Serie B – Faenza mantiene l’imbattibilità casalinga, si ferma Vicenza

Serie B – Faenza mantiene l’imbattibilità casalinga, si ferma Vicenza

Poker d’assi!! La Rekico mantiene imbattuto il PalaCattani vincendo la quarta partita in altrettante gare disputate, superando Vicenza grazie all’ennesima prestazione tutta cuore e grinta.

Commenta per primo!

Rekico Faenza  67 – Tramarossa Vicenza  61
(22-21; 32-36; 48-45)

FAENZA: Perin 15, Boero 4, Silimbani 8, Casadei 13, Iattoni 21, Agriesti ne, Pini, Stefanelli ne, Di Coste 2, Maccaferri 4. All.: Regazzi.
VICENZA: Boaro 2, Vai 13, Demartini 8, Montanari 13, Oboe ne, Rizzetto 6, Ianes 2, Elio ne, Campiello U. 2, Campiello A. 15. All.: Orlando.
ARBITRI: Colombo – Colazzo
USCITO PER FALLI: Maria
NOTE. Espulso Ianes per doppio antisportivo.

Poker d’assi!! La Rekico mantiene imbattuto il PalaCattani vincendo la quarta partita in altrettante gare disputate, superando Vicenza grazie all’ennesima prestazione tutta cuore e grinta. Più forte delle assenze di Donadoni, Penserini e Benedetti i faentini vincono un match duro e spigoloso, facendo esultare il numeroso pubblico del PalaCattani.

Nel primo quarto è una sorta di “Iattoni contro tutti”, con l’ala che segna 14 punti con percentuali altissime, ben coadiuvato da Casadei. La premiata ditta segna cinque triple in dieci minuti, ma Vicenza non resta a guardare e approfitta di qualche calo di tensione difensivo degli avversari e così alla prima pausa, la Rekico conduce di un solo punto: 22-21. La Tramarossa acquista fiducia e si affida ad Andrea Campiello trovando il vantaggio sul 28-24, poi Faenza alza i ritmi e risponde con un break di 6-0. Peccato però che la mira offensiva non sia delle migliori e così Vicenza chiude all’intervallo avanti 36-32. I Raggisolaris però non giocano male, ma cercano solo la scintilla per accendersi. La scossa arriva dall’antisportivo sanzionato a Ianes che vale cinque punti, con Maccaferri che completa l’opera segnando in sottomano il sorpasso: 41-40. Sugli scudi salgono poi Perin con cinque punti personali e Boero con la solita tripla permettendo alla Rekico di andare sul 51-47 e di toccare poi il massimo vantaggio sul 54-47. La chiave? Ritmi alti e buone percentuali realizzative. Basta però un piccolo calo di tensione e Vicenza ritorna sotto con un canestro del solito Andrea Campiello: 52-54. L’inerzia cambia con l’ennesima tripla di Perin (57-52) e il secondo antisportivo con relativa espulsione di Ianes, perché la Rekico capitalizza al massimo dalla lunetta raggiungendo il 59-52 a 2’ dalla fine. Vicenza ha mille vite e a 1’20’’ ritorna sotto di due soli punti, non facendo i conti con Perin e il suo ennesimo siluro dai 6,75 per il 62-57. Vai getta il cuore vicentino oltre l’ostacolo firmando il -2, poi Demartini sbaglia la tripla del possibile pareggio e sul rimbalzo si getta Casadio, che suggella al meglio una grande prova difensiva condita da quattro stoppate. Il pivot segna due liberi (64-59 a 33’’), poi nel finale Vicenza ricorre al fallo sistematico e tocca al nuovo arrivato Maccaferri segnare i liberi della sicurezza per il 67-61 finale.

FONTE: Uff. Stampa Raggisolaris Faenza

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy