Serie B – Il Palatenda è terra di conquista, Cecina passa a Piombino

Serie B – Il Palatenda è terra di conquista, Cecina passa a Piombino

Commenta per primo!

BASKET GOLFO PIOMBINO vs GR SERVICES CECINA 56 – 79
Parziali: 16-20 (16-20), 21-43 (5-23), 40-62 (19-19), 56-79 (16-17)

BASKET GOLFO PIOMBINO: Guerrieri 6, Esposito 2, Pozzi 8, Biancani 2, Camarda, Franceschini 12, Bianchi 8, Marmugi 2, Maggio 15, Gabellieri 1.
Allenatore: Padovano – Vice: Iacopini

GR SERVICES CECINA: Fratto 4, Favilli, Sanna 10, Del Testa 21, Gambolati 14, Fantoni, Caroti 7, Bruni 11, Pagni 2, Rossato 10.
Allenatore: Campanella – Vice: Bandieri

Arbitri: Spinelli e Cassiano.

La matematica non è più un’opinione dopo la gara della 14esima di ritorno disputata e vinta con pieno merito dalla GR Services al Palatenda di Piombino, dove per alcuni tratti si è vista la riedizione della gara di andata con la formazione rossoblù, guidata alla grandissima da capitan Del Testa, a dominare la partita mentre i gialloblù di Padovano cozzavano contro la difesa dei ragazzi di Campanella, i quali dal canto loro trovavano sempre soluzioni efficaci in attacco con tiri aperti che qualche volta non hanno trovato il fondo della retina, ma comunque ben costruiti. Il Basket Cecina ha anche tirato con percentuale negativa dalla lunetta, ed avrebbe potuto anche ampliare il suo vantaggio finale, che nel corso della gara ha toccato un massimo di 29 punti. E se nella partita di andata i gialloblù non avevano tentato nessuna reazione, in questo ci hanno provato, ma hanno trovato di fronte una squadra nettamente superiore e si sono dovuti arrendere. In una gara che come al solito ha messo in luce il grande gioco d’assieme dei ragazzi rossoblù, non si può non evidenziare la prova di capitan Del Testa che alla fine ha chiuso con 21 punti a referto, frutto di 7 triple su 11 tentativi, media sciupata un po’ nel finale quando la tensione positiva era un po’ calata, e che ha iniziato con un 6 / 6 da lustrasi gli occhi. Per il resto, solita grande rotazione dei suoi effettivi da parte di coach Campanella che ha dato anche ampio riposo ad un Gambolati ancora non al meglio, tenuto in campo per soli 20 minuti ed autore di 14 punti con 2 triple a bersaglio su 3 tentativi. Ad inizio gara grande sostegno della tifoseria di casa con striscioni, palloncini e tamburi, che hanno resistito sino alla seconda frazione per poi zittirsi di fronte al break perentorio che ha di fatto chiuso la partita con le conclusioni dall’arco che fioccavano da parte dei rossoblù. Buon pubblico arrivato anche da Cecina, che si è dovuto arrangiare “alla voce” per incitare i suoi beniamini, ma che a fine gara li ha potuti abbracciare insieme al presidente. L’inizio è abbastanza combattuto, ma non appena la GR Services alza il tono difensivo e riesce a sciogliersi in attacco, arriva il vantaggio rossoblù che si dilata sino al 18 – 11 e poi viene un po’ ridotto sul 16 – 20 con il quale si conclude il primo periodo. Il secondo è quello della svolta; Piombino segna solo 5 punti, tre dei quali dalla lunetta ed un canestro con un mezzo regalo della difesa cecinese; i suoi tiratori sono tenuti lontani e quando sparano da oltre l’arco lo fanno in condizioni precarie; alla fine per gli uomini di Padovano 38% al tiro con il 17% da tre punti. La GR Services costruisce ottime azioni ed il buon rendimento in difesa porta anche a buone conclusioni in attacco. Del Testa è una sentenza, e quando si aggiungono anche Gambolati e Sanna lo strappo diventa decisivo. 43 – 21 all’intervallo e game over alla gara. L’unica preoccupazione potrebbe riguardare uno sprint dei piombinesi in avvio di ripresa, ma sono invece i rossoblù ad iniziare meglio ed il quarto si chiude in perfetta parità a quota 19. Nell’ultimo quarto la GR Sevices non spinge più del necessario, Piombino prova una mini reazione, parziale di 7 – 0 dopo essere arrivata a – 26, ma il cronometro corre ed è dalla parte degli ospiti. Padovano alla fine manda in campo anche il giovane Camarda, in formazione al posto dello squalificato Iardella, ed Esposito, segno che anche la panchina del Basket Golfo si è arresa alla superiorità dimostrata dalla formazione rossoblù. Piombino esce dunque sconfitta per la seconda volta e la partita del Palatenda ribadisce la netta superiorità della formazione di Campanella. Piombino resta comunque sempre in corsa per un posto nella corsa ai playoff, visti anche i risultati delle contendenti. Ed ora testa all’ultima di campionato per finire nel migliore dei modi contro Monsummano, e poi via ai playoff, in una seconda posizione, inaspettata alla vigilia del campionato, che i ragazzi rossoblù e lo staff tecnico si sono ampiamente meritati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy