Serie B. Cecina è inarrestabile, anche San Miniato è KO

Serie B. Cecina è inarrestabile, anche San Miniato è KO

Commenta per primo!

Gr Services Cecina – Etrusca San Miniato 74-64

Gr Services Cecina: Fratto 10, Toscano 5, Del Testa 16, Gambolati 8, Caroti 17, Favilli 0, Thiam 0, Bruni 14, Medizza 4, Pistillo 0. All.: Campanella. Ass.: Bandieri e Pio.

Blikart Etrusca San Miniato: Stefanelli 14, Zita 4, Bruno 12, Bertolini 2, Pagni 9, Parrini 0, Gaye Serigne 7, Rinaldi 10, Di Noia 6, Capozio 0. All.: Barsotti. Ass.: Ierardi e Carlotti.

Arbitri: Sordi e Martinelli.

Parziali: 20-21, 15-15, 22-14, 17-14.

La Gr Services non fa sconti e al termine di una partita molto combattuta contro una Blukart San Miniato agguerrita e in ottima forma, i rossoblù di Campanella conquistano altri due punti, mantenendo l’imbattibilità stagionale. La cronaca. Bertolini vince la palla a due e il possesso frutta subito due punti per San Miniato, proprio con l’ex rossoblù. Un fallo di Toscano manda in lunetta Bruno che fa 2 su 2 e l’Etrusca si porta sullo 0-4. Cecina non ingrana, sbaglia con Fratto e la formazione di Barsotti ne approfitta per andare sullo 0-6 con Zita, mentre la Gr Services si sblocca con Caroti: 2-6 al 2′. Ancora il numero 6 riporta San Miniato a +6, prima che salga in cattedra Del Testa che cala la prima bomba da 3 e segna l’inizio della rimonta cecinese. Si resta sul 5-8 per oltre un minuto, poi Fratto fa 2/2 dalla lunetta e Cecina si porta a -1. Il pareggio, dopo altri due punti di Stefanelli in sospensione porta ancora la firma del capitano e da quel momento fino all’intervallo lungo le due squadre danno vita a un avvincente duello punto su punto. Cecina al 6′ riesce ad avere un vantaggio di 3 lunghezze grazie a Gambolati e Fratto, con l’ex Pagni che accorcia di nuovo a -1. La Gr Services ottiene il massimo vantaggio (+6 sul 20-14) a 2′ dal primo intervallo grazie a Caroti e Medizza, ma l’Etrusca non ci sta e rimonta con un bel break firmato Stefanelli e Gaye che vale il vantaggio al 10′: 20-21. La storia si ripete nel secondo parziale: Gambolati riporta avanti i suoi, ancora Gaye restituisce il +1 a San Miniato, Del Testa da 3 consente a Cecina di andare sul +2 e la squadra di Barsotti è costretta a fare a meno di Bertolini per infortunio. Il +2 sul 27-25 regge fino a metà quarto, poi break sanminiatese con Bruno da 2 che subisce fallo e realizza dalla lunetta per il nuovo vantaggio dei pisani. L’elastico si allunga e si accorcia per i minuti successivi e vantaggi di al massimo 2 punti sono quelli che le due squadre, molto ben messe in difesa e simili nell’atteggiamento, si concedono reciprocamente. A 10′ secondi dall’intervallo Cecina è in vantaggio grazie a due liberi di Caroti, ma Di Noia pesca il jolly da 3 sull’ultima azione e al riposo si va sul 35-36. L’avvio di ripresa è di nuovo in salita per Cecina che subisce uno 0-5 firmato da Stefanelli e Bruno, prima di riportarsi sotto al 22′ con Bruni dalla lunetta e Del Testa da 3. Anche la squadra di Barsotti dimostra di avere la mano calda con Di Noia (40-44), mentre Cecina si difende con Fratto da sotto canestro per il 42-44 al 23′. Caroti pareggia poco dopo dalla lunetta, Pagni va a canestro in sospensione e il numero 14 rossoblù è bravo a far scattare il bonus per i suoi quando ancora mancano 4 minuti al termine della frazione. Dopo quasi un minuto sul 48-48, al 28′ Bruni trova il canestro del vantaggio (50-48) e Toscano, facendo 1/2 dalla lunetta porta i suoi sul +3. Bruni replica al -1 di Stefanelli con una bomba da 3 e ancora super Bruni, dopo un’ottima difesa e il rimbalzo catturato da Favilli, segna a fil di sirena i 3 punti del +7: 57-50. Il play rossoblù riprende da dove aveva finito e segna il 59-50 e sembrea mettere il sigillo sulla partita. Pagni, uno dei più propositivi dei suoi, ricuce a -6 al 33′, poi, quando il coach cecinese rimette in campo Toscano (4 falli sulle spalle), il numero 5 ripaga con un break da 4-0 e una stoppata che fa salire il vantaggio in doppia cifra a metà del quarto. Rinaldi trova i 3 punti del -7, ma Caroti ripaga con la stessa moneta ed è di nuovo +10 a 1’30” dal termine. Per i rossoblù di Campanella ormai è fatta e il coro “salutate la capolista” riempie (ancora una volta) il PalaPoggetti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy