Serie B. E’ monologo Pescara, Taranto cade di brutto al PalaElettra

Serie B. E’ monologo Pescara, Taranto cade di brutto al PalaElettra

Commenta per primo!

Un’Amatori praticamente perfetta annienta subito la voglia di rivalsa del Cus Jonico Taranto che era giunto a Pescara con l’obiettivo di spezzare la serie negativa. Ma sono invece Rajola e soci ad allungare a tre la propria striscia vincente con una partenza a turbo inserito che a metà primo quarto scrive già 15-2 sul tabellone con due triple del capitano, una di Polonara (sotto gli occhi del fratello Achille) e due canestri di un Marco Timperi che ormai sta diventando un fattore determinante del roster abruzzese: di nuovo Mvp con 19 punti, 3/7 da due 2/4 da tre 7/9 ai liberi, 7 rimbalzi, 2 assist, 2 stoppate 7 falli subiti in 32,55 minuti. Nelle ultime tre vittorie consecutive di Pescara Marco cifra 54 punti e 27 rimbalzi, niente male per 1997 che anche stasera ha fatto esplodere il Palaelettra con una schiacciata in tap in e due stoppate stratosferiche ai lunghi avversari. Taranto (ancora priva del play titolare Maggio) sembra tramortita e non riesce a reagire ad un’Amatori che attacca bene con un gioco corale e difende meglio chiudendo ogni spazio. Solo nel finale del tempino due palle perse consentono ai viaggianti un timido recupero al -11 del 23-12 con cui si va al primo riposo.

Ma stasera la Banda Salvemini è ispirata su tutti i fronti, Taranto non riesce ad opporre una efficace resistenza così si arriva al diciottesimo quando uno spettacolare assist di Simone Pepe (19p 5r 2a e 2s anche per lui) taglia tutta la difesa tarantina come una lama nel burro per pescare il giovane Di Fonzo (12p con 3/4 da due e 2/4 da tre per il play classe 1998) che scarta il cioccolatino e lo depone nel canestro per il massimo vantaggio sul 44-22. Le schermaglie finali del secondo periodo mandano tutti a bere il tè sul 48-27.

La ripresa presenta un’Amatori che non cede un millimetro, toglie ogni angolo di luce agli esterni tarantini (a fine gara un tristissimo 0/12 da tre) mentre in attacco fa circolare la palla a memoria per liberare a turno i suoi bombardieri. E con tre triple consecutive di Pepe, Rajola e Timperi e un canestro di Polonara, piazzano un micidiale 11-0 per il nuovo massimo vantaggio sul 60-33 che diventa +33 alla terza sirena che suona sul 73-40.

L’ultimo quarto si apre con due canestri di Di Fonzo e Tabbi (ex di turno, forse rimpianto a Taranto) per il +37 per cui il match ormai diventa accademia con gli ospiti che dal “garbage time” riescono a raccogliere qualcosa che gli consentirà di chiudere a -27 per l’ 87-60 finale.

La chiave, ancora una volta, è stata la grande difesa corale di squadra dei pescaresi che ha tenuto gli avversari a 60 punti (dieci dei quali segnati negli ultimi 2’ quando ormai si giocava alla playstation), ma stasera (come già a Monteroni) è stata efficacissima anche in attacco, sotto i tabelloni e soprattutto mandando a referto 8 giocatori e 5 in doppia cifra.

Ora si apre un vero e proprio “ciclo di ferro” per i biancorossi adriatici che affronteranno due trasferte consecutive (Porto Sant’Elpidio e Campli) e poi in sequenza le altre tre compagini che occupano le prime posizioni in classifica. Ma la crescita costante evidenziata nelle ultime tre partite autorizza i tifosi pescaresi a pensare di potersela giocare senza timori con chiunque.

Taranto invece si lecca le ferite e dovrà rimboccarsi le maniche per invertire la tendenza negativa e risalire la classifica che si sta facendo preoccupante.

AMATORI PESCARA-CASA EURO BK TARANTO 87-60 (23-12; 48-27; 73-40)

PESCARA: Pepe 19, Rajola 14, Di Donato 2, Polonara 10, Mar.Timperi 19, Di Fonzo 12, Bini 5, Tabbi 6, Mat.Timperi, Tagliamonte. Coach: Salvemini.

TARANTO: Circosta 13, Malfatti 11, Potì 6, Tinto 6, Orlando 15, Osmatescu 4, Iaia, Conte 1, Stola 4, Maggio ne. Coach: Putignano.

Tiri da 2: Pescara 13/28 (46%), Taranto 20/49 (40%).

Tiri da 3: Pescara 13/33 (39%), Taranto 0/12 (0%).

Tiri liberi: Pescara 22/24 (91%), Taranto 20/26 (76%).

Rimbalzi: Pescara 41 (27+14, Di Donato 8, Polonara, Mar.Timperi e Tabbi 7), Taranto 37 (22+15, Malfatti, Tinto e Orlando 6).

Assist: Pescara 19 (Rajola 5), Taranto 13 (Circosta 4).

Arbitri: A. Meloni di Salsomaggiore (PR) e L. Grazia di San Pietro in Casale (BO)

Fotogallery a cura di Daniela Tamborriello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy