Serie B. Cento cerca il bis a Torino, sarà tutto facile contro il CUS?

Serie B. Cento cerca il bis a Torino, sarà tutto facile contro il CUS?

Commenta per primo!

Se Cento vuole guarire dal mal di trasferta, l`occasione è da «Carpe diem», da cogliere al volo. Domani sera (ore 20.30 fischiano i lombardi Somensini e Sordi) in casa dell’ Auxilium CUS di coach Arioli, quello del miracolo Tortona, la squadra di «Lupo» Giordani non può esimersi dal ritornare a festeggiare con i suoi tifosi (Attesi un pullman e qualche auto al seguito di Caroldi e soci), dal riscuotere un referto rosa «on the road»  dopo un digiuno di 61 giorni. Eh sì…era il lontano 18 ottobre: parliamo di palezoico  o qualcosa di simile, i biancorossi condussero a buon fine il “raid” in quel Faenza, in piena era Albanesi. L`effetto Giordani  ha contagiato tutto il gruppo ed anche i più scettici dei tifosi, e vorrebbe fare il pieno visto che nelle due uscite in trasferta con il coach ravennate, il color giallo del referto è andato indigesto non solo al vulcanico «Lupo». Se coach Giordani ha saputo rivitalizzare un ambiente al limite della depressione oppure dell’ esaurimento nervoso (cestistico, of course), chi ha regalato scosse di adrenalina pura sono stati i due Lorenzo in forza alla squadra, ovvero Brighi e D`Alessandro. Il primo, elogiato da coach e compagni, è diventato la variabile impazzita ( nel senso buono del termine ovviamente) del quintetto centese.Regala imprevidibilità, qualità, si abbina in maniera fantastica a quel purosangue di nome Marco Contento, i due in coppia rischiano seriamente di far venire il mal di testa agli avversari. Il più giovane, ovvero D `Alessandro ( parliamo di un classe ’96, mentre Brighi solamente oggi ha tagliato il traguardo delle 21 primavere..auguri!!) è in continua crescita: rimbalzi, difesa e qualità nelle giocare offensive con quella mano educatissima dall’ arco che fa tanto male. Ecco gli altri aspetti della rinascita targata Benedetto, un allenatore sanguigno che da spazio a tutti e due giovani che stanno rispondendo alla grande alle sollecitazioni del loro mentore. Non dimenticando il fatto che i due ragazzi hanno l’ingrato compito di sostituire Infanti, un califfo per la categoria incappato negli strali di una questione di doping. E in attesa che anche Andrea «Lollo» Locci risponda presente (out per 45 giorni frattura 4°dito del piede destro), la Tramec si coccola i due Lorenzo, sono loro l`oro (scusate il gioco di parole) della nuova Benedetto.

Può la formazione satellite sotto la Mole  fermare Cento? È la domanda che si chiedono tutti.I subalpini in casa sono stati sconfitti sempre, in trasferta hanno ottenuto (a Trecate) l’unico referto rosa della stagione grazie ad un 0-20 a tavolino per mancanza del medico della squadra di casa. Peggior attacco del girone (52,1 punti realizzati) 5a difesa più perforata( 74,7 subiti) hanno nel partenopeo Maino (18 punti x gara ne ha disputate 7) ed in Lorenzo Dello Iacono (12,2 punti) i migliori attaccanti. Il progetto (bellissimo per la verità) basket- università continua pur tra un incredibile moria di giocatori( domenica a Borgosesia erano abili ed arruolabili solamente in 8).Sotto Natale si è più buoni, ma Torino rischia l’ennesimo referto giallo stagionale: perché Cento di regali ne ha già fatti abbastanza, anche se l’unica trasferta in terra piemontese è coincisa con un ko per i biancorossi. Ma era un’altra era, un’altra Benedetto…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy