Serie B. Cento vs Monsummano, parla coach Giordani: “Hanno Niccolai e Scarone, ma non vogliamo fermarci”

Serie B. Cento vs Monsummano, parla coach Giordani: “Hanno Niccolai e Scarone, ma non vogliamo fermarci”

Commenta per primo!

«Il kobra non è un serpente», cantava Rettore tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80. Chissà se le note di questa canzone avranno ispirato «Wolf »Giordani nel dare la carica alla sua Cento, in vista del big match di domani sera (ore 21 arbitreranno i friulani Balducci e DeBiase) contro Monsummano, allenata da uno che di canestri se ne intende come Andrea Niccolai, e che nelle sue file annovera un gaucho di esperienza come German Scarone. « Match facile lei che dice »- annuisce il Lupo ravennate – che poi si fa serio serio perché la sfida, se la sosta non ha arrugginito gli ingranaggi, è ad alta qualità spettacolare, considerando che entrambe le squadre sono in aperta striscia si di vittorie (6 per i locali, 8 per i toscani): « gara molto complicata, contro una squadra che ha aggiunto Vannini nel pitturato ed  ha allungato le rotazioni. È una formazione molto atipica, che gioca su ritmi alti – continua il coach biancorosso- con particolare attenzione ai due piccoli, Tempestini e Tomnei, giocatori molto importanti che stanno vivendo un momento di forma molto buono. Poi anche nel ruolo di lungo ci sono due atleti come Sgobba e Giarelli che si sono inventati 5 e 4 , capaci di uscire e colpire dall’ arco. Ecco, nel pitturato – continua il Jordan – noi con Benfatto abbiamo qualcosa in più, ma sono pronto a giurare che Niccolai ci farà penare le proverbiali 7 camicie».

Il coach ravennate sa che anche Scarone, suo amico ,lo farà impazzire: «German è il basket- ci dice Giordani- lui sa capire prima di tutti cosa fare in campo, non ha l’atletismo di una volta, gioca minuti di qualità , ha esperienza per metterci in difficoltà. Sono davvero- chiude Giordani- in un ottimo stato di forma, hanno vinto 8 gare di fila compresi 2 colpacci con Piombino del mio amico Padovano e Piacenza che con Dordei cambierà faccia» .

Dopo aver elogiato gli avversari, il Lupo parla dei suoi Cobra: « Stiamo bene, vogliamo continuare la risalita, non ci vogliamo fermare ora – chiosa il tecnico biancorosso – anche se sappiamo di affrontare una squadra tosta. Vorrei più cinismo da parte dei miei ragazzi, perché contro Monsumnano dobbiamo cogliere al volo l attimo per chiudere la gara .Il cobra quando morde è letale, noi dobbiamo essere dei black mamba, capaci di iniettare il veleno per rendere la vittima innocua..».

Sull’ aspetto tattico non si nasconde il coach: « Abbiamo qualcosa in più nel pitturato con Benfatto, ma in corso d opera posso giocare tranquillamente con quintetti senza lunghi di ruolo con Andreaus, D `Alessandro e Fontecchio a rotazione. Sugli esterni in questo momento devo elogiare il Dema (Demartini) che in difesa è il nostro stopper di riferimento, lui ha garretti da serie superiore, ci sta dando tanto in termine di solidità difensiva. Non posso – continua Giordani – chiedere al nostro numero 10 , Marco Contento – di fare il terzino, lui è il fantasista di riferimento in attacco, dietro so chi affidare i loro esterni, Caroldi è il nostro Baresi sa pensare prima degli altri dove mettersi».Snocciolato il rebus marcature, con Brighi jolly alla DiLivio, coach Giordani chiama a raccolta i suoi tifosi.« In soli due mesi abbiamo ribaltato tanto se non tutto – ci dice il tecnico- domani al di la delle tattiche e dei particolari presumo si possa assistere ad un gran spettacolo di basket. Due squadre che hanno un identità ben precisa, noi in casa ultimamente abbiamo regalato momenti di basket molto adrenalinico, mi piacerebbe, ci piacerebbe continuare così».

Come sempre una gara alla volta è il pensiero comune di ogni coach ma forse per la prima volta Giordani si sbilancia: « Sulla carta abbiamo gare non impossibili ma le due trasferte di Livorno e Rimini sono irte di pericoli,il match con Faenza altrettanto , per cui c’è la possibilità che possiamo anche uscire sconfitti, mai dire mai. Il quarto posto? Io voglio arrivare più in alto possibile, dopo l’ infrasettimanale con Forlì vedremo dove saremo, sperando che le altre incomincino a perdere».Ed il week end ci regala un Cecina- Forlì da brividi.Il «Mamba » Giordani ha gli occhi iniettati di veleno, il morso è davvero letale, Monsummano miglior attacco del torneo con 81 punti realizzati per gara, ha l’antidoto per fermare questo Cobra targato Tramec? La parola alla jungla…pardon, al parquet…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy