Serie B. CUS Torino, è ancora sconfitta contro San Miniato

Serie B. CUS Torino, è ancora sconfitta contro San Miniato

Commenta per primo!

Cus Torino-Etrusca San Miniato 60-81
TORINO: Russano 4, Blotto, Chiotti 9, Dello Iacovo 11, Bianco 4, Di Matteo 3, Maino 23, Orsini, Crespi 2, Pappalardo 4. All. Arioli
SAN MINIATO: Stefanelli 10, Zita 13, Bruno 7, Bertolini 19, Gaye 1, Rinaldi 5, Baldi 2, Pagni 15, Di Noia 6, Capozio 3. All. Barsotti
ARBITRI: Battisacco di Rivoli (To) e Falcetto di Torino
PARZIALI: 13-14, 28-40, 48-58

Una Blukart attenta e determinata ottiene il primo successo esterno stagionale nella lunga trasferta di Torino. Dopo una partenza poco brillante, soprattutto in fase offensiva, con Torino che riesce a prendere qualche punto di vantaggio, i ragazzi di coach Barsotti si scuotono, con Pagni che segna e riporta sotto la squadra fino al vantaggio di un punto a fine primo quarto. Nel secondo quarto l’Etrusca cambia marcia: Santiago Bruno e Zita alzano il ritmo in difesa, con lo stesso Zita a capitalizzare in attacco insieme ad un cinico Stefanelli (per lui un 3 più 1 ad inizio secondo quarto che ha dato il via alla fuga della squadra); per Torino solo Maino riesce a limitare i danni (per lui 23 punti a fine gara con uno strabiliante 7 su 8 da tre) ma Bertolini e compagni scappano sul più 12 all’intervallo. Alla ripresa San Miniato sembra poter scappare fino al +19 al 25′, ma i torinesi non si arrendono e con Maino e Dello Iacovo si riportano sul meno dieci a dieci minuti dal termine, senza però riuscire a ricucire ulteriormente e, grazie alle buone prove offensive di Bertolini, top scorer con 19 punti, e Pagni, 15 punti e 13 rimbalzi totali con 9 rimbalzi in attacco, la Blukart può incrementare il vantaggio fino al +21 finale, per il primo successo in trasferta in serie B nella storia dell’Etrusca.

“Una bella prova difensiva e una bella prova di maturità” commenta un soddisfatto coach Barsotti “Dobbiamo essere soddisfatti perchè abbiamo giocato la gara che avevamo preparato, con grande intensità difensiva e mentale, mettendo in campo fisicità ed esperienza, con continuità per tutta la gara. Oggi abbiamo messo un mattone importante per il nostro cammino in questo campionato, ma la strada è ancora lunghissima: per continuare su questa strada, quella giusta, dobbiamo continuare a lavorare sodo, senza accontentarci.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy