Serie B. CLAMOROSO. Bergamo blocca il mercato e annuncia: “Siamo senza campo da gioco, rischiamo di chiudere”

Serie B. CLAMOROSO. Bergamo blocca il mercato e annuncia: “Siamo senza campo da gioco, rischiamo di chiudere”

Commenta per primo!

Riceviamo e pubblichiamo quanto trasmesso alla Redazione dal Dott. Massimo Lentsch, presidente del Bergamo Basket 2014:

“Buonasera,

la presente per smentire categoricamente quanto riportato da questa sera sull’Eco di Bergamo on-line.

I contratti di collaboratori, staff e giocatori vengono personalmente visionati e siglati dal sottoscritto e non mi risulta sia stato ingaggiato alcun nuovo giocatore tantomeno Marco Planezio.

La società Bergamo Basket 2014, vista la disputa in atto con il Comune di Bergamo e Bergamo Infrastrutture, si trova al momento nell’impossibilità di comunicare alla Federazione un campo di gioco e un calendario partite. Per completezza di informazione, allego la risposta ricevuta da Bergamo Infrastrutture alla nostra del 07.07, una risposta per nulla pertinente alla nostra comunicazione e di totale chiusura.
“In riferimento ai contenuti dell’oggetto siamo a rilevare che:
• nessun accordo è stato mai sottoscritto tra Bergamo Infrastrutture S.p.A. (di seguito DI SpA) e la BB14 per l’esecuzione di opere di manutenzione o risanamento;
• che l’unico atto sottoscritto tra le parti è la lettera (Prot. n. COM 107.14) del 29 luglio 2014; lettera in cui erano condivisi gli orari di utilizzo della palestra del Centro Sportivo Italcementi, i giorni di non disponibilità dell’impianto, veniva trasmesso copia del regolamento ed erano indicate le tariffe per l’utilizzo degli spazi;
• BI SpA non ha MAI interrotto l’emissione delle fatture, peraltro sempre predisposte sulla base della rendicontazione della percentuale sugli incassi in base al borderò SIAE (vedi lettera del 29 luglio 2014) da Voi fornito;
• che l’impianto non era e non è ad esclusivo uso alla BB14, così come vi era noto fin dall’inizio e così come già precisato in una e-mail del 3 settembre 2014; • che la 31 SpA si è sempre impegnata a risolvere i problemi relativi alle cosiddette “partite a rischio” per la tifoseria ospite, facendosi carico di un ruolo non proprio nelle relazioni con la Questura di Bergamo;
• che la BI SpA ha trovato modo di dedicare spazi deposito ad uso esclusivo della BB14, ha messo a disposizione uno spazio bacheca per informare l’utenza della Vostra attività, ha provveduto alla revisione dell’impianto di ventilazione e fatto un intervento sull’impianto audio, in merito a quest’ultimo punto la Vostra società, così come altre società che svolgono attività sugli impianti in gestione alla BI SpA, ha ritenuto di dover attrezzarsi in maniera autonoma.
Tutto ciò premesso, sottolineato che in tutti gli incontri dell’anno in corso la condizione per qualsiasi ulteriore analisi delle richieste era il pagamento INTEGRALE delle spettanze della BI SpA e che a fronte del pagamento si potevano valutare ipotesi di migliorie sull’impianto, da realizzarsi nel periodo estivo per consentire l’inizio della stagione 2015/2016, prendiamo atto dell’impossibilità di giungere ad un accordo”.

Pertanto, ha ritenuto utile congelare al momento qualsiasi operazione di mercato riservandosi di valutare entro qualche giorno la cessazione o meno della propria attività”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy