Serie B – D: San Severo passa a Pescara

Serie B – D: San Severo passa a Pescara

Commenta per primo!

Era la prima giornata di campionato ma al Palaelettra di Pescara si è assistito ad una partita dall’intensità di una finale playoff. Alla fine l’ha spuntata San Severo con una bomba di Matias Di Marco a 3” secondi dalla sirena, che ha fatto esplodere i numerosissimi e chiassosissimi tifosi giunti dalla capitanata.

Gli addetti ai lavori l’avevano presentata come il big match del girone D e le due squadre non hanno deluso le attese dando vita ad una partita equilibratissima con Pescara che ha chiuso in vantaggio per 3 periodi su quattro e si è bloccata proprio sul più bello a metà dell’ultimo quando, sul più otto, ha sbagliato la bomba del + 11 e poi ha segnato un solo canestro fino alla fine.

Si parte con l’Amatori che schiera l’annunciato quintetto base di quest’anno con Rajola, Pepe, Marco Timperi, Di Donato e Polonara. Coach Coen risponde con Di Marco, Ciribeni, Ikangi, Quarisa, Marmugi.

Coen parte aggressivo e incolla Ikangi a Rajola nel tentativo di togliere aria e idee al capitano pescarese e dopo tre errori per parte il primo canestro è una bomba di Ciribeni (Mvp alla fine con 22 p con 8/11 dal campo di cui 4 triple su 5 tentativi e 27 di valutazione). Il piccolo strappo iniziale ospite (1-7) è rintuzzato da Di Donato (17 p e 7 r) e Pepe (8 p e 3 r) che firmano il pareggio sul 9-9. Poi equilibrio fino al mini show di JJ De Vincenzo (10 p 3 r) che con otto punti consecutivi dà il + 4 all’Amatori. Un fallo molto dubbio fischiato a Pepe su Di Marco che stava lanciando la preghiera a 3 decimi dalla prima sirena, regala tre liberi al play argentino che, infallibile dalla linea, fissa il primo parziale sul 20-19.

Il secondo quarto si apre con Pescara che, trovando con fatica la strada del pitturato, ben presidiato dai lunghi pugliesi, colpisce dall’arco e una bomba di un positivo Bini (7 p) dà il + 7. Ma San Severo ribatte colpo su colpo e si procede segnando e sbagliando da ambo le parti. L’intensità comincia a salire, gli arbitri tollerano molti contatti e Coen si becca un tecnico protestando in maniera plateale. Ma Pescara non ne approfitta in pieno, segnando il libero ma perdendo malamente il successivo possesso. L’ottimo Ikangi (8p  4r e tanta difesa) segna gli ultimi due canestri che mandano le squadre negli spogliatoi sul 38-37 locale.

Il terzo periodo, dopo un timido vantaggio ospite, diventa biancorosso e una serie di triple e uno spettacolare recupero di  Marco Timperi che costringe Marmugi  all’antisportivo, segnano il massimo vantaggio pescarese sul  57-47. Ma ci pensa ancora un chirurgico Ciribeni a tenera a galla i suoi con 5 punti consecutivi che dimezzano lo svantaggio all’ultimo riposino: 59-54.

L’ultima frazione vede ancora un tentativo di fuga di Pescara che torna al +7 fino al secondo fallo tecnico alla panchina pugliese che scatena le proteste dei  500 tifosi ospiti, placati solo dall’intervento di  Quarisa (12 p e 12 r) che li invita alla calma. L’intensità però è ormai alle stelle e l’Amatori, sul 66-58, si blocca in attacco, la zona tre-due di Coach Coen  toglie la visuale ai tiratori pescaresi che praticamente non segnano più. San Severo rosicchia punto su punto e due bombe di Ciribeni e Scarponi siglano il sorpasso a 66-68 in un Palaelettra che ormai è una bolgia. Pepe, dopo uno sfortunatissimo contropiede di De Vincenzo che ruba palla a Di Marco ma scivola al momento dell’appoggio al ferro, pareggia a 14”. Time out di Coen per rimettere in zona d’attacco. Pescara (non ancora in bonus) sceglie di fare fallo dopo 7”. Sulla rimessa palla a Di Marco (13p 9r e 9 assist ma anche 7 perse) che a 3” dalla fine scaglia la bomba che fa esplodere la curva ospite.

A fine gara uno stremato coach Coen, nel ringraziare i numerosissimi  tifosi giunti dalle Puglie, sottolineava come ”in una partita decisa all’ultima azione, l’esperienza di giocatori come Scarponi e Di Marco che hanno preso gli ultimi tiri, può risultare decisiva”.

Dall’altra parte coach Salvemini, avvilito ma non deluso, si teneva stretti i 35 minuti in cui la sua squadra “ha tenuto testa con una ottima pallacanestro ad una compagine costruita per arrivare fino in fondo e che sicuramente ci arriverà”.

AMATORI PESCARA – CESTISTICA SAN SEVERO  68-71

AMATORI PESCARA:  Rajola 11, Pepe 8, Timperi Marco 7, Di Donato 17, Polonara 8, De Vincenzo 10, Bini 7, Tabbi, Di Fonzo, Timperi Matteo ne. Coach Salvemini

CESTISTICA SAN SEVERO: Di Marco 13, Ciribeni 22, Ikangi 8, Quarisa 12, Marmugi, Ricci 5, Cena 2, Scarponi 9, Vitanostra ne, Cagnetta ne. Coach Coen

Arbitri: Centonza di Grottammare (AP) e  Vittori di Castorano (AP)

Parziali: 20-19 38-37 59-52 68-71

TIRI DA 2:  AMATORI 11/24   SAN SEVERO 17/32
TIRI DA 3:   AMATORI 14/40   SAN SEVERO 10/32
TIRI LIBERI:  AMATORI 4/6    SAN SEVERO 7/7
RIMBALZI:  AMATORI 31 (6A)  SAN SEVERO 45 (11A)
2 Falli tecnici a panchina San Severo, fallo antisportivo a Marmugi.

Fotogallery a cura di Daniela Tamborriello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy