Serie B. Catanzaro piega la Stella Azzurra, arrivano due punti salvezza

Serie B. Catanzaro piega la Stella Azzurra, arrivano due punti salvezza

Una Mastria Vending versione diesel batte un’arcigna Stella Azzurra al PalaPulerà e, dopo tre sconfitte consecutive, mette un mattone pesante sull’obiettivo salvezza.

Commenta per primo!

Una Mastria Vending versione diesel batte un’arcigna Stella Azzurra al PalaPulerà e, dopo tre sconfitte consecutive, mette un mattone pesante sull’obiettivo salvezza, distanziando la zona play-out, aperta dai laziali, di sei punti (più il 2-0 negli scontri diretti). I giallorossi hanno sofferto nei primi due quarti la freschezza atletica dei “ragazzi terribili” di coach D’Arcangeli, che hanno messo in difficoltà i padroni di casa in più frangenti, arrivando fino al massimo vantaggio (32-40) alla prima azione dopo il rientro dal riposo lungo. Da lì in avanti i giallorossi hanno iniziato a difendere con più incisività e soprattutto l’attacco, cresciuto Abassi, ha girato con più determinazione. La Stella Azzurra, dal canto suo calata in maniera vistosa, raggiungeva il bonus dopo appena 2’ e Catanzaro ne approfittava per attaccare il canestro e guadagnarsi diversi tiri liberi. Così Carpanzano e compagni piazzavano un break di 11-0 che cambiava l’inerzia del match, ma i padroni di casa non riuscivano a sfruttare a pieno il momento positivo, consentendo ai capitolini di rifarsi più volte sotto e di portare il match in equilibrio nei minuti finali. A 1’40’’ dal termine la doppia giocata “quasi” decisiva del match: sul 63-60 Carpanzano infilava una splendida tripla e dall’altra parte Abassi stoppava Da Campo sotto canestro, azionando il contropiede di Catanzaro che poi guadagnava due tiri liberi con Naso. Il lungo vibonese portava a tre i possessi di vantaggio della sua squadra, che però nel finale si complicava la vita, concedendo rimbalzo offensivo e tripla a Lazar Nikolic e commettendo un’infrazione di 5 secondi. Ciononostante i giallorossi riuscivano a condurre in porto la vittoria, con i liberi di Abassi a suggellare la stessa per il 71-66 finale. Nel Catanzaro super Carpanzano con 20 punti, 6 rimbalzi, 3 assist, 8 falli subiti e quella tripla fondamentale che gli è valsa la palma di Mvp del match di un filo nei confronti di un monumentale Sereni (doppia doppia da 18 punti con 5/7 da 2, 11 rimbalzi e 9 falli subiti). Tra gli ospiti da marcare i 13 punti di Da Campo e gli 11 (con 5 rimbalzi) di Radonijc.

Mastria Vending Catanzaro – Stella Azzurra Roma 71-66 (17-15, 15-22, 24-13, 15-16)

Mastria Vending Catanzaro: Gianluca Carpanzano 20 (2/5, 3/7), Luca Calabretta, Davide Naso 6 (1/1, 1/6), Domenico Latella 2 (0/1, 0/3), Fehni Abassi 10 (4/6, 0/3), Tomas Di Dio 15 (3/6, 2/4), Giacomo Sereni 18 (5/7 da due), Antonio Infelise N.E.: Simone Fratto, Armando Cossari Tiri Liberi: 23/31 – Rimbalzi: 34 26+8 (Giacomo Sereni 11) – Assist: 7 (Gianluca Carpanzano 3)

Stella Azzurra Roma: Mattia Da Campo 13 (6/9, 0/2), Lazar Nikolic 9 (2/4, 1/6), Todor Radonjic 11 (2/4, 2/3), Andrea Antonaci, Stefan Nikolic 6 (3/5, 0/1), Scott Ulaneo 5 (2/2 da due), Seye Babacar 8 (4/6 da due), Tommaso Guariglia, Donato Vitale 10 (2/5, 2/4), Emanuele Trapani 4 (1/7 da due) Tiri Liberi: 7/12 – Rimbalzi: 23 19+4 (Todor Radonjic 5) – Assist: 2 (Stefan Nikolic, Donato Vitale 1) – Cinque Falli: Tommaso Guariglia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy