Serie B. Bottegone resta a zero, passa anche Cecina

Serie B. Bottegone resta a zero, passa anche Cecina

E’ enorme il rammarico in casa Valentina’s Camicette Bottegone: i gialloneri perdono 87-93 anche nella 4° giornata del girone A di Serie B e dopo 160’ di campionato rimangono ancora fermi al palo in classifica a quota 0, assieme a Oleggio e Firenze.

Commenta per primo!

VALENTINA’S BOTTEGONE – GR SERVICE CECINA 87-93

BOTTEGONE: Toscano 26 (9/16, 2/5), Sirakov 17 (2/6, 2/8), Maspero 12 (3/3, 2/3), Toppo 12 (5/6 da 2), Divac 7 (3/5, 0/4), Fontana 6 (3/4, 0/2), Marconato 4 (2/4, 0/2), Galli 3 (0/1, 1/1), Angelucci (0/1 da 3), Biagi ne. All.: Biagini

CECINA: Bruni 38 (6/8, 6/12), Spatti 18 (9/12, 0/2), Lasagni 16 (3/3, 3/6), Danna 10 (5/9, 0/1), Mazzantini 6 (1/4, 0/2), Salvadori 5 (1/3, 1/4), Spera (0/2 da 2), Turini, Guerrieri ne, Gestri ne. All.: Bandieri

ARBITRI: Perocco (Treviso), Gallo (Padova)

PARZIALI: 26-18, 52-35, 70-57

E’ enorme il rammarico in casa Valentina’s Camicette Bottegone: i gialloneri perdono 87-93 anche nella 4° giornata del girone A di Serie B e dopo 160’ di campionato rimangono ancora fermi al palo in classifica a quota 0, assieme a Oleggio e Firenze.

Peccato perché, come nella precedente sfida casalinga, le cose si erano messe benissimo per la Valentina’s che nei primi 20’ al PalaCarrara ha letteralmente sorpreso per ritmo ed intensità una delle capoliste attuali del girone, vale a dire l’esperta GR Service Cecina ed i 52 punti segnati nei primi 20’ stanno lì a dimostrarlo. Bottegone si è issata anche al +19 ma poi Cecina è rientrata nel match sospinta da un incredibile Bruni alla miglior partita in carriera (38 punti con 6 triple e 41 di valutazione) subendo 36 punti nel solo ultimo periodo.

Pronti via ed al 2’ Bottegone è già sul 9-0 con Maspero e Toscano, ex della partita, ispirati. Cecina fatica a trovare il bandolo della matassa e dopo il primo canestro di Lasagni Bottegone è già volata sul 14-2. Sarà quello il massimo vantaggio iniziale, anche perché la GR sembra prendere le misure e la Valentina’s un po’ si impaurisce quando Spatti sigla il 21-16 all’8’ ma la bomba sulla sirena di Galli fornisce il 26-18 del 10’.

Bottegone non abbassa la tensione nemmeno nel secondo quarto, riparte a mille e Cecina è sulle gambe: Bruni inizia a macinare punti dalla lunetta (30-25) poi si apre un parziale di 22-10 che fa volare via la Valentina’s con Toscano, Sirakov e Toppo che martellano la retina.

Dopo l’intervallo lungo, Bottegone tocca il massimo vantaggio sul 54-35 con Maspero al 21’ e da lì in poi inizia la lenta ed inesorabile rimonta di Cecina che si concretizza in parte nel terzo periodo chiuso sul 70-57 con Bruni che scalda la mano da 3 punti.

L’ultimo quarto è tremendo per la Valentina’s: 11 punti in striscia di Bruni riaprono in due la partita, con Cecina che prima si avvicina (72-67 di Spatti al 33’), pareggia con Bruni al 37’ con un 3+1 con fallo di Maspero e sorpassa con la tripla di Mazzantini dell’80-81. L’81-81 con un libero di Toscano è l’ultimo punto di contatto perché altri 7 punti di Bruni, più Mazzantini, siglano l’83-90 a 40” dalla fine che sanno già di sentenza.

«Se parlassi da allenatore di settore giovanile – afferma il coach della Valentina’s, Cristiano Biagini – sarei contento perché i ragazzi hanno dato tutto in campo. Poi, però, c’è da guardare i risultati perché sono quelli che contano ed anche dopo questo match sono molto dispiaciuto perché è una nuova occasione persa ed iniziano ad essere tante: con Cecina, precedentemente in casa con Firenze ed anche a Domodossola. Ci manca ancora quel “quid” per riuscire ad ottenere risultati importanti.

Analizzando velocemente il match, va detto che finora soffriamo le squadre che ci mettono le mani addosso e, non volendo scendere nei particolari, è la seconda partita su quattro che avvengono cose un po’ strane e questo ci rammarica. La prima colpa è la nostra perché dobbiamo saper reagire però ci sono numeri inequivocabili: diciamo che dobbiamo ancora adeguarci alle mani addosso e dobbiamo imparare a saperci giocare contro».

«Abbiamo fatto una partita perfetta fino a metà gara – commenta Georgi Sirakov – poi dal terzo quarto in avanti, lentamente, Cecina ha iniziato a metterci più pressione e noi invece di adeguarci al loro gioco ci siamo un po’ ammosciati e così è nata la rimonta. Loro, poi, hanno avuto la giusta fisicità negli ultimi 4’ e da lì in avanti non siamo nemmeno più riusciti a tirare nel giusto modo. C’è tanto rammarico».

FONTE: Ufficio Stampa Valentina’s Bottegone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy