Serie B – Il Su Stentu scaccia i fantasmi: battuta Iseo

Serie B – Il Su Stentu scaccia i fantasmi: battuta Iseo

Al quarto tentativo arriva finalmente la prima vittoria casalinga della stagione per il Su Stentu Sestu.

Commenta per primo!

Al quarto tentativo arriva finalmente la prima vittoria casalinga della stagione per il Su Stentu Sestu, che nello scontro salvezza del settimo turno batte l’Argomm Iseo (67-62) abbandonando l’ultimo posto in classifica. I Pirates, vogliosi di riscattare la pessima prestazione di mercoledì contro Desio, sono scesi in campo con grande determinazione e sono riusciti a strappare un successo di fondamentale importanza per il prosieguo della stagione.

LA GARA – Coach Sassaro, dopo l’ennesima vigilia tormentata a causa degli infortuni, sceglie in quintetto Graviano, Villani, Trionfo, Laguzzi e Varrone. Il tecnico ospite risponde invece con Leone, Acquaviva, Azzola, Prestini e Scuratti. L’avvio è tutto di marca sestese: con un approccio molto aggressivo, Villani e soci piazzano subito un parziale di 10-0 che costringe Mazzoli al timeout. I gialloblu trovano i primi punti della partita solo dopo la metà del parziale con Prestini, e al 10′ inseguono di ben 9 lunghezze (15-6).

Crescini ruba la scena nella battute iniziali del secondo periodo, e con 7 punti in fila riporta Iseo in carreggiata. Si arriva così alla prima parità del match (17-17). A quel punto, però, si scatena Guillermo Laguzzi: l’argentino è provvidenziale sui due lati del campo e in un amen porta il Su Stentu sul +11. Iseo si tiene in piedi grazie al solito Crescini, ma carattere e compattezza difensiva regalano a Sestu la doppia cifra di vantaggio all’intervallo lungo (40-30).

Il rientro in campo dei bianco blu non è dei migliori: Iseo, infatti, pareggia subito i conti con un parziale di 10-0, approfittando anche di un fallo tecnico fischiato alla panchina del Su Stentu. Il 2 su 2 dalla lunetta di Graviano permette comunque ai pirati di presentarsi davanti al rush finale (+2, 52-50).

L’ultimo periodo si gioca punto a punto: capitan Villani e Trionfo fanno esplodere il pubblico di casa con due triple pesantissime, ma Iseo è brava a tenersi in vita con Acquaviva. I canestri decisivi nel finale portano le firme di Laguzzi e Graviano, e al 40′ l’Accademia può esultare: il PalaMellano è finalmente “espugnato”. Straordinaria prova balistica di Trionfo (22 punti con 8/12 dal campo), ma il successo è passato per il fondamentale apporto di tutti i componenti del roster.

Soddisfatto a fine partita coach Marco Sassaro: “Sono contento – afferma – perché nonostante i tanti problemi fisici, nel corso di questa partita è emerso il carattere che contraddistingue questa società. Non cerchiamo alibi, ma preparare la partita potendo disporre di soli 4 o 5 giocatori in allenamento non è stato semplice. Oggi siamo riusciti a essere più forti di questo. Ci tengo a sottolineare anche la correttezza di Iseo, che nonostante l’importanza della posta in palio ha giocato sempre in maniera pulita. Tanto di cappello a loro”.

Su Stentu Sestu-Argomm Iseo 67-62

Su Stentu: Pilo 8, Trionfo 22, Villani 6, Laguzzi 8, Elia 6, Graviano 9, Varrone 4, Melis, Passaretti 4, Cabriolu. Allenatore: Sassaro

Iseo: Veronesi, Scuratti 3, Giorgi 3, Saresera 10, Azzola 6, Ghitti ne, Prestini 11, Crescini 19, Leone 2, Acquaviva 8. Allenatore: Mazzoli

Parziali: 15-6; 40-30; 52-50

Arbitri: Mauro Davide Barbieri di Roma – Lanfranco Rubera di Roma

FONTE: Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy