Serie B – Faenza dura tre quarti, poi Cento vola via

Serie B – Faenza dura tre quarti, poi Cento vola via

La Baltur parte con un successo.

Commenta per primo!

Baltur  81-Rekico 69
(25-32; 41-42; 59-55)

CENTO: Ba 1, Piunti 11, Vico 18, Chiera 14, Graziani, Pasqualin 2, D’Alessandro 9, Govoni ne, Benfatto 17, Cantone 9, Mastrangelo ne, Rizzitiello ne. All.: Benedetto.
FAENZA: Aromando, Perin 10, Silimbani 5, Benedetti, Venucci 21, Iattoni 10, Pagani 4, Milosevic ne, Chiappelli 15, Brighi 4, Samorì ne. All.: Regazzi.
ARBITRI: Gallo – Secchieri

Il cuore non basta alla Rekico, caduta in casa della Baltur Cento per colpa di un calo nell’ultimo periodo che l’ha condannata al 69-81 finale, ma che non cancella la prova di carattere e di grinta del gruppo. La buona notizia della giornata è la conferma del pieno recupero di Pagani, impiegato per un elevato minutaggio.

In un PalaBenedetto gremito e con un centinaio di tifosi faentini preenti, la Rekico si presenta con il giusto atteggiamento e quasi con sfrontatezza. Nessun timore referenziale in avvio, anzi una incredibile mira da tre permette di arrivare sul 26-14 grazie alla tripla di Perin, che firma il quinto centro dai 6,75 in altrettanti tentativi della sua squadra. La Baltur soffre la pressione avversaria e la mancanza di Rizzitiello, in panchina solo per onore di firma, e decide di affidarsi ai tiri da fuori dei suoi cecchini Chiera e Vico che riportano in partita Cento, L’inerzia passa minuto dopo minuto nelle mani degli emiliani che con D’Alessandro trovano il sorpasso al 17’ (39-38). La Rekico però reagisce alla grande e con i punti di Venucci arriva all’intervallo avanti 42-41. Nel secondo tempo si continua a giocare sul filo dell’equilibrio con la Baltur che riesce a mantenere qualche lunghezza di vantaggio con i canestri da sotto di Piunti e Benfatto e le solite triple, trovando proprio con il pivot il 66-55 al 32’. La Rekico ancora una volta reagisce e al 35’ si porta sul 62-68, ma continua a soffrire a rimbalzo. Cento ha ormai le mani sulla vittoria e a suon di rimbalzi e canestri da sotto piazza l’allungo decisivo. Cantone con un tiro da tre chiude il break di 7-0 e regala il 75-62 che chiude i conti. Alla Rekico restano gli applausi, ma anche le recriminazioni per essere stata bella soltanto per trenta minuti. Nel prossimo turno in programma domenica 8 ottobre alle 18, la Rekico esordirà davanti al proprio pubblico al PalaCattani contro la Bmr Reggio Emilia.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy