Serie B. Forlì torna alla vittoria contro Livorno: 72-62 il finale

Serie B. Forlì torna alla vittoria contro Livorno: 72-62 il finale

L’Unieuro Forlì, dopo tre sconfitte consecutive, ritrova il successo contro una buona CFG Livorno, 72-62 il risultato finale in favore della squadra di coach Garelli.

Commenta per primo!

L’Unieuro Forlì torna finalmente alla vittoria, avendo la meglio di una Livorno mai arrendevole con il risultato finale di 72-62. Dopo tre sconfitte consecutive, dunque, questo successo potrebbe risultare una sorta di ‘toccasana’ per la squadra di coach Garelli, soprattutto sotto l’aspetto mentale, in vista degli imminenti Playoff, nonostante il gioco spumeggiante visto negli scorsi mesi sia ancora ben lontano dal vedersi. Gara piuttosto equilibrata, infatti, quella tra i romagnoli e la CFG, che di fatto vede il proprio epilogo solamente nel corso dell’ultimo periodo, quando risulta decisivo il solco scavato dall’Unieuro nei minuti finali della terza frazione sulle ali di un frizzante Arrigoni.

FORLI’ FATICA, TIENE BENE LIVORNO – Partenza ’sprint’ da parte dei padroni di casa, che con un avvolgente manovra offensiva fanno da subito la voce grossa soglia avversari: la tripla di Ferri, infatti, sigla l’11-2 dopo poco più di 3’ di gioco. Altrettanto ottima, finora, la difesa a uomo dei forlivesi, che riescono a limitare la ricezione sotto canestro del pivot Ravazzani e dunque buona parte del gioco livornese. La gara così scorre via veloce senza troppe emozioni da entrambe le parti, 15-9 dopo 8’. In chiusura di frazione un tiro da tre punti di Ferri porta il vantaggio dell’Unieuro in doppia cifra (23-12), a cui segue l’immediata risposta di un vivace Lucarelli che con un ulteriore tripla fissa il punteggio sul 23-15. Massimo equilibrio tra le due squadre in avvio di secondo periodo, con coach Garelli che concede un ampio minutaggio alle riserve senza però ricevere troppe risposte positive, perlomeno per quanto riguarda la fase offensiva. Dopo 4’, infatti, sono appena tre i punti messi a segno da Rombaldoni e compagni, mentre dall’altra parte un Thiam attivissimo sotto canestro porta i suoi sul -6 (26-20). La manovra forlivese, in questa fase della gara, non riesce pressoché mai ad impensierire la difesa della CFG, che anzi ricuce ulteriormente lo strappo (28-25) con la terza tripla della partita di Lucarelli. Davvero in totale confusione, ora, la compagine romagnola, nonostante i tre punti di Ferri in chiusura di primo permettano a Forlì di tornare sul momentaneo +8 (35-27).

TERZO QUARTO DECISIVO, ARRIGONI FA LA DIFFERENZA – Copione che non cambia nemmeno nei primi minuti del terzo quarto, con i padroni di casa che continuano a costruire azioni sconclusionate e con Livorno che, dall’altra parte, rimane aggrappata alla partita con le unghie e con i denti: 39-33 dopo 4’. Il rientrante Vico tenta quindi di suonare la carica, e, assistito alla perfezione da un ottimo Arrigoni, riportano il vantaggio forlivese in doppia cifra: 43-33 al 7’. Il divario tra le due squadre aumenta col passare dei minuti, soprattutto in virtù di una maggior fisicità portata dall’Unieuro in entrambe le fase di gioco: 51-35 il punteggio quando ci si appresta ad entrare nei dieci minuti conclusivi. Un inarrestabile Arrigoni fa il bello e il cattivo tempo dalle parti del canestro avversario (60-44), ma due clamorose palle perse in successione riportano sotto i livornesi sul 60-48 dopo 3’. Vantaggio targato Forlì che rimane invariato anche nel corso dei successivi minuti (65-53 a 4’ dalla fine), nonostante i padroni di casa non riescano mai a scrivere la parola ‘fine’ sulla gara. Sono diverse, infatti, le occasioni ‘regalate’ dall’Unieuro agli avversari, ma per loro fortuna Livorno è decisamente sulle gambe e si affida ripetutamente a giocate dei singoli.

UNIEURO FORLI’ – CFG LIVORNO 72-62 (23-15; 35-27; 51-35)

Unieuro Forlì: Rotondo 8, Rombaldoni 8, Vico 10, Marsili 3, Ferri 11, Arrigoni 15, Pederzini 4, Pignatti 10, Bonacini 2, Maggio 1. All.: Garelli.

Crabs Rimini: Perin 20, Giampaoli 10, Ceriglio 2, Banchi, Creati ne, Lucarelli 15, Mariani, Soriani, Artioli, Ravazzani 6, Thiam 7. All.: Quilici.

Fotogallery a cura di Genny Cangini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy