Serie B, Final 4 – Forlì vola in A2. Battuta Montegranaro 77-57

Serie B, Final 4 – Forlì vola in A2. Battuta Montegranaro 77-57

La Unieuro batte la resistenza della Poderosa grazie ad uno strabiliante terzo quarto da 26-4.

“Prima al casello, poi al PalaFiera: ecco il programma di questa sera” questo lo slogan della pagina ufficiale della Unieuro Forlì che centra la promozione in A2 vincendo comodamente lo spareggio contro la Poderosa Montegranaro.

PRIMO TEMPO: Mani dei giocatori piuttosto algide in avvio di partita. Si spara un po’ a salve da entrambe le parti ma ad animare l’incontro ci pensa la lotta nel pitturato senza esclusione di colpi  fra Rotondo e Rossignoli. Sia Forlì che Montegranaro utilizzano molto il gioco nell’area pitturata e infatti l’ 11-6 dopo 5 minuti di gioco è frutto di soli punti prodotti “in vernice”. Il primo tiro da fuori del match lo mette a segno Sanna, seguito da un canestro in penetrazione di Rossi che scrive il momentaneo 11-11. A 4 punti consecutivi di Pedersini risponde un 2/2 di Sanna prima che lo stesso giocatore veregrense propizi, attraverso una palla persa, un contropiede comodamente finalizzato da Arrigoni che poi si veste da go to guy scrivendo altri 5 punti consecutivi per il 22-15 con cui si chiude il primo quarto. La seconda frazione riprende con l’esecuzione di un tiro libero per Forlì conseguente alle proteste di Diomede convinto che il tiro sulla sirena del primo quarto realizzato da Arrigoni non fosse stato dallo stesso scoccato in tempo utile. Sulla rimessa seguente Rombaldoni in penetrazione scrive il momentaneo +10 per Forlì. Nel momento di massima difficoltà Montegranaro però non sbanda come fatto 24 ore prima contro l’Eurobasket Roma ma si riscopre squadra. Il fosforo di Di Trani è l’ingrediente segreto del parziale di 6-0 marchigiano che costringe Garelli a chiamare timeout. Forlì però continua ad accusare il colpo, frastornata dall’aggressiva difesa veregrense. Serino spara la tripla che riporta la squadra di Steffè a -1 prima che Rodolfo Rombaldoni decida di scendere in cantina per riemergere con qualche bottiglia di esperienza. L’ex play di Pistoia diventa incontenibile in penetrazione, seminando il panico nelle fila marchigiane e scrivendo a referto 10 punti nel solo secondo quarto di gioco attraverso i quali i romagnoli toccano il +9. La risposta della Poderosa arriva da Sanna che, dopo aver trascorso l’inizio gara in villeggiatura, spara quattro punti consecutivi. Ma Forlì  sembra esser tornata piena padrona del parquet e Rotondo regala il nuovo +9 per il 39-30 in favore della Unieuro all’intervallo lungo.
SECONDO TEMPO: Sei punti di Pignatti, intervallati da un canestro di Diomede, tolgono il velo al terzo quarto di gioco. Forlì tocca il momentaneo massimo vantaggio (+19) sul 51-32 grazie a due canestri in fotocopia (penetrazione laterale ed appoggio al vetro) di Pederzini e ad un contropiede finalizzato al meglio da Vico, fino a quel momento costeggiante l’incontro. Dopo la 14° palla persa da parte di Montegranaro, Steffè prova a fermare l’emorragia chiamando timeout ma, al rientro sul parquet, il liscio romagnolo continua a suonare a volumi troppo elevati per i frastornati timpani della Poderosa che, invece di rialzarsi, spende anzitempo il bonus di falli spedendo ripetutamente i giocatori forlivesi in lunetta. Il solco fra le due squadre continua a divenire sempre più profondo grazie alla precisione amanuense biancorossa ai liberi per poi assumere le macroscopiche proporzioni di +29 dopo un comodo layup di Arrigoni, solo soletto in mezzo all’area. Dopo il 26-4 di parziale del terzo quarto, l’ultima frazione di gioco serve solamente a limare il risultato fino al – finale e far riecheggiare i cori dei 1000 tifosi biancorossi giunti al PalaTerme per sospingere la propria squadra in A2. Montegranaro, dal canto suo, ha retto l’urto forlivese fin quando ha potuto ma ha dovuto inesorabilmente soccombere al rientro dagli spogliatoi quando la squadra di Garelli è risultata perfetta sia in fase offensiva che difensiva sembrando, decisamente, di un’altra categoria e non apparendo minimamente sfiancata dalla battaglia di 40 minuti contro Udine del giorno prima

UNIEURO FORLI’ – DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO 77-57

FORLI’: Arrigoni 17, Pederzini 13, Rotondo 10, Rombaldoni 1o, Pignatti 8, Bonacini 5, Maggio 4, Marsili 4, Vico 4,  Ferri 2. Coach: Garelli

MONTEGRANARO: Di Trani 15, Serino 12, Sanna 11, Fabi 6, Rossi 4, Gatti 3, Diomede 2, Rosignoli 2, Broglia 2. Coach: Steffè

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy