Serie B – Green, il derby è biancoverde: Palermo batte l’Alfa Catania

Serie B – Green, il derby è biancoverde: Palermo batte l’Alfa Catania

Prova di carattere della squadra di Priulla, che vince meritatamente la sfida contro i cugini etnei e si porta a quota 12 in classifica.

di La Redazione

Dopo la sconfitta maturata domenica scorsa a Salerno, per il Green Basket è tempo di derby: al PalaMangano, nel turno infrasettimanale della 19° giornata, arriva l’Alfa Catania di coach Guerra. Il Green riuscirà a battere gli avversari con merito, al termine di un incontro assai piacevole. Si tratta della sesta vittoria in stagione per la squadra di Priulla, che raggiunge quota 12 in classifica.

Il primo quarto si apre con un facile canestro di Giuseppe Caronna, ben pescato da Svoboda in area etnea. Gli ospiti reagiscono con Florio, bravo a pescare i primi due punti della serata, e con una tripla di Sirakov. Il Green prova ad imbastire attacchi decisi ma la mira sotto canestro non appare precisissima. Ci pensa Andrea Lombardo a scuotere i suoi, con una poderosa azione personale. L’Alfa pesca due belle triple con Florio e Consoli, i padroni di casa realizzano con Paunovic, Andrea Lombardo e Svoboda dall’arco. È una prima frazione tutto sommato equilibrata, le due squadre sono partite a tutta velocità: il primo quarto termina 25-20 per i padroni di casa.

Il secondo quarto comincia con tre punti firmati Ariel Svoboda: il numero 7 biancoverde inizia a scaldare la propria mano per la gioia del pubblico. Gottini imita poco dopo il talento argentino, segnando per Catania. Gli ospiti trovano un buon momento, realizzando consecutivamente con Provenzani e Sirakov: Priulla vuole vederci chiaro e chiama timeout. Provenzani, che all’andata aveva fatto malissimo ai palermitani, trova una splendida tripla e porta sul +3 Catania. I padroni di casa reagiscono con Andrea Lombardo ma Agosta spara ancora dall’arco. Caronna trova un buon canestro nonostante l’asfissiante marcatura, Provenzani realizza ancora un canestro da tre e Sirakov si infila nuovamente in area Green trovando due punti: timeout invocato ancora da coach Priulla. Il Green reagisce subito, e lo fa con il suo capitano che trova due punti importanti per la fiducia della squadra. Caronna spacca il canestro con una schiacciata strepitosa, Paunovic trova un bel canestro di non semplice realizzazione, Andrea Lombardo segna da tre: si va al riposo sul parziale di 42-41 in favore della squadra allenata da Flavio Priulla.

Il terzo quarto si apre con un canestro di Vita Sadi, abile a liberarsi dalla marcatura. Gli etnei realizzano con Agosta, il Green non riesce a sbloccarsi in fase offensiva. I padroni di casa non segnano per oltre quattro minuti, poi ci pensa Mitch Peroni ad interrompere il digiuno con una bella tripla. Vita Sadi segna un tiro libero, Paunovic ritrova la via del canestro. Caronna lotta in area catanese e porta a casa due punti preziosi per il Green. Agosta scuote i suoi con una magistrale esecuzione dall’arco, Giancarli concretizza un bel gioco da tre segnando il tiro libero conseguente al fallo. I ritmi restano alti ma la lucidità delle squadre in fase di realizzazione comincia a venire meno. Gli animi in campo si scaldano, i direttori di gara iniziano a tollerare meno falli. Si va all’ultimo atto della sfida sul punteggio di 66-58 in favore dei padroni di casa.

L’ultima frazione di gioco inizia con due punti firmati dal capitano etneo, Matteo Gottini. Il Green ha difficoltà a trovare il primo canestro del quarto quarto e anche in questo caso, come nella precedente frazione di gioco, passano quasi quattro minuti prima che il pubblico possa esultare: ci pensa Dal Maso a far cessare l’astinenza . Si segna pochissimo, entrambi i quintetti sbagliano spesso. Giancarli trova una tripla fondamentale, che consente al Green di allungare seriamente il passo: +11 e Alfa in difficoltà a quattro minuti dalla sirena finale. Provenzani va da solo contro tutti e porta a casa un canestro di notevole difficoltà. Paunovic segna un tiro libero e porta a +9 i suoi, a due minuti dalla fine. Sirakov ottiene tre tiri liberi e li realizza tutti , facendo tornare a -6 l’Alfa ad un minuto dalla fine. Il Green, però, con grande esperienza, e scaltrezza, gestisce bene il vantaggio e va a prendersi una fondamentale vittoria. Finisce 73-66, il derby va ai palermitani al termine di una sfida divertente ed emozionante.

Green Basket Palermo – Alfa Basket Catania 73-66 (25-20, 17-21, 24-17, 7-8)

Green Basket Palermo: David Paunovic 15 (5/10, 1/5), Andrea Lombardo 13 (4/8, 1/4), Giuseppe Caronna 12 (6/11, 0/0), Marco Giancarli 11 (2/3, 1/6), Ariel Svoboda 10 (3/6, 1/7), Michele Peroni 8 (1/3, 2/6), Giuseppe Lombardo 2 (1/4, 0/2), Fabio Dal maso 2 (1/5, 0/0), Davide Pucci 0 (0/2, 0/0), Giovanni Romano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 36 14 + 22 (David Paunovic 11) – Assist: 18 (Michele Peroni 6)

Alfa Basket Catania: Georgi Sirakov 20 (4/7, 3/7), Matteo Gottini 11 (1/3, 2/4), Vincenzo Provenzani 10 (2/5, 2/7), Alessandro Florio 8 (2/3, 1/4), Alessandro Agosta 8 (1/3, 2/2), Joseph Vita sadi 6 (2/5, 0/0), Marco Consoli 3 (0/0, 1/1), Ruggero giuliano Elia 0 (0/0, 0/0), Gabriele Patane’ 0 (0/0, 0/0), Nicolò Mazzoleni 0 (0/0, 0/0), Giuliano La spina 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 12 – Rimbalzi: 40 5 + 35 (Alessandro Agosta 14) – Assist: 17 (Georgi Sirakov 5)

FONTE: Ufficio Stampa Green Basket Palermo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy