Serie B, girone C: ci vuole un supplementare per la Roma Gas&Power, che supera una grande Aquila Palermo

Serie B, girone C: ci vuole un supplementare per la Roma Gas&Power, che supera una grande Aquila Palermo

 

facebook.comeurobasketroma

ROMA GAS&POWER 81–77 NUOVA AQUILA PALERMO (18-22, 34-41, 46-55, 71-71, 81-77)

Roma: Fanti 7, Stanic 22, Righetti 10, Staffieri 4, Tomasello 11, Dip ne, Casale 13, Callara ne, Romeo 9, Birindelli 5. All. Bonora

Palermo: Requena 14, Stella 21, Cozzoli 11, Antonelli 4, Di Emidio 5, Azzaro 2, Merletto 8, Rizzitiello ne, Urbani, Ondo Mengue 12. All. Tucci

Arbitri: Francesco Menegalli, Alessandro Vantin

Il big match del girone C non tradisce le attese e regala uno spettacolo di 45’, costituito da cambi di scena quando nulla sembrava poter mutare, intensi carichi di adrenalina e un ritmo, in particolare nelle fasi finali, senza sosta. Vince la Roma Gas&Power che guadagna la testa della classifica. La sconfitta per la Nuova Aquila Palermo pesa e non poco, dopo essere stata avanti anche di 17 e aver visto la partita sfuggire di mano solo ai supplementari, recuperata principalmente dagli strappi di Romeo e Casale, con Stanic a funzionalizzare il lavoro degli altri 2. Partita difficile, anzi difficilissima per l’Eurobasket, per 30’ stritolata nella morsa difensiva di una Palermo forte nella testa e nel cuore, e cinica nell’armare i suoi leader Stella e Requena. Il finale punto a punto premia la profondità della Gas&Power, abile a mischiare le carte fino a trovare la combinazione vincente, e da stasera in solitaria in testa alla classifica.

La Cronaca: Palermo entra forte nel match con la tripla di Stella, a cui segue il gioco in post di Tomasello e la tripla di Staffieri, a scrivere l’8-8 al 4’. La propensione verticale di Tomasello consente al 18 di guadagnare falli e liberi, che converte a metà per il 10-10 del 6’, mentre l’intensità difensiva di Palermo impenna la partita in direzione siciliana: forza matrice della scintilla è Stella, che ruba 2 palloni convertendo in contropiede, regalando il massimo vantaggio all’Aquila sul 19-10 al 7’, con tanto di parziale di 9-0. La circolazione farraginosa della Gas&Power costringe Birindelli a forzare il gancio, stoppato da Requena. Stanic e Righetti aiutano i locali a risalire, mentre la bomba di Di Emidio permette a Palermo di ripartire da una distanza di sicurezza, sul 18-22 al 10’. La Gas&Power non riesce ad aggiustare le percentuali offensive, ma la tigna della capoclassifica è manifesta nei rimbalzi offensivi (5-0) che consentono a Birindelli di bonificare le infruttuose scelte dei compagni. Palermo di contro propone un seminario di gestione offensiva, con Ondo Mengue a scriverne 5 per il 19-27 del 13’, con la percentuale di realizzazione offensiva dei siciliani al 75%. Nel momento di difficoltà, ecco esaltarsi capitan Casale, che in penetrazione pesca il 25-30 al 15’. La combinazione Fanti-Tomasello vale il 29-30, ma Antonelli e la tripla di un bollente Stella portano di nuovo Palermo a +6 sul 29-35. Bonora tenta il quintetto soft con 3 piccoli e Staffieri-Righetti come front court, la zona romana rallenta Palermo, ma l’attacco resta in apnea: air ball di Stanic, e intervallo sul 34-41 per gli ospiti. Al rientro la zona Eurobasket viene subito punita da 2 triple di Cazzoli e Requena, con Palermo che con il massimo vantaggio di +13 (34-47) ora spaventa davvero. 2+1 di Stanic, la distanza tra le due squadre si mantiene stabile sul 38-52 al 24’. Palermo è una sentenza dall’arco, e con Cazzoli arriva la tripla del 38-55. La Gas&Power prova a rientrare ma la mano dei capitolini resta fredda, finchè dal pino non esce Gabriele Romeo, che con una tripla siderale gasa l’Eurobasket: 41-55 sul referto, 29’ il minuto in corso. Palermo prova a rallentare il ritmo, ma pasticcia in attacco e un tiepido vento di rimonta prova a penetrare nell’atmosfera del PalAvenali sotto le vesti di Romeo, che con il long two scrive il 46-55. Nell’ultimo quarto si concentrano agonismo, bellezza e adrenalina: tripla di Stanic, coast-to-coast di Romeo, e bomba di Requena a esclamare una Palermo sempre sul pezzo: 52-60 al 33’. Righetti converte 3 liberi, l’Eurobasket è ufficialmente a un passo dal pareggio, che Casale – prima tripla di serata-  sfiora sul 60-61 del 35’. Il sorpasso Roma arriva con il primo canestro dal campo di Righetti, ed è 63-61 al 36’, mentre Stanic dall’arco allunga piazzando il 66-63 al 37’. Stella impatta e supera dalla lunetta (66-67), Righetti risponde e Requena in campo aperta affonda la bimane del 68-69. Palermo sul +3, ma Stanic impatta ancora sul 71-71, mandando la sfida ai supplementari. Casale spara la bomba del 74-73 al 42’, la tripla di Stella bacia il ferro che la rinnega, le retine non si muovono a 1’30’’ dalla sirena. Merletto segna il 74-77, e allora Casale torna a domiciliare l’arco: 77-77 a 35’’. Casale dalla lunetta, persa di Merletto e Stanic mandato in lunetta conclude il match timbrando la vittoria dell’Eurobasket per 81-77.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy