Serie B. Impresa da “Cento e lode” per la Tramec a Forlì, violato il fortino del PalaFiera

Serie B. Impresa da “Cento e lode” per la Tramec a Forlì, violato il fortino del PalaFiera

Dopo la sconfitta nello scontro diretto contro Piacenza, l’Unieuro Forlì centra un ulteriore ‘stop’ contro un’altra delle dirette concorrenti.

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta nello scontro diretto contro Piacenza, l’Unieuro Forlì centra un ulteriore ‘stop’ contro un’altra delle dirette concorrenti, vale a dire la Tramec Cento. La squadra di coach Giordani, infatti, esce vittoriosa dal ‘PalaFiera’ per 72-71, dopo una partita sempre in equilibrio (massimo vantaggio il +6 forlivese in chiusura di prima frazione) decisa in un finale thrilling dalla stoppata di Benfatto su Bonacini a una manciata di secondi dalla sirena finale.

UNIEURO FORLI’ – TRAMEC CENTO 71-72 (20-14; 38-36; 60-59)

Unieuro Forlì: Rotondo 12, Rombaldoni 12, Zoboli ne, Ravaioli ne, Ferri 20, Arrigoni 11, Pederzini 4, Pignatti 2, Bonacini 10, Maggio. All.: Garelli.

Tramec Cento: Stupazzoni ne, Fontecchio 7, Brighi 7, D’Alessandro, Demartini 17, Pederzini 3, Benfatto 10, Andreaus 11, Locci 4, Caroldi 13. All.: Giordani.

Partenza piuttosto confusionaria da entrambe le parti, con le squadre che sbagliano anche canestri piuttosto semplici, forse ‘sentendo’ eccessivamente il clima caldo sugli spalti tra le due tifoserie: 2-2 il punteggio dopo 3’. Situazione di sostanziale equilibrio in campo che non mostra segni di cedimento: la tripla di Ferri al 7’, infatti, pareggia la contesa sul 12-12. Ultimi minuti del primo periodo totalmente di marca forlivese, con due canestri consecutivi di Rombaldoni e la tripla di Ferri che chiudono un parziale di 7-0 per il +6 (20-14). Cento tenta di ricucire lo strappo trascinata da un frizzantino Brighi, alla ricerca di gloria personale ed altrettanto propenso a creare importanti occasioni per i compagni: 24-24 al 4’ della seconda frazione. Sorpasso emiliano che si verifica al 7’, con due canestri in fotocopia messi a segno dall’ex Benfatto che valgono il momentaneo +4 (29-32). Gara che continua a non aver un padrone ben definito, ma se non altro anche prima dell’intervallo si ripropone lo stesso ‘copione’ dei minuti finali del primo periodo, con la squadra forlivese a fare la voce grossa. La tripla di Ferri negli ultimi secondi, infatti, vale il +8 (38-30), prima che un ulteriore tiro da tre punti di Demartini sulla sirena fissi il punteggio sul 38-36.

Avvio di secondo tempo che porta notizie tutt’altro che positive per coach Giordani: Fontecchio, infatti, ritorna in panchina ‘in borghese’ con tanto di ghiaccio sulla caviglia sinistra, mentre Benfatto raccoglie il proprio quarto fallo personale nel corso del primo minuto di gioco. Il giovane Locci subentra dunque all’ex Ferrara, e proprio il ravennate mette a segno il canestro del sorpasso (43-44) al 3’. La sfida prosegue ora a suon di triple, con quella messa a segno da Demartini al 7’ che vale il mini-allungo emiliano sul +5 (49-54). E’ ottima, però, la reazione di Forlì, che piazza un parziale di 7-0 in men che non si dica e rimette la testa avanti: 57-56 quando manca un giro di lancette all’ultima frazione. Si entra così proprio nei dieci minuti finali di partita in una situazione di estremo equilibrio. La tripla di Rombaldoni dopo poco più di 2’ segna il +4 (65-61) in favore della banda di coach Garelli, che, in questa fase della gara, decide di tenere in panchina sia Pederzini che Pignatti, con l’ex Siena che nel secondo tempo non è ancora entrato sul parquet di gioco. Gli ex della gara Brighi ed Andreaus firmano un parziale di 6-0 per la Tramec, che riporta gli emiliani in vantaggio sul 65-67. Anche Benfatto partecipa al ‘break’ di Cento con un 1/2 dalla lunetta e, successivamente, con un tiro in allontanamento che vale il +5 (65-70) a 2’30” dalla fine. L’Unieuro, dall’altra parte, non ha intenzione di darla vinta agli avversari, e così, approfittando di due malefatte offensive degli emiliani, ricuce fino al -1 (69-70) a 1’30” dalla sirena finale. Caroldi non perdona dalla media (69-72), mentre sul capovolgimento di fronte il finora ottimo Ferri perde in malo modo il pallone. Bonacini segna però il 71-72 quando mancano 35” alla fine, con Cento che lascia addirittura l’ultimo tiro all’Unieuro in seguito ad un tiro sbagliato da Brighi nei 10” finali. Contropiede forlivese ‘trascinato’ da Bonacini, il cui tiro viene però stoppato da una grande rimonta difensiva di Benfatto, che consegna così la vittoria alla Benedetto Cento.

Fotogallery a cura di Genny Cangini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy