Serie B. E’ super Pescara, anche Monteroni s’inchina

Serie B. E’ super Pescara, anche Monteroni s’inchina

Una super Amatori stende Monteroni e conquista la settima vittoria consecutiva in un inizio di 2016 da incorniciare.

Commenta per primo!

Di Alessandro Bedeschini Bucci

Una super Amatori stende Monteroni e conquista la settima vittoria consecutiva in un inizio di 2016 da incorniciare. E stavolta, dopo le due soffertissime vittorie con Senigallia e Giulianova, è filato tutto liscio per gli uomini del Presidente Di Fabio. Monteroni è stata in vantaggio solo con il primo canestro della partita segnato da Mocavero, poi è iniziato subito lo show biancorosso e a metà primo quarto si era 15-8 con tutti i cinque pescaresi del quintetto già a referto. Un’altra grande prova corale della Salvemini Band che, con l’innesto di Capitanelli(che comincia ad inserirsi nei collaudati meccanismi pescaresi), proveranno ad essere la mina vagante da qui a fine campionato. Oggi intanto agganciata Ortona al quinto posto.

Si parte con i quintetti standard da entrambe le parti ma dopo il primo canestro di Mocavero parte subito un super Emidio Di Donato che con due triple spacca la partita: per lui la maglia di MVP con 20 punti, 4/6 da tre, 3/4 da due e 9 rimbalzi in 20 minuti, poi messo precauzionalmente a riposo visti i recenti acciacchi. Pescara è scatenata e la terza tripla di Di Donato (11 punti con il 100% e 5 rimbalzi nei primi 10’) scrive già 25-11 sul tabellone a 2’  dalla prima sirena. Poi un paio di palle perse per eccesso di entusiasmo consentono ai viaggianti di non uscire già dal match, così il primo quarto si chiude sul 27-17.

Il secondo periodo vede in apertura un ulteriore tentativo di rientro leccese ma poi nella seconda metà una nuova sfuriata pescarese (a cui contribuisce anche un buon Capitanellicon tre canestri di bella tecnica) conclusa dalla prima bomba di un ottimo Matteo Bini (15 punti con 3/4 da tre, 3/4 da due e 6 rimbalzi, subito dietro Di Donato come Mvp), manda alla pausa lunga sul 48-32.

Al rientro non cambia la musica: Pescara mantiene grande intensità su entrambi i lati e Monteroni si scioglie sempre di più. A tratti si appoggia al totem Mocavero, e buon apporto riescono a darlo Ingrosso e Potìma senza mai impensierire Rajola& Co. Come all’andata poi un’altra brutta prestazione di Rodriguez che chiude con 3/15 dal campo e parecchia confusione in regia. I locali allungano inesorabilmente e con una tripla di un ormai ritrovato Polonarasi portano sul +23 per poi chiudere il terzo periodo sul 66-46

L’ultimo quarto è pura accademia, con l’Amatori che in scioltezza arriva al +28 sul 78-50 e qui alza le mani dal manubrio e permette così ai leccesi di evitare l’imbarcata rientrando sotto i venti di scarto e chiudendo sull’86-67finale.

Per la prima volta quest’anno non abbiamo mai citato in cronaca Simone Pepe: in realtà anche oggi alla fine è stato il miglior realizzatore con 21 punti, ma si sono notati di meno perché inseriti tra tanti bei canestri da parte di tutta la squadra in un gioco di grande coralità.

A fine gara un visibilmente soddisfatto Giorgio Salvemini faceva i complimenti a tutti i ragazzi che alla terza partita in sette giorni hanno mostrato intensità e concentrazione per tutti i 40 minuti rispettando in pieno il piano partita preparato in questi ultimi due allenamenti. Buone notizie anche sull’inserimento di Andrea Capitanelli che comincia a dare il suo fattivo contributo alla causa: oggi 10 punti e 6 rimbalzi per lui oltre ad una presenza nel pitturato che nella categoria può essere importante.

Perfezionato quindi il settebello e agganciata Ortona al quinto posto, ora si va a caccia dell’ottava meraviglia, nell’anticipo di sabato prossimo sull’ostico campo del Pala Mazzola di Taranto, contro una squadra che ha un disperato bisogno di punti.

AMATORI PESCARA-QUARTA CAFFE’ MONTERONI 86-67 (27-17; 48-32; 66-46)

PESCARA: Pepe 21, Rajola 6, Di Donato 20, Polonara 5, Mar.Timperi 2, De Vincenzo 7, Di Fonzo, Bini 15, Mat.Timperi, Capitanelli 10. Coach: Salvemini.

MONTERONI: Ingrosso 13, Ianuale 3, Potì 9, Mocavero 12, Rodriguez 10, Paiano 6, Pallara, Prete 5, Martina 7, Serio 2. Coach: Manfreda.

Tiri da 2: Pescara 19/36 (52%), Monteroni 19/48 (39%).

Tiri da 3: Pescara 13/37 (35%), Monteroni 7/24 (29%).

Tiri liberi: Pescara 9/12 (75%), Monteroni 8/10 (80%).

Rimbalzi: Pescara 43 (32+11, Di Donato 9), Monteroni 46 (31+15, Rodriguez 9).

Assist: Pescara 15 (Rajola 5), Monteroni 12.

Palle perse: Pescara 11 (Pepe 4), Monteroni 14 (Potì 4).

Palle recuperate: Pescara 5, Monteroni 3

Arbitri: Bergami di San Pietro in Casale (BO) e Bianchi di Rimini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy