Serie B – Catania paga dazio, Palestrina vince

Serie B – Catania paga dazio, Palestrina vince

Catania superata dagli arancio-verdi per 88-72.

di La Redazione

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA – FARMITALIA CATANIA 88-72

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Fiorucci 10, Rischia 9, F.Rossi, G.Rossi 20, Banchi 9, Morici 12, Ochoa 15, Santucci 13, Cecconi, Rizzitiello, Mattei, Carrizo. All. Ponticiello
FARMITALIA CATANIA: Gatti 16, Gottini 11, Consoli 4, Florio 2, Provenzani 13, Agosta 11, Mavric 3, Vita Sadi 10, Sirakov ne, La Spina ne, Abramo 2. All. Guerra
Parziali: 28-15, 47-35, 68-50

Sette giornate alla fine della regular season, dopo la sosta il campionato di Palestrina riprende dal PalaIaia per ospitare la pericolante Catania. Quintetti che in partenza non prevedono diversi big, ma Rossi c’è e si presenta con cinque punti. Sull’errore di Mavric Banchi riparte e serve a Morici il comodo 7-0 che provoca il primo timeout. Lo show prosegue, ancora Banchi e Rossi, la distanza arriva a 12 fino al primo squillo ospite. Ma il primo quarto è completamente in mano alla Citysightseeing, brava anche in difesa contro un attacco asfittico e orfano di Sirakov. Santucci entra e appoggia al primo pallone, Catania solo ora offre segnali di timido risveglio, in gran parte per merito di Gottini. Palestrina tocca quota 24 con Rischia e nell’ultimo minuto aggiunge due punti di Santucci e due di Morici. La prima azione del secondo quarto è una meravigliosa circolazione di tutto il quintetto, si accende Gatti e l’ex di serata diventa il primo a realizzare la doppia cifra. Catania lentamente risale, Palestrina scende di tono e concede qualche fallo di troppo. A metà frazione Provenzani insacca e Ponticiello invoca il timeout. Rossi esce dal minuto tecnico con una tripla e da qui in poi si procede con botta e risposta fino all’intervallo, infarcito di falli e situazioni di tiro a cronometro fermo. Palestrina conferma sostanzialmente il distacco maturato nel primo tempino: 47-35.
La ripresa è quasi soporifera, tra ritmi poco sostenuti ed errori. Si fa presto a contare il parziale dopo quattro minuti, un 2-5 con tripla di Agosta che tiene in partita gli etnei. Arriva pure in contropiede il 49-42 di Consoli, e Ponticiello si gioca ancora la carta del timeout. Nuovamente Rossi lo rinfranca con una tripla atomica, ed in più ecco arrivare analoghe conclusioni di Ochoa e Rischia: il PalaIaia ritrova la sua squadra nel momento che conta. Morici delizia con due tiri identici a una mano e Santucci festeggia l’esordio col suo pezzo pregiato: due bombe dell’esterno lanciano la fuga definitiva dei locali: 68-50.
Sonnacchioso anche l’ultimo quarto, Catania non sembra crederci a pieno nonostante riesca a portarsi sul 72-59. Palestrina fin qui pigra si riaffida al tiro dalla lunga distanza e con un minuto Santucci e Rossi fabbricano le bombe della nuova tranquillità. Passati in un baleno sette minuti, la curva di casa inizia a festeggiare e Palestrina si concede qualche giocata per lo spettacolo incrementando un punteggio che l’ha vista comandare dal primo all’ultimo minuto. Catania superata 88-72 e operazione compiuta.

FONTE: Area Comunicazione S.S.D. Pallacanestro Palestrina arl

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy