Serie B. Desio a Padova per cercare punti salvezza

Serie B. Desio a Padova per cercare punti salvezza

I ragazzi di coach Villa hanno infatti perso l’8^ gara consecutiva, rinviando ancora una volta il discorso salvezza, con le inseguitrici che continuano a vincere, ed ora i punti di vantaggio sulla zona play-out sono soltanto due, con ancora 80 delicatissimi minuti da giocare.

Commenta per primo!

Di Emanuele Maffezzoni

È  una Rimadesio in grossa difficoltà quella che si appresta ad affrontare la difficile trasferta sul campo di Padova nel tardo pomeriggio di domani. I ragazzi di coach Villa hanno infatti perso l’8^ gara consecutiva, rinviando ancora una volta il discorso salvezza, con le inseguitrici che continuano a vincere, ed ora i punti di vantaggio sulla zona play-out sono soltanto due, con ancora 80 delicatissimi minuti da giocare. Per i blu-arancio non sarà facile tornare al successo dopo oltre 2 mesi contro i veneti (ultima vittoria di Desio il 07/02 contro Alto Sebino)che sono una delle squadre più in forma del campionato; e non sanno se avranno a disposizione Politi, uscito dopo soli 2 minuti nella gara interna persa contro Sangiorgese (6^ sconfitta interna consecutiva) a causa di un brutto taglio che gli è costato 5 punti di sutura all’arcata sopraciliare sinistra. Per il resto la squadra sarà al completo.

La Virtus Basket Padova è una formazione storica patavina che approda per la prima volta in serie B a metà degli anni ’70. Nel 1990 dopo aver vinto la finale play off contro i cugini del Petrarca Padova Approda in B1, ed un paio di stagioni più tardi dopo la fusione con il Vicenza Basket, vince la finale play off con Ragusa ed approda in A2, categoria che disputerà per una sola stagione. Nel ’94 la sede operativa torna a Padova e dopo la ripartenza dai campionati regionali, dopo una lunga rincorsa, la scorsa primavera ha riconquistato la serie B. La Broetto Costruzioni, dopo un girone di andata fatto di 3 vittorie e 12 sconfitte, ha svoltato la stagione grazie all’innesto nel mese di gennaio del serbo con passaporto italiano Stevan Stojkov, a cui a lasciato il posto Mabilia, accasatosi a Pavia. Stojkov, classe ‘89di scuola Virtus Bologna, con esperienze in A Dilettanti a Ozzano e Brescia, in A2 Gold a Torino ed in serie B a Montichiari, viaggia a 10.6 punti, 3 rimbalzi e 4 assist di media, e dal suo arrivo Padova non ha praticamente più perso, vincendo 10 delle 13 gare del girone di ritorno, ed assicurandosi la salvezza e con buone probabilità un l’8^ piazza play-off. Il team del presidente Bernardi ha confermato in gran parte il roster che nella passata stagione ha fatto il salto di categoria, aggiungendo qualche elemento con esperienza in serie B. Coach Friso nel girone di andata ha sofferto molto anche perchè dalla 2^ giornata ha dovuto fare a meno del capitano e veterano Leo Busca, play classe ’72 che dopo aver mosso i primi passi alla Virtus a inizio anni ’90 ha giocato praticamente in tutta Italia tra A1 e A2, le sue annate migliori a inizio del millennio a Udine, Roseto, Messina, Sassari e Orlandina. La sua assenza ha pesato molto sulla squadra, che fino all’arrivo di Stojkov non è riuscitaa trovare un leader che la trascinasse nei momenti di difficoltà. Il rientro di Busca a gennaio (con minutaggio molto ridotto) ha comunque contribuito alla risalita dei suoi. In estate il Direttore sportivo Caiolo ha portato a Padova 2 elementi di esperienza per la categoria. Il primo è l’esterno Crosato, prelevato dalla serie C di Bassano del Grappa con diversi anni di esperienza in serie B in maglia Marostica. Per lui 10.5 punti e 7.4 rimbalzi di media a partita. Il classe ’85 e sicuramente il più pericolo dei suoi. Dal Cus Torino invece è arrivato il 23enne Tuci, giocatore che vanta esperienze a Musummano in DNC e  soprattutto a Pistoia in A2. Il centro di 205 cm viaggia a 9 punti e 6.2 rimbalzi di media. Come detto il resto della squadra è stato confermato. In cabina di regia il play di origini dominicane Canelo, che a livello giovanile ha giocato anche nella Virtus Bologna. Per lui esperienze ad Ozzano in A dilettanti e Fortitudo Bologna e Cus Torino in serie B. Il classe ’89 viaggia a 10.8 punti, 3.5 rimbalzi e 3 assist di media, realizzando da 3 con il 46%. Salvato è invece una Guardia di 25 anni alla 4^ stagione in maglia Virtus. Molto pericoloso da dietro l’arco da dove realizza con il 46 %, produce 8.8 punti e 3.5 rimbalzi a partita. Sugli esterni troviamo Lazzaro, classe ’92 che ha già giocato la categoria con Albignasego. Per lui 9.9 punti e 4.4 rimbalzi di media. Altro esterno da tenere sott’occhio è il 27enne Schiavon, alla 4^ stagione con i padovani. Per lui 5.2 punti di media con una percentuale di realizzazione da 3 pari al 35 %. L’ala piccola Sabbadin, classe ’91, chiude il reparto degli esterni. Il suo fatturato parla di 2.7 punti di media a gara. Nello spot di guardia troviamo il prodotto del settore giovanile della BroettoContin. Il classe ’95, che ha sempre giocato a Padova, produce poco meno di 3 punti a partita.Le rotazioni sono chiuse dai giovani classe ’97 Bonetto, Calzavara e Cecchinato.

Nella gara di andata Desio si impose per 83-71, sfruttando l’ottima vena di Politi, Corno e Gallazzi autori rispettivamente di 21, 17 e 16 punti. Agli ospiti non bastò la coppia Tuci-Lazzaro che produsse 44 punti e 14 rimbalzi, ma erano 2 squadre diverse rispetto ad ora e la situazione mentale e di classifica si è completamente capovolta a favore della Virtus.

Palla a due alle ore 18.00 di domani 17 aprile presso il PalaFabris di via Rovigo, 1 a Rubano (PD). Arbitreranno l’incontro i signori Meloni di Salsomaggiore Terme (PR) e Grazia di San Pietro in Casale (BO).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy