Serie B. Desio cerca conferme contro Vicenza

Serie B. Desio cerca conferme contro Vicenza

Commenta per primo!

Dopo la convincente vittoria maturata sul campo del fanalino di coda Firenze, la Rimadesio di Davide Villa vuole tornare al successo anche davanti al pubblico amico e si appresta a riceve all’Aldo Moro la visita della Banca Popolare Vicenza, una delle formazioni più in forma del campionato ma che sulla carta è alla portata per i Brianzoli. I desiani sono riusciti a mettere fine ad una strisci di 4 sconfitte consecutive con una prova tutta sostanza nel pitturato e precisa da dietro l’arco, dove gli esterni blu-arancio hanno trovato con continuità la via del canestro. Sugli scudi, oltre al solito Gallazzi che da vero capitano si è caricato la squadra sulle spalle nell’ultimo periodo, il giovane play Gatto, che finalmente è riuscito ad esprimersi al suo livello con un bottino finale di 15 punti, molti dei quali arrivati nell’allungo decisivo durante il 3° quarto.

La Pallacanestro Vicenza 2012 è società nata nell’estate del 2012 dalle ceneri della Pallacanestro Vicenza, società che nel maggio 2000 dopo aver vinto il playoff finale con Mestre per la promozione in A2, cedette i diritti alla Snaidero Udine e chiuse l’attività. Ripartiti dalla serie D, la scalata per il club del presidente Gaetano Stella è stata rapida, centrando 3 promozioni consecutive che la portano quest’anno a disputare il campionato di serie B. Diretta da coach Magagnoli, Vicenza è una squadra in fiducia. Perse le prime due giornate di campionato, i veneti hanno poi vinto 5 delle ultime 6 sfide (striscia aperta di 3 vittorie) andando a perdere solo sul campo della capolista Orzinuovi. Per competere nella categoria, il direttore sportivo Tadiotto ha allestito una squadra in cui c’è il giusto mix tra gioventù ed esperienza, andando ad aggiungere alla riconferma del nucleo storico giocatori di categoria. Il prezzo più pregiato del mercato estivo è stato sicuramente Claudio Nobile, centro di 206 cm cresciuto cestisticamente a Verona, dove nei primi anni 2000 ha assaggiato anche la serie A1 in maglia Muller. Per lui poi tante esperienze in giro per l’Italia, prima in A2 a Imola, poi tanata B1 e B2 tra Pistoia, Lucca, Cento, Verona, Faenza e Montegranaro, dove ha giocato per 4 stagioni. La scorsa annata era in forza ad Empoli, sempre in serie B. Il classe ’82 è il migliore realizzatore dei suoi, viaggiando a 13.9 punti e 8.3 rimbalzi di media, si prospetta una bella lotta sotto le plance con Politi. Nuovo arrivo anche nello spot di guardia dove dalla C di S. Margherita è arrivato Valesin. Per il 23enne, con esperienze in A dilettanti a Ruvo di Puglia ed in DNB a Sangiorgese, 13.7 punti di media conditi da 2.4 assist realizzando da dietro l’arco con un ottimo 40%. Altro colpo di mercato è stato l’esterno Stefanini, pesarese cresciuto nel settore giovanile Scavolini con cui ha vinto un titolo italiano U17.  Il classe ’93 vanta esperienze in DNB a Senigallia e Piombino oltre a buone annate in A2 Silver a Recanati e Piacenza, da dove è stato prelevato. Anche lui pericoloso con il tiro dalla lunga distanza che realizza con il 42%, oltre 10 punti e 5 rimbalzi che mette a referto di media. Ultima aggiunta estiva è stato il play Boaro, giocatore di scuola Montebelluna (escluso un breve passaggio alla Benetton Treviso) con il quale ha giocato gli ultimi 4 campionati di serie C. Il classe ’92 realizza 5.2 punti a gara, realizzando con il 63 % da 2 punti. Le conferme sono ripartite dalla cabina di regia dove troviamo il 18enne Pasqualin, scuola Petrarca Padova che ha concluso il suo percorso giovanile nella DNG della Blu-Orobica Bergamo. Il play ha assaggiato i campi della A2 Silver in maglia Treviglio ma il vero e proprio esordio nei Senior lo ha fatto lo scorso hanno. Nonostante la giovane età il classe ’97 è già un fattore. Le sue medie parlano di 8.4 punti realizzati a partita, con una percentuale di realizzazione da 3 pari al 50 % subendo anche 4 falli. Non sarà da sottovalutare. Confermati anche i fratelli Campiello, vecchie conoscenze degli aficionados desiani, che se li ricordano protagonisti ad inizio carriera nel Basket Giovane Vicenza, formazione che Desio battè in un drammatico play-out salvezza nel campionato di serie C1 2005/06. Andrea, esterno classe ’87, dopo le buone stagioni a Vicenza giocò annate importanti in serie B1 a Ferrara e Verona, dove disputò anche il campionato di serie A2. Per lui esperienze anche a Padova in serie B ed Arzignano in serie C, prima di approdare a Vicenza. Per lui 10.3 punti e 4.6 rimbalzi di media a partita. Umberto invece è un centro classe ’85, giocatore meno talentuoso del fratello è comunque riuscito a costruirsi una buona carriera in serie B a Marostica dove ha giocato per 4 stagioni, prima di approdare a Vicenza dove ha vinto la C regionale e la C nazionale la passata stagione nello spareggio promozione di Livorno contro Lissone. Per lui 6.7 punti e 4.3 rimbalzi di media a gara. Il bolognese Benassi è invece un play cresciuto nella Virtus, che nei primi anni 2000 ha messo insieme diverse presenze in serie A2 a Castelmaggiore. Successivamente per lui esperienze a Montegranaro, Fossombrone, Pescara e Bassano del Grappa, prima di trovare la sua dimensione a Marostica dove gioca per 7 stagioni. Scende poi in C regionale a Cittadella da dove viene prelevato nel 2013 dai vicentini. Il classe ’81 viaggia 4.9 punti e 2 assist di media a gara. Chiude le rotazioni il bulgaro Bohzenski esterno classe ’79 autentico giramondo delle minors regionali venete negli ultimi anni di carriera. Per lui è la 4^ stagione in maglia Vicenza, di cui è capitano, restando così l’unico elemento presente si dalla rifondazione del 2012. I suoi numeri parlano di 1.5 punti realizzati a partita in poco meno di 10 minuti di utilizzo.

Sarà una partita agguerrita dove la Rimadesio vorrà vincere per ridare slancio alla sua stagione mentre gli ospiti, sulle ali dell’entusiasmo degli ultimi risultati, proveranno ad incrementare la loro striscia vincente. Palla a due alle ore 18.00 di domenica presso il palazzetto Aldo Moro di via San Pietro a Desio. Arbitreranno l’incontro i signori Spinelli di Cantù (CO) e Cordone di Vigevano (PV).  Emanuele Maffezzoni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy