Serie B. Eurobasket di lusso: Palestrina inesistente, il fattore campo è di Bonora e Righetti

Serie B. Eurobasket di lusso: Palestrina inesistente, il fattore campo è di Bonora e Righetti

Commenta per primo!

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA – EUROBASKET VIRTUS ROMA 55-81

Parziali: 12-20, 28-37, 41-58

Serie: 0-1

Palestrina: Rischia 10, Rossi 6, Molinari, Vitale 11, Poggi, Di Giacomo 3, Samoggia 9, Brenda 5, Stirpe 3, Gagliardo 8. All. Lulli.

Eurobasket: Alviti 11, Casale 15, Fanti, Scarponi 11, Righetti 17, Gori 2, Romeo 6, Staffieri 6, Salari 5, Pullazi 8. All. Bonora.

Eccellente prestazione dell’Eurobasket, che si impone al PalaIaia di Palestrina e conquista gara 1 delle semifinali playoff. Partita maiuscola per i ragazzi di Bonora, Tonolli e Pilot, scesi in campo con l’atteggiamento giusto di chi vuole portare subito la serie dalla propria parte. Chiare le intenzioni degli ospiti, avanti 0-9 dopo 3’. Sarà un break fondamentale per il resto dell’incontro, Palestrina infatti non metterà mai la testa avanti e subirà nel primo tempo l’esperienza di Righetti (15 punti all’intervallo), vero catalizzatore del gioco offensivo dell’Eurobasket. Nella ripresa ti aspetti la reazione degli arancioverdi, invece i capitolini non mollano di un centimetro e aumentano col passare dei minuti il massimo vantaggio che sfiora le 30 lunghezze a metà quarto periodo. Un vantaggio tale che permette a Lulli e Bonora di far rifiatare nel finale alcuni dei giocatori migliori. Si tornerà qui, martedì ore 20.30, per gara 2.

Quintetto tradizionale per Bonora che parte con Casale, Fanti, Staffieri, Righetti e Pullazi. Palestrina risponde con Rischia, Rossi, Vitale, Samoggia e Di Giacomo. Inizio molto difficile per Palestrina, sotto 0-9 al 3’ per effetto di 7 punti personali di Righetti, tra cui una tripla che obbliga Lulli al primo timeout dopo 180’’. E’ Rischia a muovere il punteggio dei padroni di casa al 4’, con le sue penetrazioni Palestrina tocca anche il 6-12, poi Pullazi da tre dà ancora il +9 all’Eurobasket (6-15 al 5’). Palestrina si affida ancora una volta a Rischia, da tre, per ricucire lo strappo iniziale (10-17), ma risponde subito un caldissimo Righetti dall’angolo per il 10-20 al 9’. A fine primo quarto è 12-20 coi liberi di Samoggia.

Nel secondo quarto l’Eurobasket continua a produrre buone soluzioni offensivi e tiri aperti che Alviti concretizza alla perfezione: cinque sui punti valgono il 12-25 per l’Eurobasket al 12’, che subito dopo deve però subire la seconda tripla avversaria della serata firmata Samoggia (15-25 al 13’). E’ il preludio ad un parziale di 9-0 dei padroni di casa, che alzano l’intensità e recuperano terreno grazie alle intuizioni di Rossi e alla verve di Brenda (21-25 al 15’). Palestrina dunque a -4, ma ricacciata lontana dalla tripla di Scarponi (21-28), che si ripete poco dopo in penetrazione alzando la parabola al tabellone (21-30). Gli arancioverdi provano da tre ma non hanno fortuna, Righetti dall’altra parte conquista fallo oltre la linea del tiro da tre e dalla lunetta fa 2/3 (21-32). L’ex azzurro si ripete poco dopo (21-34) anticipando i primi punti della partita dii Gagliardo (23-34). Coi liberi di Pullazi l’Eurobasket torna anche sul +12 (25-37), poi Vitale concretizza un gioco da tre punti per il 28-37 con cui si va all’intervallo.

Ad inizio ripresa è Gagliardo a suonare la carica per i suoi: quattro punti di fila dopo il 2/2 di Casale ai liberi e 32-39 al 22’. Ancora una volta però l’Eurobasket alleggerisce la spinta degli avversari dall’arco, centralmente, con Pullazi (32-41). Scambio di cortesie su entrambi i lati del campo, tiri aperti per Vitale, Casale e Samoggia che muovono il risultato fino al 36-43 del 25’, poi perfetta circolazione di palla di Pullazi e Scarponi che favoriscono la tripla di Staffieri (36-46) al 26’. I padroni di casa si affidano a Vitale nei possessi offensivi, che si carica la squadra sulle spalle portandola sul 38-46.  Sempre Staffieri, ancora da tre, è esiziale per il 38-49 che costringe Lulli ad un nuovo timeout al 27’. Ma al rientro in campo continuano i problemi di Palestrina che non riesce ad arginare il gioco perimetrale dell’Eurobasket, ancora a segno da tre con Scarponi al 28’ (38-52, massimo vantaggio momentaneo). Nel finale di quarto Palestrina muove il risultato solo dalla lunetta, l’Eurobasket ne approfitta, prima con Casale e poi con un sontuoso Alviti a rimbalzo offensivo che permette ai suoi di chiudere sul 41-58 al 30’.

Ultimo quarto che si apre sulla spinta della linea-verde Eurobasket. Romeo e Alviti producono un nuovo allungo (41-62) e Lulli chiama ancora timeout dopo 40’’ dall’inizio del periodo. I ragazzi di Bonora trovano entusiasmo e fiducia, ne è l’esempio Romeo che prima stoppa Rischia in penetrazione sul 41-64 e poi si esalta in un coast to coast al 32’ (41-66). E’ la fiducia che manca a Palestrina, che continua a litigare col canestro intestardendosi con conclusioni dagli otto metri, mentre dall’altra parte Scarponi invece è preciso dalla sua mattonella preferita: due triple di fila e 46-74 con 6’30’’ da giocare. Nei restanti minuti si inizia a pensare dunque già a gara 2, Lulli e Bonora risparmiano i giocatori più importanti nell’ottica delle cinque partite della serie da disputare in dieci giorni e nell’Eurobasket trova i primi minuti playoff anche Salari, subito a segno.

Bonora a fine gara. “Siamo stati bravi a giocare concentrati, all’inizio e anche quando abbiamo preso il vantaggio. Ma non abbiamo fatto niente di straordinario, siamo stati bravi ed ordinati nell’eseguire quello che dovevamo e anche a togliere quei parziali a Palestrina con cui spesso vince le partite. Mi è piaciuto anche l’atteggiamento finale quando il vantaggio era diventato elevato. In gara 2 Palestrina non sarà facile, loro si giocheranno le sue chance, hanno talento e oggi forse non hanno trovato la loro migliore giornata. Per noi sarà decisivo avere lo stesso approccio di oggi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy