Serie B. Cento ritrova i suoi big e affronta Piombino

Serie B. Cento ritrova i suoi big e affronta Piombino

È il bivio che può decidere molto, quello in programma questa sera alle 21 al Pala Archos.

Commenta per primo!

È il bivio che può decidere molto, quello in programma questa sera alle 21 al Pala Archos (fischieranno il campani Borrelli ed il marchigiano Bertuccioli), tra Tramec Cento e Solbat Piombino, che con Cecina e Borgosesia sono in lotta  per conquistare quel terzo/ quarto gradino del podio che regala il fattore campo nei play off ormai all’ orizzonte. Tramec che ritrova dopo la pausa per le finali di Coppa i suoi big infortunati Contento, Fontecchio oltre che a Locci, si presenta al gran completo per questo appuntamento da non fallire a tutti i costi.Coach Giordani ha così potuto lavorare con tutti gli effettivi a disposizione, evento assai rado da quando lui è alla guida dei biancorossi, 10 giocatori pronti a sputare sangue sul parquet. Mission impossibile? Assolutamente no, considerando la chilometrica profondità del roster, sapendo anche che sarebbe bello vincere con piu degli 11 punti (72-61) con cui i ragazzi di Padovano si erano imposti all’ andata.Tra due formazioni dagli attacchi scoppiettanti (Tramec 2a e Piombino 4a), ci si potrebbe attendere una gara spettacolare.Un occhio di riguardo va dato a Mattia Venucci, play che sta vivendo la stagione della consacrazione (top scorer del girone con 19,2 punti, 52% da 2p, 35% da 3p, 85% dalla lunetta,6,6 falli subiti leader della classifica di specialità), atleta andato in doppia cifra 21 volte in 23 match disputati con un high di 40 punti contro Oleggio. Con lui in doppia ci va l’evergreen Mario Gigena (14,4 punti, 53% da 2p, 35% da 3p + 4,8 rimbalzi a gara), mentre l’ex Livorno, Pavia e Pistoia Davide Bozzetto (9,2 punti +  6,7 rimb) garantisce un duello tra titani nel pitturato con Benfatto. Certo, sostituire uno come Genovese (15 punti di media) emigrato ad Orzinuovi non è facile. Piombino ha dimostrato in queste stagioni di essere competitiva su ogni campo, la Tramec non vuole fare più regali. Il Pala Archos è l’arena giusta per dimostrare il proprio valore. Sangue e arena, e quel bivio dopo stasera sarà il lascia passare per il paradiso cestistico…ma bisogna fare presto: i preziosi ticket stanno per esaurirsi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy