Serie B. Cento, dopo la sbornia post-Forlì niente passi falsi contro San Miniato

Serie B. Cento, dopo la sbornia post-Forlì niente passi falsi contro San Miniato

Non è facile scordarsi la gioia per il blitz di mercoledì a Forli, ma l’incerottata Tramec pensa alla battaglia di stasera al Pala Archos (ore 21 fischieranno i torinesi Pilati e Suriano) dove incrocia i guantoni contro la nei promossa Blukart San Miniato

Commenta per primo!

Non è facile scordarsi la gioia per il blitz di mercoledì a Forli, ma l’incerottata Tramec pensa alla battaglia di stasera al Pala Archos (ore 21 fischieranno i torinesi Pilati e Suriano) dove incrocia i guantoni contro la nei promossa Blukart San Miniato.Senza Contento e Fontecchio, i biancorossi di coach Giordani fanno anche affidamento al Von Karajan di Rovigo, alias Daniele Demartini, top scorer a Forlì forse nella sua migliore gara con la casacca della Benedetto.In più c’è da vendicare il ko dell’ andata che regalo`l’amaro in bocca alla prima di coach Giordani , il pensiero del play vaga in questi 4 mesi di gestione del «Lupo» ravennate: «Era la prima di Giordani e perdemmo in volata anche se a pochi minuti dal termine eravamo avanti. Il coach era appena arrivato , e doveva conoscere meglio tutti – noi eravamo un buon gruppo, ora abbiamo cambiato faccia, la vittoria di Forlì ottenuta in emergenza deve farci capire che abbiamo talento e voglia per andare lontano.Gli infortuni di Marco e Luca ci hanno fatto stringere più ancora i denti, ci siamo coesi e tutti hanno dato in campo tantissimo».

Vittoria che cancella l’amaro ko interno con Valsesia: « In un torneo così equilibrato con 5 squadre che veleggiano tra il 3° ed il 7°posto, sappiamo – continua il regista rodigino- importante è non perdere più in casa dove abbiamo già fatto tanti regali. A Forlì tutti hanno dato il loro mattoncino, sono contento per Locci , per Pederzini che ha difeso alla grande su Rombaldoni,- continua il Dema- è stata una vittoria che ci deve dare autostima, fiducia, e di questo ne sono convinto».Senza due dei frombolieri più importanti, Demartini e Caroldi si devono dividere oneri ed onori non solo in cabina di regia «Io e Mattia – ci dice Daniele – abbiamo l’esperienza giusta per capire che in questo momento la squadra ha anche bisogno dei nostri punti, ma sono convinto che tutti in questa situazione di emergenza tirano fuori quelle energie mentali e fisiche che fanno passare il grande sforzo fatto mercoledì.Magari domani non saremo  brillanti, ma noi vogliamo vincere, giocando anche male , sapendo che ci aspetta una batraglia sportiva».

A fianco di Daniele Demartini e dei suoi compagni, come sempre i tifosi biancorossi che anche a Forlì hanno fatto da cornice sonora alla gara dei ragazzi di Lupo Giordani: «Li dobbiamo ringraziare per la passione ed i sacrifici che fanno – annuisce Daniele – a Forlì sono stati fantastici, sono due anni che gioco qua e non ho mai visto tanta gente muoversi in un turno infrasettimanale – penso che in serie B nessuna tifoseria è così presente in trasferta, sono insuperabili per calore e tifo, e noi abbiamo bisogno del loro calore sabato sera».Un match da tartarughe Ninja « siamo pronti con elmetto e baionetta – ironizza il play- contro una squadra molto fisica, che piace  cambiare difese spesso, come Valsesia». Ah..già..senza dimenticare..di non replicare il finale come contro la compagine piemontese..sbagliare è umano perseverare è diabolico…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy