Serie B. Bergamo spettacolare, al capolinea l’imbattibilità di Orzinuovi

Serie B. Bergamo spettacolare, al capolinea l’imbattibilità di Orzinuovi

Commenta per primo!

Co.Mark Bergamo – Gagà Milano Orzibasket 68-65

Co.Mark Bergamo: Planezio 8; Bloise 12; Mercante 5; Permon ne; Panni 19; Milani 4; Scanzi 9; Chiarello 4; Pullazi 7; Bertocchi ne.

Gagà Milano Orzibasket: Motta 12; Mazzucchelli 0; Valenti 11; Perego 18; Samoggia 0; Cantone 4; Bona 7; Bracci 0; Ruggiero 13; Riccardi ne.

L’inizio di gara è frizzante ed esplosivo, soprattutto per Perego che sembra avere la mano fatata. Canestro dopo canestro, Orzinuovi costringe al timeout il coach di casa Cesare Ciocca dopo poco meno di 5 minuti, e sul risultato incoraggiante di 5-13 (di cui 9 soltanto per Perego). Non muore così facilmente però, una formazione come quella bergamasca, che si rifà sotto alla veloce e vuole rimettersi in partita. Al  rientro c’è uno scambio di triple che esalta il pubblico: apre la danza l’ex Alessandro Panni, risponde Ruggiero, poi Bloise e chiude il siparietto ancora Ruggiero (6-6). Si arriva alla prima sirena sul 19-25 per la Gagà, ma con la Co.Mark che si fa sempre più avanti.
Il secondo quarto è un braccio di ferro continuo: c’è molta tensione, complice il gioco duro concesso dagli arbitri in diverse occasioni. Nei primi tre minuti Bergamo fa 5-0, firmato tutto da Pullazzi e trova un sostanziale pareggio 24-25. Si continua punto a punto fino all’intervallo dove si va sul punteggio di 34-36.

Nel terzo quarto si gioca molto da lunetta. Entrambe le difese tengono senza respiro i rispettivi avversari e saranno due triple consecutive di fila di Bloise a contrassegnare il vantaggio di 4 punti, che rimarrà fino alla sirena (52-48).
Durante l’ultima frazione di gioco si paga tutta la tensione, con coach Eliantonio che si fa buttar fuori nei primi istanti di ripresa. Tocca al vice Nicola Sgrigna guidare la baracca, in una situazione decisamente sconfortante. Si arriva a 2 minuti dal termine con Chiarello che segno 2 punti pesantissimi, che mandano Bergamo sul 65-61. Poi un paio di azione inconcludenti da entrambe le parti, finché Orzinuovi è costretto a mandare in lunetta gli avversari, per provare a rimontare nell’ultimo minuto di gioco. Inizia Panni che fa 1/2, Planezio recupera il rimbalzo offensivo, quindi ancora un fallo e ancora 1/2. Ora la palla finisce in una ressa, ma la spunta ancora Bergamo che riesce a mandare in lunetta ancora Panni a fare un altro 1/2. La Gagà non ci sta e infila subito altri 3 punti per mano di Bona (68/64). Mancano 5 secondi e Perego sporca la rimessa recuperando palla. Subisce il fallo, è costretto a fare 1/2 per tentare un rimbalzo, che riesce a raccogliere Valenti. Il capitano spedisce subito la palla nelle mani di Bona, che però sbaglia. Scade il tempo e il tabellone dice 68-65, assegnando la prima sconfitta della stagione agli ospiti della Gagà.

 

I COMMENTI A CALDO

del ds Alessandro Muzio:

«Ci può stare stare la sconfitta con una squadra come Bergamo. Non c’è stata una chiara differenza, semplicemente la Co.Mark ha sbagliato di meno e le partite si vincono così in questo sport. Siamo stati impacciati in fase offensiva, ma è stato un incidente di percorso. Non siamo contenti, ma anche consapevoli che prima o poi doveva succedere.»

del coach Riccardo Eliantonio:

«Bergamo ha meritato: ha fatto una partita gagliarda, niente da dire. Sull’episodio del doppio tecnico ho sbagliato, ho perso la pazienza e non dovevo lasciare sola la squadra. Penso però che i direttori di gara fossero troppo inesperti per una partita così. È stato un arbitraggio ai limiti della decenza.»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy