Serie B. Catanzaro rimonta ma non basta, i due punti vanno a Scauri

Serie B. Catanzaro rimonta ma non basta, i due punti vanno a Scauri

La clamorosa rimonta della Mastria Vending Catanzaro s’infrange sul ferro sfiorato da Latella: il suo tentativo dai 6,75 sulla sirena finale avrebbe portato la gara contro l’In più Broker Scauri al supplementare e avrebbe permesso ai suoi di recuperare uno svantaggio che era arrivato a toccare anche i 17 punti.

Commenta per primo!

La clamorosa rimonta della Mastria Vending Catanzaro s’infrange sul ferro sfiorato da Latella: il suo tentativo dai 6,75 sulla sirena finale avrebbe portato la gara contro l’In più Broker Scauri al supplementare e avrebbe permesso ai suoi di recuperare uno svantaggio che era arrivato a toccare anche i 17 punti. Ma la formazione di coach Cattani deve mangiarsi le mani soprattutto per un secondo e un terzo quarto decisamente sottotono che hanno permesso agli ospiti di prendere il largo. Poi la rimonta è costata uno spreco immane di energie (ed è stata resa ancora più difficoltosa dall’uscita anticipata di Carpanzano per 5 falli), che i giallorossi hanno pagato con una scarsa lucidità nelle azioni offensive e dalla lunetta che, nel festival degli errori degli ultimi concitati 2’, è costata quei punti che probabilmente avrebbero permesso loro di scrivere un finale ben diverso. Scauri, dopo un primo quarto in cui è stata in balia degli avversari, che dal canto loro hanno rasentato la perfezione, si è svegliata nei secondi 10’ grazie ad un Salvadori incontenibile per i lunghi avversari che, con i suoi movimenti e il suo lavoro sotto canestro, ha fatto entrare in partita anche un Bagnoli impalpabile fino a quel momento. Al rientro gli ospiti hanno approfittato di un Catanzaro in completa confusione per scappare e negli ultimi 10’ hanno di nuovo tirato il freno a mano, consentendo ai calabresi di rimontare buona parte dello svantaggio. Decisivo il time-out di coach Sabatino, che ha spezzato letteralmente il ritmo di Carpanzano e compagni in piena rimonta. Il trainer laziale trovava poi i fondamentali canestri di Richotti che interrompevano l’emorragia offensiva della sua squadra, la quale nel finale continuava ad arrancare di fronte ad un Catanzaro che a sua volta non sapeva approfittare di questa situazione. Per i laziali la palma di Mvp va a Salvadori, mentre nelle file di Catanzaro il migliore è stato senza dubbio Luca Calabretta, giovane prodotto del vivaio che, dopo un infortunio che lo ha tormentato per un lungo periodo, è apparso in forma smagliante, disimpegnandosi con autorità in cabina di regia e disputando una prova difensiva ineccepibile, sfruttando nel migliore dei modi l’ampio minutaggio concessogli da Cattani. Sarà lui l’“acquisto” di Catanzaro da qui fino alla fine della stagione?

MASTRIA VENDING CATANZARO – IN PIU’ BROKER SCAURI 65-68

MASTRIA VENDING CATANZARO: Carpanzano 17, Naso 8, Abassi 7, Di Dio 5, Sereni 21, Calabretta 4, Latella, Infelise, Cossari, Rotundo ne. Coach: Cattani

IN PIU’ BROKER SCAURI: Richotti 8, Pagano, Boffelli 12, Bagnoli 21, Lombardo 4, Varga ne, Salvadori 16, Manzi ne, Martino, Giammò 7. Coach: Sabatino

ARBITRI: Valzana di Martina Franca – Lillo di Brindisi

NOTE: parziali 22-14; 32-39; 41-57.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy