Serie B – Fabriano con il cuore oltre l’ostacolo, Teramo cade al PalaGuerrieri

Serie B – Fabriano con il cuore oltre l’ostacolo, Teramo cade al PalaGuerrieri

I biancoblu inseguono per tre quarti di gioco, ma nell’ultima frazione giocano una pallacanestro eroica e portano a casa i due punti.

di Marco Di Egidio

Il prosieguo del campionato di Serie B, dopo la pausa Coppa Italia, vede il Teramo Basket 1960 cercare un risultato importante in chiave playoff sul caldissimo campo del PalaGuerrieri, casa dello Janus Basket Fabriano, piazza storica del basket italiano che in questa stagione sta facendo più fatica di quello che ci si aspettasse.

Coach Aniello decide di schierare un quintetto composto da Monacelli, Gialloreto, Dri, De Angelis e Bruno; risponde Teramo con Salamina, Nolli, Lagioia, Staffieri e Milojevic. È proprio il centro serbo il protagonista della prima frazione di gioco, con 12 punti e 5 rimbalzi che permettono ai biancorossi di condurre la gara fin dal primo possesso di gioco. Dall’altra parte i padroni di casa non sembrano essere scesi in campo con la giusta cattiveria agonistica, concedendo ben 28 punti in soli 10 minuti di gioco. Il secondo periodo si apre nel segno di Fabrizio Gialloreto: il teatino prova a mettersi la squadra sulle spalle costruendo da solo un parziale di 7-0 che permette a Fabriano di riavvicinarsi a -6, costringendo coach Bianchi a chiamare un timeout. La risposta di Teramo passa dalle mani di Staffieri e Nolli, che puniscono dall’arco la zona della Ristopro: Teramo torna in doppia cifra di vantaggio. Il pubblico fabrianese vede i suoi giocatori finalmente lottare su ogni pallone e risponde alla grande, gasando i biancoblu: il risultato è che la Janus Basket recupera 10 punti in totale nel secondo quarto e chiude il primo tempo sotto solo di 6 lunghezze. Nel terzo quarto la partita cresce di qualità da entrambe le parti, con Teramo che cerca di tenere il ritmo più basso possibile e Fabriano che invece cerca di correre il più possibile di correre. L’intensità di uno scatenato Joseph Vita-Sadi guida i padroni di casa, che rosicchiano ancora altri tre punti dal vantaggio di Teramo. A questo punto della partita i biancorossi sembrano, però, essersi ripresi dal contraccolpo psicologico dato dal grande calore del pubblico casalingo: uomini di esperienza come Musso e capitan Lagioia predicano calma e conquistano falli d’esperienza, come è solito loro fare. Si va all’ultimo minibreak con i padroni di casa ancora sotto per 56-61. Dopo 32 minuti di gioco Fabriano trova il primo vantaggio della partita grazie al solito Gialloreto, che oggi al tiro da fuori sembra essere tornato ai tempi d’oro; dall’altra parte Teramo inizia a soffrire la difesa aggressiva dei padroni di casa e non riesce a trovare una via facile di avvicinamento a canestro. Nel momento di massima difficoltà per i biancorossi è ancora Bogdan Milojevic a dettare la via con il mortifero pick’n’roll con Salamina: blocchi e susseguenti “rollate” impeccabili permettono ai ragazzi di coach Bianchi di restare a contatto. Il finale di partita vede, però, una Janus Basket Fabriano semplicemente perfetta per intensità in difesa, mentre in attacco il colpo del K.O. lo piazza Fabrizio Gialloreto, immarcabile oggi. I tifosi casalinghi (ben 2.100 quest’oggi) gioiscono per una vittoria fondamentale per il prosieguo del campionato fabrianese.

JANUS BASKET FABRIANO 7971 TERAMO BASKET 1960

Parziali: 16-28 ; 22-16 ; 18-17 ; 23-10

Tabellini
Fabriano: Dri 16, Monacelli 4, Cimarelli 1, Marsili 4, Quercia 5, Bugionovo n.e., Conti n.e., Cicconelli n.e., De Angelis 5, Bruno 5, Vita-Sadi 12, Gialloreto 27. All. Aniello.
Teramo: Salamina 11, Lagioia 10, Staffieri 11, Musso 8, Milojevic 20, Nolli 3, Piccinini, Errera 4, Osmatescu 4, Di Eusanio n.e. All. Bianchi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy