta Teramo batte nettamente e con merito la Stella Azzurra Roma al termine di una partita dominata dall’inizio alla fine. Buona prova a livello di intensità per gli ospiti, che però non sembrano avere l’esperienza necessaria per poter competere seriamente nella categoria.

LA META TERAMO 8051 STELLA AZZURRA ROMA

Parziali: 24-17 ; 16-6 ; 22-12 ; 18-16

Tabellini

Teramo: Papa 23, Di Pietro, Gaeta, Nolli 3, Salamina 6, Lucarelli 5, Lagioia 8, Angelini 5, Tomasello 10, Tessitore 20.

Stella Azzurra: Ianelli 5, Provenzani 4, Pazin 5, Trapani, Nikolic 11, Antonaci, Seye, Cassar 14, Pucci 10, Pierantoni 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy