Serie B, Gir. C, preview: derby capitolino all’Altero Felici, la Stella deve superarsi per fermare la G&P

Serie B, Gir. C, preview: derby capitolino all’Altero Felici, la Stella deve superarsi per fermare la G&P

facebook.comeurobasketroma

L’Eurobasket Roma Gas&Power è attesa all’Altero Felici dalla Stella Azzurra Roma, per quello che sarà il secondo derby stagionale dopo l’incontro con Palestrina, nel pieno del cammino che dovrebbe scortare l’Eurobasket nei pressi della 10° vittoria stagionale consecutiva – la vera prova da superare in questo senso è quella di Napoli, nella prossima settimana – . Decima consecutiva che vorrebbe dire tantissimo, eppure ancora nulla, in un campionato lungo e colmo di insidie: tra le tante squadre di questo girone che si avvalgono di tale identità figura anche la Stella Azzurra, che finora viaggia con un record di 2-5 in campionato, e arriva al match con il fardello di 3 sconfitte consecutive. Nelle due affermazioni della Stella – contro Scauri e contro Maddaloni – a dare la spinta verso il successo agli uomini di Germano D’Arcangeli è sempre stato l’exploit di un singolo: nel caso di Maddaloni i 28 punti (6.7 di media finora) di Lazar Nikolic, nel caso di Scauri i 32 (12.8 di media) di Mattia Da Campo, che vanta un’esperienza in A2 a Veroli. Cercare nuovamente di andare oltre sé stessi potrebbe quindi essere il diktat per gli stellini, che necessiteranno di molto entusiasmo, alto volume difensivo e qualcosa di meglio del 29% da 3 dell’ultima sfida contro Viterbo se vorranno provare a complicare i piani di Davide Bonora, consapevole del fatto che la Stella affronterà la sfida con la consueta mole di aggressività, tipica di una squadra molto giovane, che sa di poter trovare sopravvivenza in ogni lotta vinta a rimbalzo, come in ogni pallone sporcato e ogni possesso conquistato. A sostegno di questa tesi il posto nella classifica di rimbalzi conquistati in campionato, risultato di nota rispetto al 12° posto assoluto. Di contro immaginiamo di vedere la Roma Gas&Power impossessarsi di ritmo e inerzia fin dalla palla a due (ore 18), probabilmente sputare fuoco in una parte fondamentale del match e aspettare di constatare cosa e quanto ne è rimasto. L’unica gara in controtendenza rispetto a questo assetto mentale piuttosto collaudato è stata proprio l’ultima dei capitolini, in cui le iniezioni di energia sono state poderose ma mutilate del consueto autoritarismo, con Scauri che ricuciva e ricuciva, fino a chiudere l’incontro ad appena 6 lunghezze, secondo peggior distacco dalla vittoria contro Palermo. A livello individuale, nasce un’istantanea curiosità nel seguire il progresso di Eugenio Fanti, da due partite consecutive in doppia cifra a 14, con 7.5 rimbalzi conquistati a decorare le cifre della guardia di impronta difensiva dell’Eurobasket, che si distingue per uno spiccato senso del tempismo, caratteristica che unita alla capacità di lettura dell’attacco e del tiro, rende Fanti un giocatore da 79% al tiro da 2, cifra sensazionale se coniugata con i 9.3 punti di media ad allacciata. Per quanto riguarda la Stella Azzurra, pare essere il momento di Babacar Seye, che nelle ultime 2 uscite ha raddoppiato il suo minutaggio e ha sfiorato la doppia – doppia contro Viterbo, con 11 punti e 7 rimbalzi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy