Serie B. Cassino costretta a emigrare, destinazione Frosinone. La società: “Delusi dalla nostra città”

I ciociari non hanno avuto rassicurazioni dall’amministrazione comunale cassinate, l’impianto di Frosinone riapre le porte al basket dopo il fallimento di Veroli.

Commenta per primo!

Nemmeno un mese è trascorso dalle epiche , per la città di Cassino, battaglie sportive di playoff del Campionato Nazionale di Serie edizione 2015-16 , che hanno visto protagonista sfortunata ma fiera la Virtus Cassino che si è già alle porte di una nuova avventura . Il 7 luglio 2016 infatti scadono i termini per l’iscrizione al prossimo Campionato Nazionale di Serie B di Basket , edizione 2016-17 . La Virtus Cassino , targata Banca Popolare del Cassinate , per il terzo anno consecutivo parteciperà alla Lega Tre del panorama cestistico nazionale ma nelle ultime ore la Società di Via Tommaso Piano ha dovuto fronteggiare un ulteriore “drammatica” emergenza di tipo logistico .

Infatti appena 48 ore fa il Settore Agonistico della Federazione Italiana Pallacanestro ha indirizzato alle potenziali Società interessate all’iscrizione nel terzo campionato Nazionale la seguente missiva:

“Spett.li Società

con la presente, in riferimento all’iscrizione al Campionato di Serie B  per la prossima stagione sportiva, siamo a chiedere di ricevere, entro il prossimo 7 luglio, termine di scadenza dell’iscrizione al Campionato, copia del verbale di agibilità recente o di un documento equipollente, del vostro impianto di gioco nel quale sia specificata la capienza.

Ricordiamo che per il campionato di Serie B la capienza prevista è di 400 posti (non necessariamente a sedere).

Vi informiamo, inoltre, che, in previsione della stesura dei calendari di gara, eventuali indisponibilità del campo di gara dovranno pervenire allo scrivente settore entro il 15 luglio p.v.

Si ricorda quanto previsto dalle D.O.A. (Cap. II – Spostamento gare) “…..Il Settore Agonistico considera le alternanze tra due squadre/Società solo ed esclusivamente se legate all’utilizzo del medesimo impianto:”

Cordiali saluti

Renza Reggianini”

In termini pratici la missiva di cui sopra sta a significare che i dirigenti virtussini entro la scadenza fissata dovranno produrre documentazione di agibilità dell’impianto di gioco . Ma il problema evidente è presto svelato . Infatti l’impianto sportivo di Atina , palasport “O.Soriano” , ha in realtà un agibilità dichiarata di sole 200 unità spettatrici pur disponendo di una capineza di 847 posti a sedere . Tale gravissimo limite imponeva  alla BPC Virtus Cassino di trovare un idonea collocazione per l’iscrizione al Campionato entro il termine previsto .

Di conseguenza febbrili iniziavano le ricerche di un campo di gioco che potesse ospitare le gare interne dei virtussini per la stagione 2016-17 .

Premesso che l’attuale e la precedente Amministrazione Comunale di Cassino , nella più totale indifferenza nei confronti della massima espressione sportiva della Città Martire , tacevano e tacciono in merito ad una eventuale collocazione della Società Cassinate nel Palasport locale , non provvedendo all’espletamento di un bando di gara per l’assegnazione del Palasport cittadino , i dirigenti con in testa il responsabile marketing della V rossoblù , il Professor VincenzoFormisano , e la presidente del sodalizio cassinate , la dott.ssa Donatella Formisano, contattavano l’Amministrazione Comunale del Comune di Frosinone e provvedevano ad inoltrare idonea domanda per l’utilizzo del Palazzo dello Sport “Città di Frosinone” per la Stagione sportiva 2016/2017.

La replica dell’Amministrazione del capoluogo della Provincia non si faceva attendere , il Sindaco Ottaviani e l’Assessore allo Sport Gianpiero Fabrizi replicavano alla domanda inoltrata dal massimo dirigente cassinate con la seguente missiva .

“ Facendo seguito alla richiesta pervenuta a questa Amministrazione, a firma del Presidente

Donatella Formisano, dalla “VIRTUS BASKET Terra di San Benedetto CASSINO “, militante nel CampionatoNazionale Basket di Serie B , con sede legale in Via Tommaso Piano 16 – 03043 Cassino,riguardo l’utilizzo del Palazzo dello Sport-“Città di Frosinone”,con una capienza totale di 2600 posti,per tutte le gare interne ed eventuali play off per la stagione sportiva 2016/2017 ,si disponel’utilizzo dell’impianto sportivo menzionato per l’intera stagione sportiva 2016/2017, nelle modalitàche saranno successivamente concordate.

L’occasione è gradita per ogni cordialità

Avv. Gianpiero Fabrizi “

“Da cittadina di Cassino sono sinceramente delusa e amareggiata ancora più di sempre “ commenta la presidente della Virtus Cassino . la dott.ssa Donatella Formisano “La Virtus Cassino sarà costretta a giocare le gare interne del prossimo campionato nazionale di Serie B  nel Palasport di Frosinone , ancora più lontano dalla nostra città , con ulteriori importanti sacrifici economici , organizzativi e gestionali da parte della Società e con notevoli disagi per i nostri appassionati tifosi che vorranno seguirci e per i nostri atleti. Per non parlare di tutto il nostro settore giovanile che ci haseguito per un anno intero , lo scorso , ad Atina. I nostri piccoli atleti sono venuti ad assistere alle partite della Virtus accompagnati dai genitori . Il prossimo anno per seguirci saranno costretti a viaggiare ancora di più di quanto non abbiano fatto lo scorso anno. E’ una grandissima offesa alla Società civile e a tutti i cittadini sportivi di Cassino che non meritano di “espatriare” per assistere alle gare di livello nazionale del nostro sport.” Continua Donatella Formisano

“Speriamo a questo punto , pur costretti a giocare le partite lontano da casa, di poterci almeno e finalmente allenare nella nostra città. Siamo ancora infatti in attesa del promesso e famoso bando di assegnazione del Palasport di Via De Feo o dell’autorizzazione alla costruzione di un Palasport moderno ed idoneo ad accogliere lo sport di alto livello nella nostra città. Purtroppo non riesco a celare  l’amarezza , la delusione e lo sdegno per le vicende e le ingiustizie che stiamo subendo , come Associazione Sportiva e come cittadini di Cassino . Non nascondo che il primo moto è stato quello di non iscrivere la prima squadra al Campionato Nazionale . Confesso che solo la grande passione per questo sport ma soprattutto il rispetto e l’affetto maturato nei confronti dei nostri appassionati sostenitori e del nostro settore giovanile mi hanno fatto desistere da tale proposito. Un ringraziamento particolare intendo farlo al Sindaco della città di Frosinone , Ottaviani , e all’Assessore allo sport , Fabrizi , i quali in sole 24 ore hanno risolto quello che in 5 anni altri non sono stati capaci di fare . L’efficienza politico – amministrativa esiste , basta volerla ricercare e basta saper lavorare seriamente ed in modo corretto ed efficiente e rispettoso dell’interesse collettivo” . continua il massimo dirigente rossoblù.

“L’accoglienza di Frosinone a dispetto della totale indifferenza della città di cui fieramente portiamo il nome sulle maglie “ chiosa la Formisano.

E così l’odissea virtussina sembra proprio non avere fine ….

FONTE: Ufficio Stampa BPC VIrtus Cassino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy