Serie B – Chieti, parla l’ex Andrea Raschi

Serie B – Chieti, parla l’ex Andrea Raschi

Tra pochi giorni il giocatore dei Tigers Cesena tornerà al PalaLeombroni per la Sunrise Sport Erreà Cup .

di La Redazione

Tra pochi giorni il PalaLeombroni ospiterà la Sunrise Sport Erreà Cup “6° Memorial A. Giuliani”, manifestazione prestigiosa per vedere all’opera la nostra squadra per la prima volta tra le mura amiche.

E, partecipando all’evento con la sua Tigers Cesena, non potevamo non scambiare due battute con un uomo che ha lasciato una parte importante del suo cuore a Chieti nel corso della permanenza in terra abruzzese (2011-2014). Ovviamente stiamo parlando del “Professore” Andrea Raschi che abbiamo contattato telefonicamente nelle scorse ore.

Ciao Andrea. Partirei da una domanda semplice ma importante: hai giocato a Chieti per tre stagioni (2011-2014) ricche di soddisfazioni e di qualche delusione sportive. Vuoi parlarci un po’ della tua esperienza teatina?

“Certamente! Torno molto volentieri a Chieti in occasione di questo torneo perché ritengo che la città sia come una seconda casa per me. Qui ho ancora tantissimi amici con i quali ho stretto un profondo legame proprio in quel periodo come il coach Domenico Sorgentone, il vice Roberto Perricci, il preparatore atletico Dante Falasca e tutto lo staff. La lista sarebbe molto più lunga e sicuramente rischierei di non citare qualcuno ma non posso non ricordare due compagni che ora sono tornati in città: il capitano “Poppy” Gialloreto ed Edo Di Emidio che fanno parte di quel gruppo di amici che ritrovo con molto piacere. Nel complesso la mia esperienza a Chieti è stata più che positiva: tranne la parentesi iniziale con la frattura della mandibola, credo che abbia vissuto qui la parte migliore della mia carriera, giocando diverse finali e spareggi, dalla finale per salire contro Trento allo spareggio a Mantova per mantenere la categoria. Quindi sono davvero molto emozionato per il ritorno al PalaLeombroni”.

Hai citato coach Sorgentone tra le persone che ritroverai con molto piacere: come definisci il vostro rapporto?

“È semplicemente un rapporto speciale, tra di noi c’è sempre stata stima reciproca tanto che ogni estate ci sentiamo sempre sia per tracciare un bilancio delle nostra stagione appena conclusa sia per parlare degli obiettivi futuri. A parte le competenze tecniche che lo rendono uno dei migliori allenatori in circolazione, ci accomuna il rapporto umano, specie il modo in cui ci si rapporta con i ragazzi. Auguro a Sorgentone e a tutto il suo staff il meglio, soprattutto a Dante Falasca con il quale cerco di vedermi appena possibile sempre; altrimenti ci sentiamo al telefono spesso perché c’è un legame forte. Ribadisco che sono contentissimo del torneo per riabbracciare tutti gli amici e tifosi che mi hanno sempre manifestato affetto e vicinanza”.

Passando all’attualità, quest’anno sei sceso di categoria a Cesena: il tuo passaggio è considerato dagli addetti ai lavori come uno dei più importanti di tutta la sessione di mercato, da vero top player. Secondo te dove possono arrivare i Tigers?

“Ti ringrazio. Sicuramente a Cesena hanno varato un progetto molto ambizioso. Mi ha subito convinto la fermezza da parte della Società nel fare un campionato di vertice. Da questi primi giorni di allenamenti ho trovato una squadra di bravi ragazzi che mettono grande impegno in palestra. I presupposti, le intenzioni ed i valori tecnici ci sono tutti, la Serie B comunque è un campionato lungo e complesso per cui alla fine vincerà chi arriverà al traguardo nella forma migliore”.

Andrea vuoi dire qualcosa al pubblico teatino?

“Assolutamente! Credo che quest’anno a Chieti ci siano tutti i presupposti per fare bene: il coach è una garanzia e la squadra che è stata allestita, secondo me, dimostra delle scelte giuste da parte della Società. Anche non essendo molto “social”, vi seguo e, vedendo anche la vostra campagna abbonamenti “Ritorno al Pianeta B”, traspare grande entusiasmo. Spero che Chieti si reinserisca nel migliore dei modi in un torneo importante come la Serie B. Ai tifosi non posso dire altro che grazie perché hanno sempre mostrato affetto intorno alla squadra e sono certo che continueranno a farlo anche per i prossimi anni. Quindi il torneo sarà la miglior occasione per riabbracciarli tutti”.

Ufficializziamo la disposizione delle due semifinali che si disputeranno venerdì 7 settembre:

Ore 18 Virtus Arechi Salerno vs Pallacanestro Palestrina;

Ore 20:30 Teate Basket Chieti vs Tigers Cesena

FONTE: Area Comunicazione Teate Basket Chieti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy