Serie B. Desio riceve la capolista Udine

Serie B. Desio riceve la capolista Udine

Deve provare ad invertire la rotta la Rimadesio di Davide Villa, che nonostante la buona prestazione di Vicenza prima della pausa, ha messo in fila la 4^ sconfitta consecutiva, trovandosi così a ridosso le inseguitrici all’8^ posizione che vale l’accesso ai play-off.

Commenta per primo!

Di Emanuele Maffezzoni

Deve provare ad invertire la rotta la Rimadesio di Davide Villa, che nonostante la buona prestazione di Vicenza prima della pausa, ha messo in fila la 4^ sconfitta consecutiva, trovandosi così a ridosso le inseguitrici all’8^ posizione che vale l’accesso ai play-off, ma mantenendo comunque un vantaggio di 6 punti sulla zona calda della classifica per i play-out salvezza. L’avversario che stasera sarà ospite all’Aldo Moro è la capolista Udine, e servirà un’impresa ai brianzoli per interrompere la serie negativa, nonostante la partita di Vicenza, seppur persa, abbia ridato un minimo di fiducia ai desiani dopo le precedenti deludenti prestazioni.

L’Amici Pallacanestro Udinese è una società nata nell’estate del 2011, dopo la scomparsa della storica Pallalcesto Amatori Udine che decise di non iscriversi alla Legadue cessando ogni attività. Nonostante budget faraonici e giocatori di categoria superiore, i Friulani nel corso delle ultime annate hanno sempre fallito il salto di categoria, ma la stagione in corso sembra poter essere quella buona per ritornare in serie A2. L’Apu guida la classifica del girone B (in compagnia di Orzinuovi) con un bilancio di 21 vittorie e 3 sconfitte, ed arriverà a Desio agguerrita per riprendere la sua corsa dopo la sconfitta casalinga patita nell’ultima giornata contro Bergamo per 59-60 (4° quarto 17-30!). Il presidente Pedone, per raggiungere il tanto agognato obiettivo, ha fatto le cose in grande, ed ha affidato la guida tecnica a Lino Lardo, coach con lunghi trascorsi in serie A che nel 2005 portò in finale scudetto la prima Olimpia targata Armani. Per lui, che in precedenza aveva allenato a Reggio Calabria vincendo il premio di “Miglior Allenatore dell’Anno” nel 2003, esperienze a Rieti (con vittoria della Coppa Italia di Legadue e successiva promozione in A1), Virtus Roma, Virtus Bologna, Trapani ed addirittura in Libano con l’Amchit Club. La cabina di regia è stata affidata al classe ’93 Gianluca Marchetti, giocatore cresciuto nella Virtus Roma con cui ha esordito in serie A1 nel 2010, prima di fare esperienze in serie B al Don Bosco Livorno, in A1 a Cremona ed in A2 a Barcellona Pozzo di Gotto da dove è stato prelevato. Per lui 7.6 punti ed 1.7 assist di media. Il suo cambio è il classe ’95 Vittorio Nobile, giocatore di scuola Pordenone che in 18 minuti di impiego produce 4.5 punti e 1.2 assist. A febbraio poi il G.M. Davide Micalich ha riportato in Italia il play 33enne Antonio Porta, argentino di Santa Fe, nelle ultime stagioni in Danimarca allo Svenborg. Per lui, vincitore del Bronzo Olimpico a Pechino 2008, lunga militanza in Italia tra A2 e A1 nelle fila di Imola, Livorno, Biella, Avellino, Verona e Scafati; oltre alle esperienze in Spagna a Valladolid ed in Russia nello Spartak San Pietroburgo. Potrà sicuramente far fare il salto di qualità ai suoi. Nello spot di guardia troviamo Riccardo Truccolo, giocatore cresciuto ad Udine con esperienze tra serie B ed A2 a Pavia, JesoloSandonà, Orzinuovi ed Alto Sebino. Per il classe ’89 poco meno di 10 punti e 2 assist di media a gara. Sempre nel reparto guardie troviamo Mauro Pinton, giocatore pericoloso da dietro l’arco, dove realizza con il 47 %. Il classe ’84, con esperienze in A2 a Montegranaro, Rimini, Brindisi e Treviso ed in A1 a Sassari, va a referto con 10.9 punti e 2.7 assist a partita. Giocatori di qualità anche sugli esterni dove in primo piano troviamo Riccardo Castelli, ala di 200 cm con tanta esperienza in serie B ed A2 a Asti, Casalpusterlengo, Agrigento, Firenze e Ferrara. Il 28enne è il miglior realizzatore dei suoi, viaggiando a 13.6 punti e 6.5 rimbalzi di media a gara, tirando dal campo con il 58 % da 2 ed il 41 % da 3. Da Tenere d’occhio anche Davide Poltronieri, giocatore di esperienza che in passato ha vinto la classifica marcatori della serie B in maglia Perugia. Confermato dalla passata stagione (in precedenza era in A2 a Trento) per lui 11.1 punti, 4.3 rimbalzi e 2.4 assist di media. La sua dote migliore è il tiro dalla lunga distanza, che manda a bersaglio con un ottimo 46 %.Anche il 30enne Michele Ferrari è giocatore con punti nelle mani. Cresciuto aUdine, è stato prelevato in estate dalla scomparsa Pordenone ed in precedenza aveva maturato esperienza in categoria a Imola, Potenza, Omegna e Corno di Rosazzo. Con i suoi 8.2 punti (62 % da 2) e 5.7 rimbalzi di media prodotti a gara, è un fattore in ambo i lati del campo. Ma è il reparto lunghi dove i friulani fanno paura. In primo luogo troviamo Joel Zacchetti, centro di 208 cm che ha collezionato circa 200 presenze in serie A1 con le maglie di Udine, Cantù e Cremona. Il classe ’82 ha avuto pure un’esperienza in Slovenia a Lubiana e vanta 4 presenze in nazionale maggiore. Per lui 5.4 punti e 3.8 rimbalzi in 16 minuti sul parquet. In estate la società è riuscita ad accaparrarsi Manuel Vanuzzo, lo scorso anno capitano della Sassari capace di fare il triplete. Il 41enne, che ha esordito in serie A1 nel ’99 con la maglia di Montecatini, esperienze anche a Messina, Milano e Novara; vantando anche un bronzo ai Giochi del Mediterraneo disputati nel 2001 a Tunisi con la nazionale Italiana. Le sue medie parlano di 7.5 punti e 6.2 rimbalzi prodotti ogni incontro. Ma il G.M Milcalich, non contento, ha apportato in febbraio un’aggiunta anche in questo reparto, riportando ad Udine dopo i tempi della serie A1 Christian Di Giuliomaria. Il centro di 210 cm ha collezionato 300 presenze segnando più di 1800 punti in A1 con le casacche di Varese, Roseto, Cantù ed Udine, e vanta una convocazione all’All Star Game di serie A nel 2006. Nel suo palmares troviamo anche la medaglia d’oro conquistata nel 2005 ai Giochi del Mediterraneo di Ameria con la nazionale Italiana, con cui ha collezionato 49 presenze realizzando 221 punti. Il classe ’79 ha giocato la prima parte di stagione nel girone D della serie B a Campli, dove viaggiava a 16.5 punti e 9.5 rimbalzi di media.

Palla a due alle ore 21.00 presso il Palazzetto Aldo Moro di via San Pietro a Desio (MB). Arbitreranno l’incontro i signori Bartolomeo di Cellino San Marco (BR) e Lillo di Brindisi (BR).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy